sabato, Aprile 13, 2024

Musk critica Microsoft per obbligo di account cloud su PC Windows 11

**Elon Musk CRITICA Microsoft PER L’OBBLIGO DELL’ACCOUNT MICROSOFT**

Elon Musk, noto imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense, ha recentemente espresso la sua critica nei confronti di Microsoft per la politica dell’obbligo dell’account Microsoft sui PC con Windows 11. Musk ha denunciato di aver acquistato un nuovo PC portatile che non gli permetteva di utilizzarlo senza creare un account Microsoft, mettendo in discussione la giustificazione di questa scelta da parte dell’azienda di Redmond.

**WINDOWS 11 SI PUÒ USARE CON UN ACCOUNT LOCALE: ECCO COS’È SUCCESSO**

Musk, sebbene dimostrando di non conoscere appieno i dettagli dei più recenti Sistemi Operativi Microsoft, ha sollevato una questione fondamentale: la possibilità di utilizzare Windows 11 con un account locale. In effetti, esistono diversi metodi per installare Windows 11 con un account locale, nonostante Microsoft abbia reso questa operazione meno immediata rispetto al passato.

**USARE UN ACCOUNT LOCALE CON WINDOWS 11 ANCHE QUANDO IL SISTEMA È GIÀ CONNESSO**

La fase OOBE di Windows 11, quella finale della configurazione iniziale del sistema operativo, ha reso obbligatorio l’utilizzo di un account Microsoft quando il PC è connesso a una rete. Musk ha lamentato questa limitazione e ha chiesto al CEO di Microsoft, Satya Nadella, di consentire agli utenti di saltare la creazione dell’account Microsoft durante la configurazione iniziale.

**MUSK HA VOLUTO STRAPAZZARE ANCHE LE COMMUNITY NOTES**

Nonostante gli utenti di X abbiano offerto suggerimenti validi attraverso le Community Notes, Musk ha inizialmente faticato a seguire le istruzioni per avviare Windows 11 con un account locale. Questo ha generato un dibattito sulla piattaforma sociale e ha dimostrato l’importanza della condivisione delle conoscenze tra la community.

**SCATTA L’IRONIA: “HO COMPRATO UNA Tesla E NON POSSO USARLA SENZA PRIMA CREARE UN ACCOUNT TESLA”**

L’ironia non è mancata sul web, con altri utenti che hanno scherzato sul fatto di dover creare account specifici per utilizzare dispositivi diversi, sottolineando l’importanza della libertà di scelta dei consumatori e del controllo sui propri dispositivi.

In conclusione, la critica di Musk a Microsoft per l’obbligo dell’account Microsoft su Windows 11 solleva importanti questioni sull’autonomia degli utenti e sull’accessibilità dei dispositivi tecnologici. La discussione continua e mette in luce la necessità di una maggiore trasparenza e flessibilità da parte delle aziende nel rispetto delle esigenze degli utenti.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: