sabato, Luglio 13, 2024

Lo straordinario incontro tra Steve Jobs, Andy Warhol e Sean Lennon

STEVE JOBS, ANDY WARHOL E LA MAGIA DEL MACINTOSH

Della storia della nascita di Apple, di come i suoi co-fondatori abbiano unito le forze e combinato le loro “visioni” per dare vita a prodotti che hanno cambiato per sempre la storia dell’informatica, non mancano articoli né libri. Ci sono poi quelle testimonianze (anche fotografiche) che arricchiscono un racconto che è già straordinario di suo. Non tutti ad esempio sanno che alla festa del nono compleanno del figlio di John Lennon e Yoko Ono, Steve Jobs ebbe modo di mostrare a Andy Warhol e Keith Haring la “magia” del Macintosh.

UN EVENTO ECCEZIONALE

A riportare questo evento (dalla fonte Apple Alumni – First Generation) è Michael Darius, un designer che lavorato per diversi anni proprio alla Apple. In un suo recente post su X, Darius racconta che Steve Jobs ricevette un invito da David Sheff (che stava scrivendo un articolo su di lui) per la festa di compleanno di Sean Lennon, secondogenito del Beatles John Lennon e Yoko Ono. Era il 9 ottobre 1984.

LA SCENA INCREDIBILE

In quel momento entrarono nella stanza altri ospiti, tra cui Andy Warhol e Keith Haring. Il primo rimase profondamente colpito dal Macintosh, da quello che era possibile fare con questo computer. «Cos’è questo? Guarda, Keith. È incredibile!», disse a Keith Haring. Pochi minuti dopo, uno dei massimi esponenti della Pop art si avvicinò incuriosito al computer e Steve Jobs gli spiegò il funzionamento del mouse guidandolo con la sua stessa mano.

UNA REAZIONE INSOLITA

Dopo alcuni minuti di silenzio e di massima concentrazione, Warhol alzò lo sguardo soddisfatto: «Guarda! Keith! Ho disegnato un cerchio!».

L’IMPATTO DELLA DEMONSTRAZIONE

Questa anecdote mostra quanto il Macintosh fosse rivoluzionario e innovativo per l’epoca. Persone come Andy Warhol, abituate a lavorare con strumenti tradizionali nel campo dell’arte, si sono trovate di fronte a un nuovo modo di creare, disegnare e interagire con la Tecnologia. Steve Jobs, con il suo genio e la sua passione, ha saputo mostrare a personalità iconiche come Warhol il potenziale del suo prodotto.

CONCLUSIONE

La storia della nascita di Apple è ricca di episodi straordinari, di incontri e di momenti che hanno segnato profondamente il mondo dell’informatica e della tecnologia. La dimostrazione del Macintosh a Warhol e Haring è solo uno di questi episodi, ma rappresenta bene l’essenza e la visione di Steve Jobs e della sua squadra. La magia del Macintosh ha continuato a ispirare generazioni di creatori e innovatori, dimostrando che il connubio tra arte e tecnologia può portare a risultati straordinari.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: