mercoledì, Aprile 17, 2024

Lo specchio BMind: riconosce e consiglia attività anti-stress

LO SPECCHIO INTELLIGENTE CHE TI ASCOLTA E TI CONSIGLIA

Uno specchio dotato di sistema operativo, che può parlare, grazie all’uso dell’IA generativa, e che suggerisce esercizi e altre attività antistress se rileva che l’utente soffre di insonnia o è di cattivo umore. Baracoda, azienda che realizza prodotti dedicati al benessere, ha annunciato BMind, che “offre consigli ed esperienze personalizzati in base allo stato mentale dell’utente”.

IL FUNZIONAMENTO DI BMIND

Il sistema prevede il riconoscimento dei gesti e i comandi vocali, oltre al “rilevamento delle intenzioni”. Secondo Baracoda, “diversamente dalle applicazioni mobile, BMind è adatto a qualunque bagno, permette agli utenti di valutare il loro stato mentale e selezionare esercizi e attività consigliate per migliorare il loro umore”. BMind sfrutta il sistema operativo CareOS, che Baracoda propone anche alle aziende di terze parti per la realizzazione di specchi intelligenti, e include un sistema di IA generativa per le conversazioni, oltre a sistemi di elaborazione del linguaggio naturale per analizzare come si sente l’utente di fronte allo specchio.

LE FUNZIONALITÀ DI BMIND

Lo specchio “identifica i vari sentimenti e si adatta all’umore dell’utente fornendo sessioni di terapie luminosa ed esercizi di consapevolezza autogenerati e personalizzati come la meditazione guidata e di auto-affermazione”, spiega Baracoda. Per interpretare le espressioni, i gesti e il linguaggio, BMind si appoggia su un modello di linguaggio di grandi dimensioni. Baracoda specifica che CareOS archivia le informazioni personali in locale e non le condivide se non con l’esplicito consenso dell’utente.

LA DISPONIBILITÀ DI BMIND

BMind sarà disponibile entro la fine dell’anno per 500 dollari.

CONCLUSIONE

L’avvento di BMind rappresenta un passo avanti nel settore della Tecnologia indossabile e dell’Intelligenza Artificiale applicata al benessere. La capacità di un dispositivo come uno specchio di riconoscere le emozioni e proporre attività per migliorare lo stato d’animo dell’utente apre nuove prospettive per il supporto alla salute mentale e al benessere quotidiano. Resta da vedere come questa tecnologia verrà accolta dal pubblico e quali saranno le sue effettive implicazioni sul miglioramento della qualità della vita. Sicuramente, BMind rappresenta un esempio di come la tecnologia possa essere utilizzata in modo creativo e innovativo per rispondere a esigenze sempre più complesse legate al benessere personale.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: