sabato, Marzo 2, 2024

Meta vuole “introdurre agenti AI a miliardi di persone”

Meta vede “un’opportunità per presentare agenti di intelligenza artificiale a miliardi di persone in modi che saranno utili e significativi”, ha detto oggi il CEO Mark Zuckerberg agli investitori.

Mentre era vago su come esattamente Meta aggiungerà l’IA generativa alle sue app, Zuckerberg ha fornito l’anteprima più dettagliata durante la chiamata agli utili dell’azienda per il primo trimestre di quest’anno, quando ha segnalato $ 28,6 miliardi di entrate e un record di 2 miliardi di utenti giornalieri dell’app Facebook, battendo le stime di Wall Street. L’utile di Meta per il trimestre è stato di 5,7 miliardi di dollari, un calo del 24% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

“Stiamo esplorando esperienze di chat in WhatsApp e Messenger, strumenti di creazione visiva per post su Facebook e Instagram e annunci, e nel tempo anche esperienze video e multimodali”, ha affermato Zuckerberg durante la chiamata agli utili. “Mi aspetto che questi strumenti saranno preziosi per tutti, dalle persone normali ai creatori alle aziende. Ad esempio, mi aspetto che molto interesse per gli agenti di intelligenza artificiale per la messaggistica aziendale e l’assistenza clienti arriverà una volta che avremo realizzato quell’esperienza. Nel tempo, questo si estenderà anche al nostro lavoro sul metaverso, dove le persone saranno molto più facilmente in grado di creare avatar, oggetti, mondi e codice per legarli tutti insieme.

“Non siamo più indietro nella costruzione della nostra infrastruttura AI”

Con la distrazione del rebranding dell’azienda e l’attenzione di Zuckerberg sul metaverso, inizialmente Meta trascinava i piedi sulla costruzione dell’infrastruttura di cui ha bisogno per supportare questo tipo di funzionalità di intelligenza artificiale, portandola a spendere miliardi di dollari per rinnovare i suoi data center negli ultimi trimestri. Oggi, Zuckerberg ha affermato che “non siamo più indietro nella costruzione della nostra infrastruttura di intelligenza artificiale” e ha anticipato che i prodotti di intelligenza artificiale generativa verranno rilasciati nei prossimi mesi.

Il successo senza precedenti di ChatGPT di OpenAI ha reso l’IA generativa la tendenza tecnologica du jour, con Google, Meta e giocatori più piccoli come Snap che ora corrono per creare applicazioni concorrenti. Mentre Meta ha rilasciato ai ricercatori un modello di linguaggio AI chiamato LLaMA all’inizio di quest’anno, deve ancora debuttare qualcosa che assomigli a ChatGPT in un modo che sia ampiamente accessibile.

Sembra che non sarà così ancora per molto. Zuckerberg ha affermato oggi che l’IA generativa “toccherà letteralmente ognuno dei nostri prodotti” e ha accennato a come la tecnologia potrebbe accelerare in modo specifico la nascente attività di assistenza clienti di WhatsApp. “Una volta che avrai abilitato la capacità di decine di milioni di agenti di intelligenza artificiale che agiscono per loro conto, avrai molte più aziende che possono permettersi di avere persone impegnate in chat”, ha affermato.

Sebbene Meta possa orientarsi verso l’intelligenza artificiale come il resto del settore, non si arrende al metaverso, secondo Zuckerberg. Ha affermato che “la narrativa che si è sviluppata secondo cui Meta si sta allontanando dal metaverso” non è “accurata”, come evidenziato dal previsto debutto del prossimo visore Quest VR entro la fine dell’anno. La divisione Reality Labs di Meta ha riportato una perdita netta di 4 miliardi di dollari lo scorso trimestre e la società ha dichiarato di aspettarsi che “le perdite operative aumenteranno di anno in anno nel 2023”.

Per ulteriori informazioni su Meta e sui guadagni Big Tech di questa settimana, assicurati di iscriverti a my Riga di comando notiziario. Il primo mese è gratuito:

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: