giovedì, Luglio 25, 2024

Meglio un modello di TV 2023 in promozione oggi o uno 2024 domani? – Consigli per la scelta giusta

NUOVI MODELLI 2024: ASPETTARE O ABBRACCIARE L’OFFERTA DEL 2023?

Ancora un paio di mesi e nei negozi cominceranno ad affacciarsi i nuovi modelli 2024 di televisori. Quest’anno ci saranno due grandi eventi sportivi (e televisivi), Olimpiadi di Parigi e gli Europei di Calcio in Germania, e l’accensione del primo mux DVB-T2 della RAI, per cui potrebbe essere l’occasione per cambiare televisore. Sono anche mesi di buone offerte sui modelli di TV dello scorso anno, da qui il dilemma: meglio aspettare i prodotti nuovi o lanciarsi su una ghiotta occasione su un modello 2023? Ecco qualche consiglio per fare la scelta giusta.

IL 2024 NON SARÀ UN ANNO DI CLAMOROSE NOVITÀ TECNOLOGICHE

Partiamo da un punto fondamentale: dopo l’infornata di annunci del CES 2024 di Las Vegas, una cosa è chiara: quest’anno non vedremo novità clamorose sui nuovi modelli di TV, ma il consolidamento di alcuni trend già emersi nell’ultimo paio di anni. I maggiori nomi del settore, Samsung, LG, Hisense, TCL, Sony, Panasonic, TP Vision, proseguiranno sostanzialmente nel solco già tracciato nell’ultimo paio d’anni, proponendo aggiornamenti di gamma con piccoli miglioramenti incrementali, salvo due eccezioni su cui torneremo più avanti.

Ci sarà ad esempio sempre più offerta di tagli di grande formato, con sempre più modelli da 98 pollici e oltre. Migliorerà sempre più la luminosità di picco degli schermi per quanto riguarda la fruizione dei contenuti in formato HDR, grazie all’arrivo di nuove generazioni di pannelli OLED sviluppati da LG Display e Samsung Display da una parte, e un continuo focus dei produttori di mini LED sull’incrementare la potenza di questa Tecnologia di retroilluminazione, che si consoliderà sempre più in particolare sulla fascia media. Sul versante gaming, tutti i produttori di TV offriranno modelli ora in grado di visualizzare Video fino a 144 Hz quando si collega un PC per i Videogiochi. Crescerà anche il ricorso a tecniche basate su Intelligenza Artificiale per migliorare la qualità dell’immagine (soprattutto sul fronte dell’upscaling) e del suono. Samsung e LG, in particolare, introducono quest’anno la possibilità di processare separatamente i dialoghi in ogni tipo di contenuto, in modo da ottimizzare la resa audio sui diffusori integrati, che non subiscono altrimenti grosse evoluzioni rispetto al passato.

Per leggere l’intero articolo, visita il link qui.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: