mercoledì, Aprile 17, 2024

L’intelligenza artificiale arriverà su Gmail e Google Documenti

Google ha annunciato una suite di funzionalità AI generative imminenti per le sue varie pp Workspace, tra cui documenti Google, GMail, Fogli e Presentazioni.

Le funzionalità includono nuovi modi per generare, riassumere e fare brainstorming di testo con l’intelligenza artificiale in Google Docs (simile a quante persone utilizzano ChatGPT di OpenAI ), l’opzione per generare email complete in Gmail in base a brevi elenchi puntati degli utenti e la capacità di produrre Immagini, audio e video AI per illustrare le presentazioni in Presentazioni (simili alle funzionalità di entrambi

L’annuncio mostra l’entusiasmo di Google di mettersi al passo con i concorrenti nella nuova gara AI. Dall’arrivo di ChatGPT lo scorso anno e dal lancio da parte di Microsoft del suo Bing abilitato per chatbot questo febbraio, il gigante della ricerca si è affrettato a lanciare funzionalità AI simili. Secondo quanto riferito, la società ha dichiarato un ” codice rosso ” a dicembre, con l’alta dirigenza che ha detto al personale di aggiungere strumenti di intelligenza artificiale a tutti i suoi prodotti utente, che vengono utilizzati da miliardi di persone, nel giro di pochi mesi .

Ma Google sta decisamente superando se stesso. Sebbene la società abbia annunciato una serie di nuove funzionalità, solo la prima di queste – strumenti di scrittura AI in Docs e Gmail – sarà resa disponibile a un gruppo di “tester fidati” con sede negli Stati Uniti questo mese. (Questo è anche il modo in cui Google ha annunciato la disponibilità per il rivale di ChatGPT Bard .) Google afferma che queste e altre funzionalità saranno rese disponibili al pubblico più avanti nel corso dell’anno, ma non ha specificato quando.

Di seguito puoi vedere l’elenco completo delle funzionalità basate sull’intelligenza artificiale che secondo Google arriveranno nelle app di Workspace in futuro:

  • Crea bozze, rispondi, riepiloga e dai priorità al tuo Gmail
  • Fai brainstorming, correggi bozze, scrivi e riscrivi in ​​Documenti
  • Dai vita alla tua visione creativa con immagini, audio e video generati automaticamente in Presentazioni
  • Passa dai dati grezzi agli approfondimenti e all’analisi tramite il completamento automatico, la generazione di formule e la categorizzazione contestuale in Fogli
  • Genera nuovi sfondi e acquisisci note in Meet
  • Abilita i flussi di lavoro per svolgere le tue attività in Chat
Una GIF che mostra un assistente AI che genera una descrizione del lavoro in Google Documenti. Immagine: Google

Un esempio di intelligenza artificiale in Google Documenti che trasforma un prompt in una descrizione completa del lavoro.

Di tutte le nuove funzionalità, gli strumenti di scrittura e brainstorming AI in Docs e Gmail sembrano i più potenzialmente utili. In una demo di esempio (GIF sopra), a un utente viene mostrato il prompt “Aiutami a scrivere” e quindi inserisce una richiesta: “Offerta di lavoro per un rappresentante di vendita regionale”. Il sistema di intelligenza artificiale completa quindi le specifiche del lavoro per loro in pochi secondi, consentendo loro di modificare e perfezionare il testo.

Google espande queste potenziali funzioni nel suo comunicato stampa: “Che tu sia un professionista delle risorse umane impegnato che ha bisogno di creare descrizioni di lavoro personalizzate o un genitore che redige l’invito per la festa di compleanno a tema pirata di tuo figlio, Workspace ti fa risparmiare tempo e fatica di scrivere quella prima versione. Digita semplicemente un argomento di cui desideri scrivere e verrà immediatamente generata una bozza per te. Con il tuo partner Al collaborativo puoi continuare a perfezionare e modificare, ricevendo più suggerimenti se necessario.

Una funzionalità simile consentirà agli utenti di riscrivere il testo o espanderlo utilizzando strumenti di intelligenza artificiale. Quindi, dice Google, potresti annotare alcuni punti elenco su una riunione di lavoro. Google Docs può quindi espandere questo in un “riepilogo più raffinato”, con gli utenti in grado di specificare manualmente il tono (se dovrebbe essere “più stravagante” o “formale”, ad esempio). In una demo video, Google mostra l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per scrivere messaggi di marketing personalizzati per i clienti, trasformando i punti elenco in un’e-mail completa e riassumendo i contenuti di una lunga catena di e-mail in Gmail. (Ancora una volta, queste sono funzionalità in qualche modo familiari. Slack ha recentemente annunciato che utilizzerà ChatGPT per creare riepiloghi simili di discussioni, ad esempio.)

Un esempio di caso d'uso mostra l'intelligenza artificiale in Gmail che trasforma i punti elenco in un'e-mail completa e formale. Una GIF che mostra gli strumenti AI di Google in Gmail che si espandono in punti elenco.

È da notare che si dice che Microsoft stia creando funzionalità simili nella sua suite di app Office, tra cui Word, Teams e Outlook. Microsoft ha notoriamente sconvolto Google quest’anno con il lancio del nuovo Bing. Il CEO Satya Nadella ha descritto la ricerca assistita dall’intelligenza artificiale come un nuovo paradigma che potrebbe spodestare Google dal suo trono. Ma sembra che le due società competeranno anche nel mondo del software di produttività. Microsoft ha programmato un evento in cui illustrerà in dettaglio i suoi piani per ” il futuro del lavoro con l’IA ” entro questa settimana, il 16 marzo.

Naturalmente, anche la fretta di lanciare prodotti AI ha i suoi pericoli. I programmi di generazione di testo AI sono notoriamente inaffidabili, spesso “allucinando” false informazioni e presentandole con assoluta sicurezza. Sono anche inclini a rigurgitare pregiudizi razziali e di genere presenti nei loro dati di addestramento.

Man mano che Google integra questa tecnologia nel suo software aziendale, questi errori potrebbero causare grossi problemi. Cosa succede se, ad esempio, i riepiloghi AI di Google delle tue riunioni attribuiscono erroneamente citazioni o idee? O se le tue e-mail di marketing generate dall’intelligenza artificiale inventano nuovi clienti o prodotti? Nel suo comunicato stampa di oggi, Google ha offerto un disclaimer standard: “A volte l’intelligenza artificiale sbaglia le cose, a volte ti delizia con qualcosa di insolito e spesso richiede una guida”. Ma mentre gli utenti possono vedere il lato divertente del chatbot Bing di Microsoft andare fuori dai binari , potrebbero prendere meno gentilmente un’intelligenza artificiale “insolita” che costa loro denaro.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: