HomeTutorialPagine o post di WordPress: quale dovresti usare?

Pagine o post di WordPress: quale dovresti usare?

Ho lavorato su molti siti Web WordPress e una delle domande più comuni che ricevo ancora riguarda le pagine rispetto ai post: quale dovrebbe essere utilizzato?

Prima di rispondere a questa domanda, esaminiamo le differenze tra le pagine e i post di WordPress.

Pagine WordPress

Le pagine in WordPress hanno lo scopo di contenere contenuti che possono essere considerati più “sempreverdi”, come la home page, le pagine di prodotti/servizi o i contenuti di tipo “noi”.

Le pagine possono essere nidificate per creare una struttura di directory facendo di una pagina il “genitore” di un’altra.

In genere, le pagine non possono sfruttare categorie, tag e autori e di solito non sono incluse nei feed RSS del sito web.

Post di WordPress

I post in WordPress collegano la piattaforma alle sue radici come piattaforma di blogging. I post avevano lo scopo di contenere notizie, contenuti sensibili al tempo e altri contenuti che potrebbero essere associati a siti Web strettamente blog.

I post sono basati sul tempo e possono sfruttare categorie, tag e autori per le pagine di archivio e la ricerca sul sito. I post sono inclusi nei feed RSS.

Gli autori di contenuti possono far apparire i post in una struttura di directory impostando categorie, che possono essere nelle relazioni genitore/figlio, e creando la struttura nelle impostazioni Permalink nelle impostazioni di WordPress.

Una cosa fondamentale da ricordare: sia le pagine che i post sono contenuti per i tuoi utenti e per i motori di ricerca.

Il proprietario del sito web ne imposta l’aspetto e l’utilizzo. Pagine e post possono essere utilizzati in modo intercambiabile per qualsiasi scopo, anche se è una pessima idea mescolare contenuti simili tra i due formati.

Pagine WordPress Post di WordPress
Destinato a contenuti sempreverdi Destinato a notizie o contenuti “blog” – molto guidato dal tempo
Possono essere nidificati insieme in disposizioni padre/figlio per creare una struttura di directory Può essere inserito in una struttura di directory utilizzando categorie che possono essere nidificate nelle relazioni padre/figlio
Non è possibile sfruttare categorie, tag o autori Sfrutta categorie, tag e autori
Impossibile utilizzare i feed RSS per condividere il contenuto Può utilizzare i feed RSS per condividere contenuti
Può essere abbinato in qualsiasi modo desideri il proprietario del sito web Può essere abbinato in qualsiasi modo desideri il proprietario del sito web
È considerato contenuto per i visitatori del sito Web e per i motori di ricerca È considerato contenuto per i visitatori del sito Web e per i motori di ricerca

Raccomandazioni in evoluzione

In passato, il più delle volte consigliavo di creare contenuti “sempreverdi” come pagine. Questi includerebbero elementi come la home page, le pagine di prodotti/servizi e “chi siamo”, ecc.

Altri contenuti legati alle notizie, sensibili al tempo, istruttivi, di tipo blog verrebbero creati come post. Come accennato in precedenza, questo segue ciò che la maggior parte considera l’intenzione di pagine e post.

Anche se questo modo di lavorare è ancora abbastanza valido, ho ripensato a questo consiglio ultimamente.

Come mai?

Un gran numero di siti Web su cui ho lavorato di recente ha avuto un’architettura dell’informazione terribile.

Per molti di questi siti, la maggior parte, se non tutti, i contenuti si trovano nella cartella principale del sito web. Alcuni siti hanno contenuti sullo stesso argomento mescolati tra pagine e post. Il primo problema è relativamente facile da risolvere, il secondo non così tanto.

Parte del problema è che WordPress è impostato per inserire tutti i contenuti nella radice del sito Web per impostazione predefinita. Un’altra parte è un malinteso su come le pagine e i post dovrebbero funzionare.

I miei consigli ora sono leggermente diversi se un sito viene costruito da zero o sta subendo una riorganizzazione significativa.

In tal caso, ho due consigli in base al tipo di contenuto che comprenderà la maggior parte del sito Web:

  • Per i siti con la maggior parte dei contenuti di tipo evergreen, raccomando che il sito sia tutte le pagine.
    Ciò consente alle pagine di essere costruite e nidificate insieme nelle relazioni padre/figlio per costruire una struttura logica di cartelle. Anche se c’è un contenuto tempestivo di tipo blog, le pagine funzioneranno abbastanza bene a meno che non sia assolutamente necessario per tag o collegamenti con l’autore.
  • Per i siti con la maggior parte dei contenuti tempestivi di tipo blog, raccomando che il sito sia tutti i post.
    Ciò consente di organizzare i contenuti lungo linee di categoria. I post consentono anche di utilizzare gli archivi di tag e autori. Questo tipo di configurazione consente inoltre di semplificare i feed RSS. La home page può essere impostata per mostrare i post più recenti per mantenerla aggiornata con le informazioni più recenti.

Ognuna di queste disposizioni funzionerebbe bene perché le pagine e i post sono solo contenuti per i visitatori del sito Web e i motori di ricerca. Entrambi i formati di contenuto possono essere adattati alle esigenze del sito web.

Se sono necessari moduli e altre funzionalità interattive, possono essere applicati ugualmente bene a pagine o post.

Dal punto di vista SEO, il formato del contenuto sul back-end è irrilevante: è ciò che viene presentato agli utenti e agli spider dei motori di ricerca che conta.

Devo sradicare tutto e modificare la struttura del mio sito?

Come accennato in precedenza, consiglio di costruire questo tipo di struttura su un nuovo sito o se un sito sta subendo un lavoro significativo come una riconfigurazione su un nuovo tema o la migrazione a un nuovo design.

Se il tuo sito web funziona bene e non noti alcun problema significativo, va bene adottare un approccio “Se non è rotto, non aggiustarlo”.

Conclusioni

Il motivo principale per le mie raccomandazioni modificate è la mancanza di una struttura di directory logica su molti siti che supporto . Sebbene sia del tutto possibile creare una struttura logica con un mix di pagine e post, è sicuramente molto più semplice da configurare e mantenere se il sito è impostato con un solo tipo di contenuto.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial