mercoledì, Giugno 12, 2024

Microsoft punta al nucleare per alimentare le sue ambizioni di intelligenza artificiale

Microsoft ritiene che i reattori nucleari di prossima generazione possano alimentare i suoi data center e le ambizioni dell’Intelligenza Artificiale, secondo un annuncio di lavoro per un principale responsabile del programma che guiderà la strategia sull’energia nucleare dell’azienda.

I data center utilizzano già moltissima elettricità, il che potrebbe vanificare gli obiettivi climatici dell’azienda a meno che non riesca a trovare fonti di energia pulita. L’intelligenza artificiale affamata di energia rende questa sfida ancora più grande da superare per l’azienda. L’intelligenza artificiale ha dominato l’evento Surface di Microsoft la scorsa settimana.

L’energia nucleare non crea emissioni di gas serra. Anche così, potrebbe anche aprire un nuovo vaso di fiori quando si tratta di gestire i rifiuti radioattivi e costruire una catena di approvvigionamento dell’uranio. Il ruolo che l’energia nucleare dovrebbe svolgere nella lotta al cambiamento climatico è ancora oggetto di accesi dibattiti, ma il co-fondatore di Microsoft, Bill Gates, è da tempo un grande sostenitore di questa Tecnologia.

Il ruolo che l’energia nucleare dovrebbe svolgere nella lotta al cambiamento climatico è ancora oggetto di accesi dibattiti

Sulla base del nuovo elenco di posti di lavoro, sembra che Microsoft stia scommettendo sui reattori nucleari avanzati come risposta. Il lavoro pubblicazione dice che sta assumendo qualcuno per “guidare iniziative di progetto per tutti gli aspetti delle infrastrutture dell’energia nucleare per la crescita globale”.

Microsoft è specificamente alla ricerca di qualcuno che possa implementare un piano per piccoli reattori modulari (SMR). Tutto il clamore intorno al nucleare in questi giorni ruota attorno a questi reattori di prossima generazione. A differenza dei loro predecessori più vecchi e molto più grandi, questi reattori modulari dovrebbero essere più facili ed economici da costruire. Per fare un confronto, l’ultimo grande reattore nucleare costruito negli Stati Uniti finalmente è entrato in linea quest’estate circa 17 miliardi di dollari oltre il budget dopo sette anni di ritardi.

La Commissione di regolamentazione nucleare degli Stati Uniti ha appena certificato per la prima volta a gennaio un progetto SMR, che consente alle società di servizi pubblici di scegliere il progetto quando richiedono una licenza per una nuova centrale elettrica. E potrebbe inaugurare un capitolo completamente nuovo per l’energia nucleare.

Anche così, ci sono ancora dei nodi da risolvere se Microsoft vuole fare affidamento sugli SMR per alimentare i data center in cui risiedono il suo cloud e l’intelligenza artificiale. Un SMR richiede un combustibile di uranio più altamente arricchito, chiamato HALEU, rispetto ai reattori tradizionali di oggi. Finora la Russia è stata il principale fornitore mondiale di HALEU. Negli Stati Uniti c’è una spinta per costruire una catena di approvvigionamento nazionale di uranio, contro la quale le comunità vicine alle miniere e agli stabilimenti di uranio stanno già combattendo. Poi c’è la questione di cosa fare con le scorie nucleari, quali anche una flotta di SMR può generare quantità significative di e gli Stati Uniti stanno ancora cercando di capire come immagazzinare a lungo termine.

Microsoft non ha risposto alle domande di Il limite sui suoi piani per il nucleare di prossima generazione o su come potrebbe affrontare le sfide che potrebbero comportarlo. Gates è anche il fondatore e presidente di TerraPower, un incubatore che sviluppa progetti SMR. La società “non ha attualmente alcun accordo per vendere reattori a Microsoft”, ha detto alla CNBC. Microsoft ha già un accordo per acquistare crediti di energia pulita dall’azienda canadese Ontario Power Generation, che è sulla buona strada per diventare la prima azienda a implementare un SMR in Nord America. Axios rapporti.

Microsoft ha anche stretto un accordo audace per acquistare elettricità da una società chiamata Helion che sta sviluppando una centrale elettrica a fusione ancora più futuristica. Sia i reattori nucleari della vecchia scuola che i progetti SMR generano elettricità attraverso il nucleare fissione, che è la scissione degli atomi. Nucleare fusione, implica forzare gli atomi insieme come fanno le stelle per creare la propria energia. Un reattore a fusione è una sorta di Santo Graal: sarebbe una fonte di abbondante energia pulita che non creerebbe gli stessi rifiuti radioattivi della fissione nucleare. Ma nonostante decenni di ricerca e recenti scoperte, la maggior parte degli esperti afferma che la realizzazione di una centrale elettrica a fusione avverrà tra almeno decenni e il mondo non può aspettare così a lungo per affrontare il cambiamento climatico.

Tra i sostenitori di Helion figurano anche Sam Altman, CEO di OpenAI e sviluppatore ChatGPT. Quest’anno Microsoft ha esteso il suo “investimento pluriennale e multimiliardario” con OpenAI. La settimana scorsa ha annunciato il suo piano per aggiungere il generatore di Immagini DALL-E 3 di OpenAI a Bing Chat. “Ci impegniamo ad aiutare i nostri clienti a utilizzare le nostre piattaforme e i nostri strumenti per fare di più con meno oggi e innovare per il futuro nella nuova era dell’intelligenza artificiale”, afferma il presidente e CEO di Microsoft Satya Nadella nell’elenco di lavoro per un responsabile del programma principale di tecnologia nucleare .

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: