HomeCriptovaluteL'inverno delle criptovalute sta arrivando

L’inverno delle criptovalute sta arrivando

L’inverno delle criptovalute sta arrivando, così come i licenziamenti delle criptovalute.

Diversi scambi di criptovalute hanno annunciato licenziamenti che, secondo i calcoli di Insider, aggiungeranno fino a circa 1.700 tagli di posti di lavoro in totale. Ecco una carrellata di cui le principali società di criptovalute hanno annunciato i licenziamenti finora a giugno:

  • Gemini ha dichiarato il 2 giugno che taglierà circa il 10% della sua forza lavoro. L’azienda ha circa 1.000 dipendenti , il che significa che 100 saranno licenziati.
  • Crypto.com ha annunciato l’11 giugno che avrebbe licenziato il 5% della sua forza lavoro, ovvero 260 dipendenti.
  • Il 14 giugno, BlockFi ha dichiarato che stava riducendo del 20% la sua forza lavoro composta da 850 dipendenti, ovvero 170 dipendenti.
  • Coinbase ha dichiarato lo stesso giorno che stava licenziando il 18% della sua forza lavoro, ovvero 1.100 dipendenti.

Anche gli scambi più piccoli non sono stati risparmiati:

  • L’argentina Buenbit ha dichiarato il 23 maggio di aver tagliato circa il 45% della sua forza lavoro, che è stimato a 80 dipendenti, secondo i calcoli di CoinDesk .
  • Bitso , con sede in Messico, ha dichiarato il 26 maggio di aver licenziato 80 dipendenti.

I licenziamenti sono già iniziati su Crypto.com, BlockFi e Coinbase, secondo numerosi resoconti dei media e post di LinkedIn. I cofondatori di Gemini hanno dichiarato in un post sul blog che i dipendenti interessati sono stati informati il ​​2 giugno. Sia Buenbit che Bitso hanno affermato che i licenziamenti sono iniziati.

I leader dell’azienda hanno attribuito l’ondata di ridimensionamento alle condizioni del mercato.

“Sembra che stiamo entrando in una recessione dopo un boom economico di oltre 10 anni. Una recessione potrebbe portare a un altro inverno crittografico e potrebbe durare per un lungo periodo”, ha affermato Brian Armstrong, CEO e cofondatore di Coinbase, in un post sul blog del 14 giugno, in cui ha annunciato i licenziamenti.

In un post sul blog del 14 giugno in cui annunciavano che avrebbero rallentato la crescita dell’organico, i cofondatori di BlockFi Zac Prince e Flori Marquez hanno scritto che “il nostro obiettivo numero uno è stato quello di raggiungere la redditività in modo da poter possedere il nostro destino mentre navighiamo in ciò che molti si aspettano essere una recessione globale estesa”.

L’inverno delle criptovalute, o il crollo multimiliardario dei prezzi delle criptovalute, arriva dopo che il settore ha raggiunto livelli record alla fine del 2021. Il mercato globale delle criptovalute ha raggiunto il picco di $ 3 trilioni a novembre, rendendolo più prezioso di Microsoft o Apple all’epoca.

Ma ora, i timori di una recessione imminente e l’aumento dell’inflazione stanno spingendo gli investitori a fuggire dalle criptovalute. A partire da mercoledì, il mercato delle criptovalute vale circa $ 903,2 miliardi, per CoinMarketCap .

Uno dei principali scambi di criptovalute si distingue dai suoi concorrenti. I leader di Binance hanno affermato all’inizio di questo mese che la società potrebbe ancora permettersi di assumere più di 2.000 ruoli quest’anno.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial