sabato, Luglio 13, 2024

L’accesso a Google su Fitbit ha finalmente una data ufficiale

Fitbit inizierà a consentire agli utenti di accedere con i propri account Google a partire dalla prossima settimana come parte di un piano per consolidare tutti gli account Fitbit in account Google entro il 2025.

Google ha dichiarato ad aprile che il consolidamento dell’account con Fitbit sarebbe avvenuto quest’estate. Gli accessi a Google diventeranno un’opzione a partire dal 6 giugno. Una volta eseguita la migrazione del tuo account, sarai in grado di gestire i tuoi dati Fitbit dal Centro sulla privacy di Google.

È importante notare che Google non ti costringerà ancora a utilizzare un account Google per accedere al tuo account Fitbit. Tuttavia, se scegli di non migrare il tuo account su Google entro il 2025, non sarai più in grado di utilizzare il tuo dispositivo Fitbit o accedere ai tuoi dati Fitbit.

Più precisamente, dovresti effettuare il passaggio una volta che l’opzione sarà attiva la prossima settimana poiché alcune delle funzionalità di Fitbit non saranno accessibili senza un account Google. Inoltre, Google sta proponendo il nuovo requisito di accesso come più conveniente poiché gli utenti dovranno utilizzare solo una password per entrambi i loro account Fitbit e Google.

Gli accessi all’account Google saranno facoltativi solo per gli utenti Fitbit esistenti. Se non disponi già di un account Fitbit, avrai bisogno di un account Google durante la configurazione di un nuovo dispositivo Fitbit.

Il gigante della ricerca ribadisce inoltre che i dati Fitbit non verranno utilizzati per scopi pubblicitari in conformità con le normative UE. Tuttavia, alcune persone sono preoccupate per la possibilità che Google utilizzi questi dati per altri scopi, come annunci mirati.

Fitbit che fornisce le opzioni di accesso a Google non è esattamente sorprendente, dato che la società con sede a Mountain View ha annunciato lo scorso settembre che gli utenti sarebbero stati in grado di trasferire i dati Fitbit su Google nel 2023. Lo sviluppo più recente indica che la transizione è sulla buona strada.

L’aggiunta di un pulsante fisico al Sense 2 è una decisione saggia, in quanto sostituisce lo scomodo pulsante capacitivo. Tuttavia, dato che alcune delle funzionalità incentrate su Google non saranno disponibili al momento del lancio, è difficile consigliarlo rispetto all’originale.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: