sabato, Marzo 2, 2024

Microsoft offrirà aggiornamenti di sicurezza a pagamento per Windows 10

Microsoft consentirà ai consumatori di pagare per gli aggiornamenti di Sicurezza estesi (ESU) per Windows 10 quando il supporto per il sistema operativo terminerà nel 2025. Il colosso del Software di solito offre solo aggiornamenti di sicurezza a pagamento per le organizzazioni che devono continuare a eseguire versioni precedenti, ma ora prevede di offrirli ai privati ​​per la prima volta tramite un servizio di abbonamento annuale invece di estendere la data di fine del supporto per Windows 10.

“Anche se consigliamo vivamente di passare a Windows 11, comprendiamo che ci sono circostanze che potrebbero impedirti di sostituire i dispositivi Windows 10 prima della data di fine del supporto. Pertanto, Microsoft offrirà aggiornamenti di sicurezza estesi”, spiega Microsoft in un post sul blog. “Il programma ESU per Windows 10 includerà aggiornamenti di sicurezza critici e/o importanti. Gli ESU non includono nuove funzionalità, aggiornamenti non di sicurezza richiesti dai clienti o richieste di modifica della progettazione. Non è inoltre disponibile alcun supporto tecnico al di fuori dell’ESU stessa”.

La data di fine del supporto di Windows 10 è il 14 ottobre 2025, poco più di 10 anni dopo il primo lancio del sistema operativo da parte di Microsoft. Molti si aspettavano che Microsoft estendesse il supporto di Windows 10, soprattutto perché è ancora ampiamente utilizzato e c’era un divario così grande (quasi sei anni) tra Windows 10 e Windows 11. Quindi è una sorpresa che Microsoft offra agli utenti abituali lo stesso programma ESU disponibile alle imprese tre anni di patch di sicurezza aggiuntive.

“Se sei un singolo consumatore o un’organizzazione che sceglie di continuare a utilizzare Windows 10 dopo la fine del supporto il 14 ottobre 2025, avrai la possibilità di iscrivere il tuo PC al programma a pagamento Extended Security Updates (ESU)”, spiega Microsoft in una pagina delle domande frequenti. Microsoft non ha ancora fornito dettagli sui prezzi per le sue patch di sicurezza estese per Windows 10. “Maggiori dettagli, compresi i prezzi, verranno forniti in un secondo momento”, afferma Microsoft.

È una mossa a sorpresa dal lato dei consumatori che arriva poche settimane dopo che Microsoft ha rivelato che stava “rivisitando” il suo approccio a Windows 10. Microsoft sta aggiungendo il suo Copilot basato sull’intelligenza artificiale a Windows 10 e sta facendo “ulteriori investimenti” che potrebbero includere funzionalità AI aggiuntive in il futuro. Microsoft, tuttavia, non ha in programma alcun aggiornamento importante per Windows 10.

Windows 10 è ancora un sistema operativo incredibilmente popolare, soprattutto perché mancano meno di due anni di supporto fino a quando non dovrai passare a Windows 11 (o qualunque cosa venga dopo) o pagare per gli aggiornamenti di sicurezza. Il supporto di Windows 7 è terminato nel 2020, poco più di 10 anni dopo il suo lancio, e gli aggiornamenti di sicurezza estesi sono terminati all’inizio di quest’anno. Il supporto mainstream per Windows XP è terminato dopo soli otto anni, mentre il supporto esteso è terminato dopo quasi 13 anni.

Microsoft potrebbe comunque essere costretta a offrire aggiornamenti di sicurezza gratuiti per Windows 10 oltre la data di fine del supporto. Windows XP ha ricevuto una patch molto insolita nel 2017, tre anni dopo la fine del supporto esteso, per prevenire un grande attacco ransomware. Se Windows 10 dovesse cadere vittima di qualcosa di simile in futuro, potremmo vedere ripetuto un passo simile.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: