sabato, Marzo 2, 2024

NFTS statico e dinamico: in cosa differiscono?

Dal lancio del primo token non fungibile (NFT) nel 2014, la tecnologia è notevolmente migliorata. Inizialmente, gli NFT erano statici e rappresentavano arte e altri oggetti da collezione digitali che non possono cambiare. Quindi, sono stati creati NFT dinamici (dNFT) per espandere le possibilità dei token non fungibili.

Quindi cosa sono esattamente gli NFT statici e dinamici e in che cosa differiscono?

Cosa sono gli NFT statici?

Gli NFT statici sono token non fungibili (cosa sono gli NFT?) che non possono cambiare dopo essere stati coniati.

I metadati degli NFT statici, in cui vengono conservati il ​​nome, le caratteristiche e i collegamenti ai file del token, non possono essere modificati o aggiornati dopo il conio. Una volta creato questo tipo di NFT, diventerà un record immutabile e permanente sulla blockchain.

Gli NFT statici sono i più comuni; probabilmente hai sentito parlare di persone che creano NFT per rappresentare opere d’arte, immagini, video e altro. Con gli NFT statici, puoi digitalizzare le risorse del mondo reale, memorizzandole sulla blockchain in modo sicuro, immutabile e permanente.

Questo tipo di NFT viene utilizzato principalmente per le raccolte di arte digitale e l’archiviazione di documenti perché queste proprietà raramente devono essere aggiornate. Le raccolte Bored Ape Yacht Club (BAYC) e CryptoPunks sono alcune delle raccolte più popolari di NFT statici disponibili.

Puoi anche creare e lanciare NFT statici usando Opensea.

Come funzionano gli NFT statici?

Come tutti i token non fungibili, gli NFT statici sono token unici che non possono essere duplicati o sostituiti da altri asset simili. Vengono lanciati su una blockchain utilizzando contratti intelligenti. Questi beni registrano la proprietà o provano l’autenticità di un oggetto.

Una moneta NFT su punti e linee a motivi geometrici

Ogni NFT statico ha un token ID, un codice univoco che identifica l’NFT e un indirizzo del contratto, dove il contratto viene distribuito su una blockchain; questi non possono essere modificati.

Potresti anche coniare NFT statici con metadati che dettagliano il contenuto del token non fungibile, ma questi dati del token saranno inalterabili. I dati degli NFT vengono solitamente archiviati off-chain come file JSON.

Indipendentemente da ciò che accade o da quanto tempo passa, i metadati degli NFT statici non cambieranno. Puoi trasferire l’NFT a un altro proprietario, ma rimarrà lo stesso.

Caratteristiche degli NFT statici

Gli NFT statici sono il tipo di NFT più comunemente utilizzato a causa dei loro vantaggi. Tuttavia, hanno anche uno svantaggio, che gli NFT dinamici cercano di risolvere.

  1. Puoi rappresentare risorse con proprietà fisse, tra cui opere d’arte, oggetti da collezione e altre risorse fisiche e digitali.
  2. Questi NFT sono utili per l’archiviazione permanente dei dati e database decentralizzati su blockchain.
  3. Poiché sono inalterabili, gli NFT statici sono in genere più sicuri dei dNFT.
  4. Gli NFT statici sono stati lanciati per primi, quindi il protocollo e i sistemi esistenti funzionano perfettamente con questi NFT. Di conseguenza, questo tipo di token non fungibile è in genere il più efficace.
  5. Il mondo continua a cambiare, quindi i metadati degli NFT potrebbero diventare obsoleti. Tuttavia, non è possibile modificare o aggiornare questi dati utilizzando il design NFT statico.

Cosa sono gli NFT dinamici (dNFT)?

funzionalità delle carte nft simulate
Credito immagine: Pro_Vector/Shutterstock

Gli NFT dinamici sono un nuovo tipo di token non fungibili che rispondono a modifiche e input esterni. Sebbene i dNFT abbiano ID token univoci e inalterabili e indirizzi di contratto come le loro controparti statiche, i loro metadati possono essere modificati.

Questi NFT hanno funzionalità interattive e programmabili che consentono ai tuoi token digitali di cambiare ed evolversi secondo necessità. I dNFT possono rispondere al comportamento degli utenti, ai dati ambientali come il tempo, i prezzi in tempo reale e altre condizioni esterne.

Questa natura flessibile è vantaggiosa se si desidera rappresentare cose soggette a modifiche o condizioni esterne, come concerti, registrazioni dal vivo, personaggi o gettoni in-game e identità digitali. Ad esempio, puoi utilizzare un dNFT per rappresentare un personaggio del gioco che cambia o migliora in base alle tue attività o interazioni.

Allo stesso modo, puoi utilizzare NFT dinamici per rappresentare concerti dal vivo in modo che i nuovi brani vengano inclusi non appena diventano disponibili. Inoltre, puoi archiviare il tuo profilo di social media sulla blockchain utilizzando un dNFT per aggiornare il token in base alle tue interazioni web. Le possibilità sono infinite.

Un ottimo esempio di dNFT è “Crossroad”, creato da Mike Winkelman, in genere chiamato Beeple. Questo NFT è stato programmato per trasformarsi in una delle due animazioni basate sul vincitore delle elezioni presidenziali statunitensi del 2020.

Come funzionano gli NFT dinamici?

Un NFT dinamico funziona come un NFT statico, nel senso che viene lanciato su una blockchain e ha identificatori unici e immutabili. Tutti gli NFT consentono la costruzione di un record immutabile e verificabile di autenticità e proprietà. Anche gli NFT dinamici.

Tuttavia, puoi aggiornare manualmente i metadati di un dNFT o programmarlo in modo che si aggiorni automaticamente quando si verificano eventi specifici. Sebbene rari, gli NFT dinamici possono anche essere modificati in base ad altri parametri oltre ai loro metadati, comprese le interazioni dell’utente o le scoperte all’interno di ambienti esterni. Ciò significa che i dati che attivano le modifiche potrebbero essere on-chain o off-chain.

In ogni caso, le modifiche dNFT possono essere completate tramite contratti intelligenti, sistemi di archiviazione decentralizzati come IPFS e altri mezzi. Tuttavia, i contratti intelligenti sono i più comuni.

Supponiamo di utilizzare uno smart contract per programmare modifiche, come animazioni o cambiamenti di aspetto. In tal caso, avrai bisogno anche di oracoli blockchain, sistemi di terze parti che offrono informazioni da fonti di dati esterne come interfacce di programmazione di applicazioni web (API) o Internet of Things (IoT). Questi oracoli alimenteranno il contratto intelligente con i dati richiesti per attivare le modifiche.

Immagine raffigurante la rete IoT

Quando si conia un dNFT, è necessario definire le regole che regolano le sue modifiche e le autorizzazioni richieste in uno smart contract. Puoi memorizzare queste regole come codici usando linguaggi come Solidity, il linguaggio di programmazione di Ethereum. I dNFT in genere utilizzano lo standard token emergente ERC-1155 perché può essere modificato, poiché i dNFT registrano i dati in un formato modificabile. Tuttavia, gli NFT dinamici possono anche utilizzare ERC-721, lo standard generale dei token NFT.

Per interagire con NFT dinamici, avrai bisogno di un portafoglio di criptovaluta che supporti contratti intelligenti, come Argento O Metamaschera. Quindi, puoi raccogliere, scambiare o utilizzare dNFT in applicazioni decentralizzate (dApp).

Caratteristiche degli NFT dinamici

Come gli NFT statici, i dNFT offrono diversi vantaggi ma hanno anche degli svantaggi.

  1. Consentono un alto livello di interazione e imprevedibilità con token non fungibili; questi token possono essere facilmente modificati, rendendoli più attraenti per i collezionisti e gli appassionati di NFT.
  2. Con gli NFT dinamici, gli artisti possono esprimere meglio la loro arte, aggiornandola con nuove ispirazioni. Ciò potrebbe anche aprire più flussi di entrate per i creatori di NFT.
  3. Questi token forniscono nuovi casi d’uso in diversi settori, poiché sono altamente programmabili e possono rappresentare risorse in evoluzione. Ad esempio, uno sviluppatore può coniare un NFT che rappresenta un personaggio in evoluzione, aprendo la porta a videogiochi basati sulla progressione o giochi di sport fantasy sulla blockchain.
  4. Poiché i dNFT rispondono a condizioni esterne, questi token potrebbero non essere mai obsoleti. Un NFT dinamico che rappresenta una casa può riflettere accuratamente la sua età, il valore di mercato, la storia della manutenzione, l’età e altro ancora.
  5. I dNFT sono più complessi da creare, quindi hanno un rischio maggiore di bug ed errori, che influirebbero sul valore e sulla funzionalità del token.
  6. Potrebbe essere più difficile determinare la legalità e la proprietà dei dNFT poiché la natura dell’attività sottostante è in continua evoluzione.

La tecnologia NFT è in aumento

Sia gli NFT statici che quelli dinamici sono unici, con diversi casi d’uso. Se hai bisogno di una rappresentazione sicura delle tue risorse, un NFT statico è probabilmente il migliore per te. In alternativa, se desideri un record che rifletta accuratamente le informazioni sulle tue risorse, i dNFT sono più adatti, in quanto offrono un’interazione più significativa.

Poiché la tecnologia NFT continua a migliorare e a sperimentare un’adozione diffusa, probabilmente svolgerà un ruolo fondamentale nel plasmare la proprietà digitale e lo scambio di valore.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: