HomeMetaversoMeta avvia un'indagine: un donna è stata palpeggiata nel metaverso

Meta avvia un’indagine: un donna è stata palpeggiata nel metaverso

Una donna ha detto di essere stata palpeggiata da uno sconosciuto mentre lavorava come beta tester sulla piattaforma Horizon Worlds di Meta.

Horizon World consente agli utenti di socializzare e giocare con un massimo di altri 20 avatar. In un post nel gruppo Facebook ufficiale dei beta tester, la donna senza nome ha affermato che il suo avatar è stato tentato da uno sconosciuto  e che altri utenti avevano sostenuto l’incidente.

“Le molestie sessuali non sono uno scherzo su Internet normale, ma essere in realtà virtuale aggiunge un altro livello che rende l’evento più intenso”, ha scritto la donna. Ha detto che l’incidente è avvenuto nel Plaza, una delle aree principali in cui le persone si radunano, secondo The Verge.

Il 9 dicembre, Meta ha aperto la sua versione di Horizon Worlds agli utenti di età pari o superiore a 18 anni in Nord America. Si pensa che la piattaforma assomigli da vicino alla visione del metaverso di Mark Zuckerberg.

A seguito del post della donna, Meta ha avviato un’indagine interna sull’incidente che, secondo MIT Technology Review , si è verificato il 26 novembre. La donna ha scritto il post il 1 dicembre, secondo quanto riportato dalla pubblicazione.

Ha aggiunto che Meta ha concluso che al momento dell’incidente, la vittima non aveva attivato una funzione di sicurezza progettata per prevenire molestie sulla piattaforma.

Vivek Sharma, VP di Horizon di Meta, ha definito l’incidente “assolutamente sfortunato”, ma ha detto a The Verge che è stato un buon feedback perché voleva rendere lo strumento di blocco della zona sicura “banale e facile da trovare”.

Safe Zone può essere attivata dagli utenti se si sentono minacciati sulla piattaforma. La funzione è progettata per impedire ad altri utenti di interagire con loro.

Kristina Milian, portavoce di Meta, ha dichiarato a MIT Technology Review che l’azienda continuerà a migliorare la sua interfaccia utente per capire come vengono utilizzati i suoi strumenti e consentire agli utenti di segnalare i problemi in modo semplice e affidabile.

Meta, che è stato rinominato da Facebook nell’ottobre 2021 , ha dovuto affrontare ripetute accuse secondo cui non riesce a mantenere gli utenti al sicuro sulle sue piattaforme.

Una serie di documenti rilasciati dall’informatore Frances Haugen ha fatto luce sulle pratiche interne dell’azienda.

La ricerca interna di Facebook ha mostrato che Instagram ha avuto un effetto negativo sulla salute mentale degli adolescenti, secondo un documento. I leader dell’azienda hanno anche ripetutamente respinto le preoccupazioni sulle pratiche commerciali di Meta.

A novembre, il FT ha rivelato un memo separato trapelato in cui il dirigente di Meta Andrew Bosworth ha affermato che era “praticamente impossibile” moderare il comportamento degli utenti del metaverse su una scala significativa.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial