martedì, Febbraio 27, 2024

Licenziamenti Spotify: addio all’enciclopedia musicale EveryNoise

Spotify: LICENZIAMENTI E ADDIO A EVERYNOISE
Con i consistenti tagli al personale effettuati da Spotify lo scorso dicembre, gli utenti hanno fatto i conti con una rinuncia mal digerita da molti. Il sito noto come Every Noise at Once, o più semplicemente EveryNoise, ha infatti chiuso i battenti. Stiamo parlando di una sorta di enciclopedia musicale, una miniera d’oro per tutti gli appassionati del settore.

INTERVISTA A TECHCRUNCH E REAZIONE SU REDDIT
Intervistato da TechCrunch, lo stesso ha dichiarato come il progetto in questione si basava sull’applicazione della matematica per individuare artisti e relativo pubblico di riferimento, offrendo all’utenza l’opportunità di ampliare i propri orizzonti musicali. Allo stesso tempo, una volta comprese le dinamiche della morte di EveryNoise, su Reddit, Threads e X sono stati numerosi gli utenti che hanno dimostrato sconforto e critiche nei confronti di Spotify.

EVERYNOISE, MCDONALD E IL SUO LICENZIAMENTO
McDonald ha creato EveryNoise mentre lavorava presso The Echo Nest, una società acquisita da Spotify nel 2013. Nel corso degli anni la piattaforma ha raccolto oltre 6.000 generi musicali, andando a scovare le nicchie più sconosciute e catturando l’attenzione degli appassionati di tutto il mondo. Secondo i dati raccolti da Similarweb, l’enciclopedia musicale in questione ha avuto una media superiore alle 633.000 visite mensili nel 2023.

CONTRIBUTO DI MCDONALD AL CATALOGO DI SPOTIFY
Quando Spotify ha acquistato The Echo Nest, i dati raccolti da McDonald e ospitati su EveryNoise sono diventati la base del sistema di catalogazione che oggi contraddistingue Spotify. Il database di McDonald rappresenta le basi del Daily Mix a cui gli utenti dell’App musicale sono tanto affezionati e non solo, così come le sue Statistiche hanno contribuito anche alla creazione di Spotify Wrapped. Proprio riguardo quest’ultima introduzione, McDonald ha espresso tutta la sua amarezza “Il tempismo con i licenziamenti e il Wrapped è stato semplicemente triste. Ho ottenuto il mio premio avendo contribuito a Wrapped giusto dopo essere stato licenziato“.

Nel seguito dell’articolo, l’autore fornirà un’analisi approfondita della situazione e delle reazioni del pubblico e degli addetti ai lavori, inclusi i prossimi passi di Spotify in risposta a questa perdita significativa. Saranno coinvolte anche le reazioni di altri esperti del settore e si fornirà un’analisi delle possibili implicazioni a lungo termine per Spotify e la sua posizione nel mercato musicale.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: