zoom crittografato sicuro

Zoom ha visto una crescita incredibile quest’anno ed è diventata una delle piattaforme di videoconferenza più popolari in circolazione. Questo successo è stato aiutato da aggiornamenti regolari che portano nuove funzionalità utili. L’ultimo aggiornamento di Zoom risolve un importante problema di sicurezzaaggiungendo finalmente il supporto per la crittografia end-to-end (E2EE).

Finora, le riunioni di Zoom sono state crittografate, ma le chiavi di crittografia sono archiviate sui server di Zoom. Per fortuna Zoom ha lavorato per aggiungere il supporto end-to-end ed è ora disponibile, sebbene diverse funzionalità non funzionino quando è attivo.

Quando si utilizza E2EE, gli utenti perderanno temporaneamente il supporto per la registrazione su cloud, lo streaming, la trascrizione dal vivo, le stanze per sottogruppi di lavoro, i sondaggi, la chat privata 1: 1, la partecipazione prima dell’ospite e le reazioni alle riunioni. Zoom descrive questa come fase 1 di 4, quindi si spera che queste funzionalità saranno compatibili man mano che si raggiungono le fasi successive.

Se vuoi provare E2EE, dovrai abilitarlo nelle impostazioni del tuo account e accenderlo per ogni riunione. Tieni presente che gli altri partecipanti non potranno partecipare alla riunione se la funzione non è abilitata nel loro account.

L’algoritmo di crittografia è lo stesso di Zoom già utilizzato. L’unica differenza è dove vengono memorizzate le chiavi con E2EE, non più con Zoom.

Oltre ai miglioramenti della sicurezza, l’ultimo aggiornamento include molte nuove funzionalità. Il live streaming di YouTube è ora disponibile sui dispositivi mobili e gli utenti possono modificare la suoneria per diversi tipi di chiamate.

L’aggiornamento è ora disponibile tramite il Play Store, oppure puoi scaricarlo su APK Mirror .

LEGGI  Come accedere a una riunione Zoom con una telefonata