mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeFacebookLa storia dell'app Phhhoto, costretta a chiudere a causa delle interferenze di...

La storia dell’app Phhhoto, costretta a chiudere a causa delle interferenze di Facebook

Phhhoto, un’app popolare da anni, ha affermato di essere stata costretta a chiudere a causa delle interferenze di Facebook, ora Meta , e del suo stesso fondatore. I fondatori di Phhhoto stanno ora facendo causa al social network con l’accusa di aver forzato la chiusura dell’app.

La causa specifica che i dirigenti di Facebook, incluso Zuckerberg, hanno scaricato personalmente Phhhoto e l’hanno usato nel 2014. Successivamente, il co-fondatore di Instagram Kevin Systrom e altri senior manager hanno fatto lo stesso.

Il New York Times riferisce che Facebook si era rivolto a Phhhoto con il suggerimento di integrare quest’ultimo nei suoi servizi, ma da questa conversazione non è emerso nulla. Questo atto era tutto per lo spettacolo, affermano i creatori di Phhhoto, aggiungendo che Facebook voleva semplicemente replicare la sua caratteristica principale di unire le immagini in video in loop, che oggi potresti riconoscere come i Boomerang di Instagram.

Phhhoto aveva una notevole base di utenti quando era in diretta. L’app è stata persino promossa da celebrità come Beyoncé, Katy Perry e Miley Cyrus, osserva il Times.

Anche se un accordo non è trapelato, Instagram ha introdotto la funzione Boomerang poche ore prima che Phhhoto lanciasse un’app Android completa, secondo il documento. Questo non solo ha oscurato i piani di Phhhoto, ma ha anche rubato parte della sua copertura mediatica. Di conseguenza, gli utenti Android avrebbero meno motivi per installare Phhhoto.

Facebook ora deve affrontare accuse di violazioni antitrust da parte dei creatori di Phhhoto. La startup fotografica è rappresentata dal famoso avvocato Gary L. Reback, che era l’avvocato del Dipartimento di Giustizia nel fare causa a Microsoft negli anni ’90, riporta il Times. Microsoft alla fine si stabilì.

Oltre a lanciare un prodotto concorrente, Instagram di proprietà di Facebook ha persino soppresso le impostazioni per l’app Phhhoto in modo che gli utenti non potessero individuare i contatti di Instagram, spiega la causa. “Instagram era apparentemente sconvolto dal fatto che Phhhoto stesse crescendo negli utenti attraverso la sua relazione con Instagram”, afferma il documento.

La visibilità dei contenuti di Phhhoto è stata ulteriormente limitata su Instagram, costringendo apparentemente Phhhoto a chiudere nel giugno 2017. L’app non poteva più sopravvivere a causa della “mancanza di investimenti o di qualsiasi altro mezzo per rimanere praticabile”, osserva la denuncia. Secondo un rapporto del 2017 di TechCrunch , in seguito alla chiusura, la società madre di Phhhoto, Hypno, ha spostato la sua attenzione sul noleggio di cabine fotografiche fisiche durante gli eventi.

Reback dice alla testata giornalistica che questa battaglia legale è unica a causa del coinvolgimento personale di Zuckerberg nello sviluppo di un prodotto simile.

I fondatori di Phhhoto stanno chiedendo danni monetari a Facebook, anche se non è chiaro quanto stiano chiedendo.

Un portavoce di Meta, il rebranded Facebook, risponde: “Questa causa è senza merito e ci difenderemo con forza”.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial