sabato, Aprile 13, 2024

La tecnologia al servizio dell’uomo: l’Esoscheletro Twin restituisce la mobilità a chi l’aveva persa

**L’Esoscheletro Twin fa camminare chi non poteva più farlo**

In una decina di anni di ricerca medica e ingegneristica, continuando a chiedere feedback ai pazienti che abbiamo visto camminare oggi (Alex Santucci e Davide Costi), hanno prodotto due prototipi: “Twin 1” e “Twin 2”, sviluppato anche tenendo conto dell’ergonomia e del design. Al tempo stesso, questo lavoro ha portato alla nascita di TwinMED, che raccoglie e analizza i dati delle protesi. Un processo scientifico che ha portato al risultato presentato oggi.

**Ingegneria avanzata e la determinazione dei pazienti**

I ricercatori, partendo dal dialogo con i pazienti, hanno capito che autonomia, trasporto e gestione, e comfort, sono i punti essenziali. Così sono arrivati a Twin 2, che pesa una ventina di chili e si può indossare in circa tre minuti e mezzo. Il modulo motore della macchina, che si può smontare e montare velocemente, permette di camminare a circa due chilometri all’ora. Sono Motori sensibili, che capiscono le intenzioni di movimento dell’utilizzatore da come sposta la schiena e semplificano il movimento.

**Benefici che vanno oltre alla mobilità**

I medici che hanno seguito il progetto sottolineano che i benefici per i pazienti non sono solamente legati al ritorno alla mobilità. Tornando a camminare, diminuisce l’ansia e la depressione nei pazienti, diventa più semplice gestire il dolore e le funzioni intestinali, si riducono piaghe e si abbassa la pressione arteriosa. L’intensità psico-emotiva di questo tipo di progetto migliora la risposta immunitaria del corpo: i pazienti si sentono meglio a livello psicologico, e per questo migliorano anche le loro funzioni biologiche.

**Conclusioni**

In conclusione, l’Esoscheletro Twin rappresenta un importante passo avanti nella ricerca e nell’applicazione della Tecnologia a supporto della salute e del benessere delle persone. Grazie alla combinazione di ingegneria avanzata, design ergonomico e personalizzazione delle fasce di supporto, questo dispositivo consente a pazienti con disabilità motorie di ritrovare la libertà di movimento e migliorare la loro qualità di vita. Sono numerosi i benefici che si possono ottenere utilizzando l’Esoscheletro Twin, non solo a livello fisico ma anche a livello emotivo e psicologico. La determinazione dei pazienti e l’impegno dei ricercatori hanno portato a uno strumento innovativo e promettente che apre nuove prospettive nel campo della riabilitazione e dell’assistenza medica.

Il futuro promette ancora sviluppi e miglioramenti in questo settore, con la possibilità di trasformare la vita di molte altre persone che necessitano di soluzioni di supporto alla mobilità. Con un approccio centrato sulla persona e la costante ricerca di soluzioni innovative, la tecnologia può davvero diventare un alleato prezioso per il benessere e la salute dell’umanità.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: