android windows 11

Uno degli annunci più interessanti su Windows 11 è il fatto che il sistema operativo può eseguire app AndroidMicrosoft ha collaborato con Amazon per portare Amazon Appstore su Windows 11 utilizzando Intel Bridge, un compilatore di post runtime che consente alle app Android create per i dispositivi Arm di funzionare sulla piattaforma x86.

La cosa particolarmente interessante è che puoi persino caricare le app Android su Windows 11, aprendo le porte alle migliori app Android sulla piattaforma desktop. Sebbene Microsoft non venda più telefoni – Surface Duo è più una vetrina tecnica che un dispositivo consumer mainstream come i migliori telefoni Android – si preoccupa profondamente di Android.

Microsoft è passata a una strategia cloud-first sotto la guida di Satya Nadella, garantendo che i suoi servizi principali siano disponibili su tutte le piattaforme. Ha inoltre stipulato un “impegno a lungo termine” con Samsung per preinstallare la suite di produttività Office, OneDrive e LinkedIn su tutti i dispositivi Galaxy, e questa partnership ha dato i suoi frutti. Samsung vende oltre 250 milioni di telefoni all’anno e ciò significa che Microsoft ottiene automaticamente lo stesso numero di installazioni per i suoi servizi principali.

Microsoft tratta essenzialmente Android come una piattaforma proprietaria.

Microsoft non è riuscita a trasformare Windows Phone in un ecosistema mobile praticabile, ma è riuscita a creare un modello che consente di utilizzare tutti i suoi servizi su Android e iOS come se fossero piattaforme proprietarie. Puoi essenzialmente trasformare il tuo telefono Android in un telefono Microsoft per così dire, utilizzando OneDrive al posto di Google Drive, Edge invece di Chrome, l’eccellente Organizer SMS invece di Messaggi Android, Outlook invece di Gmail, la suite Office per esigenze di produttività e Microsoft Lanciatore.

LEGGI  Come utilizzare Outlook come lettore di feed RSS

Secondo Neil Shah, partner e vicepresidente della ricerca presso Counterpoint Research, Microsoft sta ora raddoppiando la creazione di queste esperienze che legano insieme il telefono e il PC; fino ad ora, Apple era l’unico produttore in grado di farlo con un minimo di successo.

“C’è una carenza di esperienze strettamente connesse e senza soluzione di continuità tra un personal computer e un telefono personale. Apple è integrata verticalmente e la crescente esperienza nel cloud si sta avvicinando a fornirne una. Tuttavia, nello spazio Windows e Android, entrambi leader nei PC e nei dispositivi mobili rispettivamente, è guidato da diversi OEM, ma le esperienze sono isolate e quindi frammentate.”

Un pilastro fondamentale per raggiungere questo obiettivo è la partnership di Microsoft con Samsung. Nel 2019, Samsung ha iniziato a integrare il servizio Your Phone di Microsoft nei telefoni Galaxy, aprendo la strada a queste esperienze interconnesse. Il servizio ti consente di rispondere alle chiamate, visualizzare notifiche e messaggi, copiare e incollare testo tra il telefono e il PC senza sforzo.

LEGGI  Come impostare le priorità di conversazione su Android per organizzare i tuoi messaggi

“Samsung è l’unico fornitore abbastanza vicino da replicare ciò che Apple ha fatto con MacBook e iPhone lavorando diligentemente con Microsoft per portare un’esperienza di continuità degli smartphone Galaxy più stretta su Windows”, ha affermato Shah. “Questo non solo aiuta ad attraversare senza problemi i due ambienti, ma riduce anche molto il carico cognitivo”.

La continuazione di questi sforzi è l’integrazione delle app Android all’interno di Windows 11, osserva Shah. “Questo ha spinto Microsoft a vedere il valore nell’integrazione profonda di Android con Windows e offrire app native, controllo, notifiche ed esperienze di continuità tra le due piattaforme. Con Windows 11, stiamo assistendo al secondo passo compiuto da Microsoft per dare il benvenuto all’App Store Android di Amazon. alla piattaforma basata sulla partnership Cortana-Alexa annunciata un anno fa.”

Shah indica l’introduzione delle app Android su Windows 11 come un’altra leva per Microsoft per rafforzare la sua vetrina. “Ciò che fa anche è portare tonnellate di app allo store di Microsoft che è stato insipido, rinnovando la strategia del negozio di applicazioni di Microsoft. Questo è un buon modo per Microsoft di corteggiare indirettamente l’ecosistema di Google tramite partnership come Samsung e Amazon.”

LEGGI  Play Store, Google lavora alla condivisione di app peer-to-peer

Per quanto riguarda il motivo per cui Microsoft non ha solo collaborato con Google per portare il Play Store su Android, Shah ha fatto riferimento alla rivalità in corso tra le due organizzazioni su diversi fronti, inclusi browser, piattaforme cloud e sistemi operativi. “La rivalità tra Microsoft e Google è ancora più feroce: da Chrome OS a Windows, ad Azure a Google Cloud a Google Docs a Microsoft Office 365 a Google Search a Bing e così via. Quindi un’integrazione o una partnership diretta non funziona. sembra che accadrà presto”.

È chiaro che Microsoft ha un interesse a lungo termine in Android. Oltre a offrire i propri servizi e rilasciare telefoni basati sul sistema operativo mobile di Google, Microsoft contribuisce attivamente allo sviluppo di Android, effettuando centinaia di commit di codice sulla piattaforma. Portare le app Android su Windows 11 è un’estensione naturale di questa strategia; consente a Microsoft un altro gateway nell’ecosistema mobile e apre la strada a migliaia di nuove app per il debutto su Windows contemporaneamente.

Sebbene Microsoft non sembri disposta a collaborare con Google per portare il Play Store su Windows in questo momento, sta facendo la cosa migliore da fare.