sabato, Aprile 13, 2024

Lo sviluppo del supercomputer Stargate di Microsoft e OpenAI per l’intelligenza artificiale

Microsoft E OPENAI ANNUNCIANO LA CREAZIONE DI UN SUPERCOMPUTER PER L’Intelligenza Artificiale

La collaborazione tra Microsoft e OpenAI prosegue a ritmo serrato con l’azienda di Redmond, guidata da Satya Nadella, che ha acquistato ancora maggiore “voce in capitolo” dopo il ritorno di Sam Altman alla guida della società focalizzata sulle soluzioni di intelligenza artificiale. Stando a fonti vicine alle due aziende, Microsoft e OpenAI stanno lavorando sullo sviluppo di un enorme datacenter per ospitare un supercomputer incentrato sull’intelligenza artificiale e dotato di milioni di GPU. Il supercomputer, battezzato Stargate, potrebbe costare oltre 115 miliardi di dollari.

LA CORSA PER LA CREAZIONE DI STARGATE, SUPERCOMPUTER DA 115 MILIARDI

Creare un datacenter adatto a ospitare Stargate rappresenta tuttavia una sfida davvero impegnativa. I design attuali richiederebbero l’inserimento di molte più GPU in un singolo rack rispetto a quanto Microsoft è abituata a fare, con il preciso obiettivo di aumentare l’efficienza e le prestazioni dei chip. Ovviamente, una configurazione del genere rende ancora più severi i requisiti in termini di dissipazione del calore. Stargate sarebbe un supercomputer di “fase 5”; entro il 2026, tuttavia, Microsoft e OpenAI potrebbero lanciare un sistema di “fase 4” a costo inferiore, pur necessitando di fonti di alimentazione impegnative (“almeno diversi gigawatt“). Le due società stanno valutando alternative come l’impiego dell’energia nucleare.

RIDURRE LA DIPENDENZA DA AZIENDE COME NVIDIA

I dettagli della progettazione di Stargate non sono ancora noti, ma uno degli intenti di Microsoft e OpenAI potrebbe essere quello di allontanarsi progressivamente dalla dipendenza da NVIDIA. OpenAI, ad esempio, sostiene di preferire l’utilizzo di connessioni Ethernet evitando di usare lo standard di comunicazione InfiniBand di NVIDIA. Per il momento, la collocazione fisica del nuovo supercomputer Stargate non sarebbe stata ancora decisa ufficialmente. Non è dato sapere, inoltre, se sarà realizzato come un unico datacenter oppure combinando più centri di elaborazione dati vicini tra loro. L’anno scorso, Microsoft ha svelato il suo processore ARM da 128 core per datacenter e le GPU Maia 100, specificamente destinate ai progetti di intelligenza artificiale. L’azienda della quale Nadella è il timoniere starebbe inoltre sviluppando la sua attrezzatura di rete per i datacenter impegnati nella gestione di carichi di lavoro legati all’intelligenza artificiale. A fronte della crescente domanda di GPU per l’intelligenza artificiale, è piuttosto scontato che realtà quali Microsoft e OpenAI cerchino di equipaggiarsi con le proprie opzioni, senza per forza dover dipendere da altri fornitori, come NVIDIA.

In conclusione, la partnership tra Microsoft e OpenAI per la creazione di Stargate, un supercomputer da 115 miliardi di dollari, rappresenta un passo significativo nell’avanzamento dell’intelligenza artificiale. Con l’obiettivo di ridurre la dipendenza da aziende come NVIDIA e di migliorare le prestazioni dei chip, le due società si preparano a sfidare i limiti attuali della Tecnologia per portare l’IA a nuovi livelli di potenza e versatilità. Resta da vedere come si evolverà il progetto Stargate e quali saranno le conseguenze sulla ricerca e lo sviluppo nel settore dell’intelligenza artificiale.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: