martedì, Maggio 21, 2024

Paramount+ ha guadagnato quasi 7 milioni di abbonati

Paramount+ sta guadagnando slancio.

Il servizio di streaming Paramount Global (precedentemente chiamato ViacomCBS) ha aggiunto 6,8 milioni di nuovi abbonati nel primo trimestre, ha affermato la società martedì nel suo rapporto sugli utili, portando il totale degli abbonati per la piattaforma a “quasi 40 milioni”.

Segue un primo trimestre preoccupante per Netflix , che ha perso abbonati per la prima volta in un decennio e ha sollevato nuovi dubbi in tutta Wall Street sul business dello streaming.

Ma ci sono segnali di speranza per Paramount+, e non solo per la crescita degli iscritti.

Il servizio, lanciato a marzo 2021 da un CBS All Access rinominato e ampliato, sta mostrando slancio nel suo contenuto originale ed esclusivo, secondo la società di dati Parrot Analytics.

Negli ultimi trimestri, Parrot Analytics ha osservato un ampio divario tra la quota di domanda aziendale di Paramount Global e la quota di domanda della piattaforma per Paramount+. Il primo misura la domanda di una società di media se dovesse consolidare tutti i suoi contenuti in un unico servizio. Quest’ultimo misura la popolarità dell’attuale libreria di TV originale di un servizio di streaming.

Diversi fattori hanno determinato il grande divario tra le due misurazioni. In particolare, la Paramount aveva concesso in licenza spettacoli di successo ad altri distributori e offriva più di una piattaforma di streaming, incluso un servizio Showtime autonomo.

Tuttavia, Wade Payson-Denney, analista di Parrot Analytics, ha affermato: “i dati del primo trimestre del 2022 suggeriscono che la Paramount è sulla buona strada per risolvere questi problemi e diventare un attore di streaming serio, in un momento critico nel settore in cui Netflix inizia a perdere abbonati e perdere valore di mercato”.

Gli originali Paramount+ hanno guadagnato la domanda

Paramount nel primo trimestre si è classificata al terzo posto nella quota di domanda aziendale, secondo Parrot Analytics, dietro Disney e la neonata Warner Bros. Discovery ma davanti a NBCUniversal e Netflix.

Paramount+ era al numero 7 meno impressionante in termini di quota di domanda di piattaforma, ma è cresciuta dal primo trimestre del 2021. Ora rappresenta il 5% della quota di piattaforma per gli originali, rispetto al 3,8% questa volta dell’anno scorso.

Negli ultimi mesi, il servizio ha debuttato in serie come lo spinoff di “Yellowstone” “1883”, la seconda stagione di “Star Trek: Picard” e l’adattamento videoludico “Halo”.

Quando si tratta di quota della domanda di piattaforma per cataloghi completi, inclusi gli spettacoli sia originali che con licenza, Paramount+ mostra più forza al numero 4, superando Prime Video ma dietro Hulu, Netflix e HBO Max. Dopo il suo lancio, era il numero 6.

“Entrare in quei primi tre o quattro può fare la differenza tra essere ritenuti essenziali agli occhi dei consumatori o essere tagliati dal budget”, ha detto Payson-Denney.

Paramount+ ha effettivamente guadagnato più nuovi abbonati nel primo trimestre di quanto Paramount Global abbia guadagnato in abbonati totali attraverso le sue offerte di streaming, poiché “gli altri abbonati ai servizi diretti al consumatore sono diminuiti”, ha affermato la società. Suggerisce inoltre che la società dovrebbe unire le sue offerte di streaming in un unico mega prodotto.

Negli ultimi mesi, Showtime, l’offerta premium via cavo della Paramount, ha pubblicato programmi popolari come “Yellowjackets” e “Dexter: New Blood” e “Billions” è ancora molto richiesto dopo sei stagioni, secondo Parrot Analytics.

La fusione del componente di streaming di Showtime con Paramount+ potrebbe dargli un vantaggio nelle classifiche della domanda, rafforzando la sua quota di domanda della piattaforma e aumentando la sua base di abbonati.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: