HomeNotizieL'elicottero della NASA su Marte è pronto per entrare in azione

L’elicottero della NASA su Marte è pronto per entrare in azione

Il rover Perseverance della NASA è quasi pronto a far cadere un elicottero dalla pancia.

Il velivolo da quattro libbre da 85 milioni di dollari, chiamato Ingenuity, potrebbe aprire la strada a un nuovo approccio all’esplorazione di altri pianeti. Come dimostrazione tecnologica, il drone effettuerà fino a cinque voli di prova su Marte a partire dall’8 aprile.

Il rover e il suo elicottero clandestino hanno già iniziato il loro viaggio verso un’aperta pianura marziana che fungerà da pista di atterraggio. Domenica, Perseverance ha lasciato cadere lo scudo a forma di chitarra che proteggeva l’elicottero, esponendo per la prima volta Ingenuity all’aria marziana.

Una telecamera del rover ha catturato il drone ripiegato contro il suo ventre. L’ingenuità si rivelerà presto – un processo che la NASA ha chiamato “origami inverso” – e tenterà i primi voli controllati su un altro pianeta.

“Usiamo droni ed elicotteri, qui sulla Terra, per ogni genere di cose per cui sono più adatti dei veicoli terrestri”, ha detto martedì Håvard Grip, capo pilota della NASA per Ingenuity, in una conferenza stampa.

Su altri pianeti, si pensa, esploratori aerei simili potrebbero fare tutto ciò che i rover non possono fare.

“Potrebbe essere per scopi di ricognizione – scattare foto per esplorare aree, potenziali obiettivi scientifici per futuri rover, o anche futuri astronauti su Marte”, ha detto Grip. “Oppure potrebbe trasportare i propri strumenti scientifici in aree dove non è possibile arrivare con un veicolo terrestre”.

La missione di Ingenuity è dimostrare che questo nuovo tipo di volo spaziale funziona. Quindi nelle prossime settimane, il drone deve aprirsi da solo, cadere dal ventre del rover, sopravvivere alle gelide notti marziane e volare nell’atmosfera più sottile che qualsiasi velivolo abbia mai provato.

L’ingegno deve sopravvivere a una breve caduta e alle gelide notti marziane

La NASA ha annunciato martedì che il team di Ingenuity ha scelto un campo d’aviazione: un pezzo di terreno pianeggiante di 33 per 33 piedi vicino al punto di atterraggio di Perseverance. Da lì, Ingenuity può decollare e atterrare in sicurezza, con una zona di volo lunga circa 300 piedi da esplorare in aria.

campo d'aviazione

Una volta che Perseverance raggiunge il campo d’aviazione, trascorrerà sei giorni a manovrare l’elicottero in posizione, permettendogli di dispiegarsi da solo. Quindi lascerà cadere Ingenuity gli ultimi 5 pollici a terra.

“Il giorno più stressante, almeno per me, sarà l’ultimo giorno in cui finalmente separeremo l’elicottero e lasceremo cadere Ingenuity a terra”, ha detto Farah Alibay, che guida il team responsabile dell’integrazione dell’elicottero in Perseverance. nel briefing.

Questo perché Perseverance deve indietreggiare rapidamente, esponendo i pannelli solari dell’elicottero in modo che possano caricarsi. Ciò sarà fondamentale, poiché le temperature della superficie di Marte durante la notte scendono fino a 130 gradi Fahrenheit negativi. L’ingegno può sopravvivere solo una notte in quelle condizioni intense senza fare il pieno di energia solare.

Dopo la sua prima sessione di ricarica, Ingenuity trascorrerà circa una settimana a testare i suoi sensori e motori. Se tutto è in ordine, sarà finalmente pronto per il volo.

Un mese di voli in elicottero su Marte

Poiché la comunicazione con i veicoli spaziali su Marte richiede pochi minuti dalla Terra, i controllori di terra non possono dirigere il volo di Ingenuity in tempo reale. Quindi gli ingegneri hanno progettato e programmato l’elicottero per effettuare fino a cinque voli autonomamente, nell’arco di 30 giorni marziani (circa un mese terrestre).

Marte ha un’atmosfera incredibilmente sottile – solo l’1% della densità di quella terrestre. Per catturare abbastanza aria, le quattro pale in fibra di carbonio dell’elicottero devono ruotare in direzioni opposte a circa 2.400 giri al minuto, circa otto volte più veloci di un elicottero passeggeri sulla Terra.

“Penso che la sfida più grande sarà che stiamo volando nell’atmosfera di Marte, che ha le sue dinamiche, i suoi venti, le raffiche di vento e così via”, ha detto nel briefing Bob Balaram, l’ingegnere capo della NASA per l’elicottero. . “Queste sono cose che abbiamo testato con le gallerie del vento nella nostra camera. Abbiamo una certa fiducia che tutto andrà bene. Ma non c’è niente che batte l’essere nell’ambiente reale di Marte per vedere quanto bene il volo e l’aerodinamica funzionano effettivamente”.

Il primo volo di Ingenuity metterà alla prova solo se l’elicottero può alzarsi con successo a pochi piedi da terra, rimanere sospeso per circa 30 secondi, quindi atterrare di nuovo. Da lì, ogni test diventerà più difficile dell’ultimo, culminando in un volo finale che potrebbe trasportare l’elicottero su 300 metri (980 piedi) di terreno marziano.

Anche un breve volo sarebbe un risultato importante.

“Sarà davvero un momento dei fratelli Wright, ma su un altro pianeta”, ha detto in un briefing MiMi Aung, project manager per il team elicotteri, prima che il rover atterrasse. “Ogni passo in avanti sarà il primo di un genere”.

Dopo che Ingenuity avrà terminato i suoi voli, Perseverance inizierà la sua missione principale: attraversare un ex delta del fiume e cercare segni di antichi microbi alieni .

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial