robot killer autonomi

Un drone armato “letale” “ha dato la caccia” e “ingaggiato a distanza” obiettivi umani senza l’autorizzazione dei suoi gestori durante un conflitto in Libia lo scorso anno, secondo un rapporto delle Nazioni Unite trattato per la prima volta da New Scientist questa settimana. Non è chiaro se ci siano state vittime, ma se confermato, sarebbe probabilmente la prima morte registrata effettuata da  un robot killer autonomo.

Nel marzo 2020, un quadricottero da attacco Kargu-2, che l’agenzia ha definito un “sistema d’arma autonomo letale”, ha preso di mira soldati e convogli in ritirata guidati da Khalifa Haftar dell’esercito nazionale libico  durante un conflitto civile con le forze governative libiche.

“I letali sistemi di armi autonome sono stati programmati per attaccare obiettivi senza richiedere connettività dati tra l’operatore e la munizione: in effetti, una vera capacità di ‘sparare, dimenticare e trovare'”, ha scritto nel rapporto il gruppo di esperti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulla Libia. .

LEGGI  La NASA ha speso 10 anni $ 1 miliardo per una singola torre di lancio

Non è confermato se nell’attacco siano stati uccisi soldati, anche se gli esperti delle Nazioni Unite lo insinuano. Il drone, che può essere diretto ad autodistruggersi all’impatto, è stato “altamente efficace” durante il conflitto in questione se utilizzato in combinazione con veicoli aerei da combattimento senza equipaggio, secondo il pannello. La battaglia ha provocato “perdite significative”, ha continuato, osservando che le forze di Haftar non avevano praticamente alcuna difesa contro gli attacchi aerei a distanza.

Il Kargu-2 è un cosiddetto drone vagabondo che utilizza algoritmi di apprendimento automatico e elaborazione di immagini in tempo reale per tracciare e coinvolgere autonomamente i bersagli. Secondo il produttore di armi turco STM , è specificamente progettato per la guerra asimmetrica e le operazioni antiterrorismo e ha due modalità operative, autonoma e manuale. Diversi possono anche essere collegati tra loro per creare uno sciame di droni kamikaze .

LEGGI  Google Play Store confronta app simili da installare sul tuo cellulare

Zachary Kallenborn, un affiliato di ricerca con la Divisione Armi non convenzionali e tecnologia del Consorzio nazionale per lo studio del terrorismo e le risposte al terrorismo, ha affermato che questo incidente potrebbe segnare una svolta terrificante nella guerra globale. Scrivendo per il Bollettino degli scienziati atomici , ha definito il dispiegamento del Kargu-2 “un nuovo capitolo nelle armi autonome, in cui vengono utilizzate per combattere e uccidere esseri umani basati sull’intelligenza artificiale”.

Ciò significa che puoi aggiungere “robot killer volanti” alla tua lista di paure plausibili previste dalla fantascienza.

LEGGI  21 super postazioni per veri appassionati di videogame (FOTO)

Diversi osservatori per i diritti umani e organizzazioni non governative hanno presentato una petizione per un divieto globale di sistemi di armi letali autonomi. Tuttavia, una coalizione di membri delle Nazioni Unite , compresi gli Stati Uniti, ha ferocemente sostenuto che non sono necessarie normative legali preventive dati i limiti della nostra tecnologia attuale, bloccando di fatto qualsiasi progresso sulla questione.