Ora è il momento di iniziare a utilizzare TikTok per creare un pubblico e costruire una strategia di marca utilizzando la piattaforma dei social media, secondo un esperto del settore. Le aziende dovrebbero trarre vantaggio dai bassi tassi di annunci e dalla possibilità di ottenere una buona visibilità anche con un numero limitato di follower, ha affermato Aron Tzimas, chief creative officer e co-fondatore di Knotch.

Tzimas ha utilizzato l’esempio di Notion, un’azienda che aiuta le persone a organizzare e pianificare il proprio lavoro e la vita personale. Tzimas ha affermato che gli utenti hanno pubblicato video di TikTok su come stavano utilizzando lo strumento per organizzare le loro giornate in cui le interruzioni della pandemia hanno cambiato la vita quotidiana.

“Le persone si sentivano disorientate e insicure e avevano bisogno di struttura e guida, quindi stavano realizzando video su come stanno usando Notion per strutturare le loro vite”, ha detto.

Ciò ha portato più persone a pubblicare video su come utilizzano Notion, il che ha rafforzato la storia del marchio. Tzimas ha affermato che l’errore più grande che un’azienda possa commettere è non accedere alla piattaforma abbastanza velocemente.

LEGGI  TikTok ha scelto un acquirente americano, ma potrebbero esserci dei problemi

Tzimas gestisce la progettazione e il marketing dell’ingegneria del prodotto per la società di content intelligence, che tiene traccia di più metriche di un contenuto, dal modo in cui un lettore arriva all’articolo o al video a qualsiasi azione che la persona compie dopo aver consumato il contenuto.

Ecco tre motivi per cui le aziende dovrebbero costruire una presenza su TikTok.

L’algoritmo di TikTok è amichevole per i creatori e gli utenti

Tzimas descrive l’attuale iterazione dell’algoritmo di raccomandazione dei contenuti di TikTok come “super gentile”. Uno dei motivi è che l’algoritmo comprende anche gli utenti che non interagiscono con i video tramite Mi piace o commenti.

Tzimas ha affermato che un altro vantaggio dell’algoritmo è che gli account non hanno bisogno di molti follower per ottenere visualizzazioni significative.

“Puoi avere 50 follower e 100.000 visualizzazioni perché l’algoritmo è ottimizzato così bene”, ha detto.

“Puoi essere un utente TikTok passivo e sa ancora cosa ti piace”, ha detto.

La piattaforma si basa sulla copia di un’idea

Un altro motivo per cui la piattaforma è utile per i marchi è perché le storie e le idee vengono rafforzate quando gli utenti creano le proprie versioni del post iniziale di qualcun altro.

LEGGI  Il senato americano vieta TikTok da tutti i dispositivi governativi

“Amplifica la tua creatività iniziale, qualcosa che le persone potrebbero vedere come un annuncio su altre piattaforme”, ha detto.

TikTok ha raccolto i primi 10 tipi di contenuti per il 2020 in un elenco che copriva un po ‘di tutto, comprese playlist, meme e creatori migliori.

Gli hashtag popolari come #dontleaveme sono un altro modo per indirizzare il traffico. Questi video presentano giochi di parole e commedie fisiche: una persona fa un terribile gioco di parole e scappa mentre l’altra persona insegue dopo aver chiamato “Non lasciarmi”.

Le sfide di danza sono un altro buon modo per stimolare l’interesse; la sfida #blindinglights del 2020 ha ottenuto 3,5 miliardi di visualizzazioni.

La piattaforma ha anche vari filtri ed effetti visivi che i creatori possono utilizzare per modificare i video. Il #Timewarpscan era un hashtag principale del 2020 e utilizzava un effetto visivo per scansionare dall’alto di un video verso il basso cambiando l’aspetto visivo della persona da giovane a vecchio.

È economico creare contenuti e acquistare annunci

TikTok è la piattaforma di narrazione più economica disponibile in questo momento, ha detto Tzimas.

LEGGI  Facebook lancia 4 nuove funzionalità di e-commerce

“Non è un luogo in cui spendere enormi budget per creare contenuti raffinati”, ha detto.

Questa dinamica avvantaggia le aziende e i creatori di contenuti perché più è economico creare contenuti, più contenuti può creare un’azienda, ha affermato Tzimas. “Inoltre costringe i marchi a pensare alla strategia e ad essere molto più creativi”.

La piattaforma è più popolare tra i giovani di età compresa tra 16 e 24 anni, ma anche i giovani tra i 24 ei 44 anni sono una fetta significativa degli utenti. Tzimas ha detto che TikTok è il luogo in cui questi gruppi di età trascorrono il loro tempo.

“Quando Facebook ha iniziato a pubblicare annunci a pagamento, era super economico e molto efficace, e in questo momento è lo stesso per TikTok”, ha detto.

Ha anche incoraggiato i marchi a considerare di lavorare con stelle nascenti, non solo con creatori affermati.

“Devi avere il dito sul polso perché cambia così frequentemente”, ha detto.

La chiave è legare il contenuto alla strategia generale e agli obiettivi aziendali e quindi misurare l’impatto.

“Vuoi assicurarti che il tempo e lo sforzo siano legati a un risultato aziendale”, ha detto.