domenica, Giugno 16, 2024

Perché i servizi di streaming TV diventare più costosi?

Sembra che ogni due mesi uno dei principali servizi di streaming TV, di cui ce ne sono molti, aumenti i prezzi. Quello che era iniziato come un modo conveniente per abbandonare il cavo è lentamente aumentato di prezzo. Perché?

Non esiste un solo servizio di streaming TV che non abbia alzato i prezzi almeno una volta. Nel momento in cui scriviamo a gennaio 2022, Netflix è l’ultimo servizio a farlo . Non molto tempo fa, YouTube TV ha fatto scalpore anche per l’aumento dei prezzi . C’è una ragione per tutto questo al di là dell’avidità aziendale? Scopriamolo.

Streaming TV all’inizio

Torniamo all’inizio dei servizi di streaming TV. YouTube TV non è stata la prima sulla scena, ma la sua traiettoria è molto simile ad altri servizi. È stato lanciato nel 2017 con circa 40 canali, tra cui ABC, CBS, FOX e NBC, per $ 35 al mese.

Per l’epoca offriva un’ottima selezione di canali, ma come ogni altro servizio di streaming aveva dei buchi. Ciò è dovuto al modo in cui funzionano i canali via cavo. Aziende come Viacom possiedono una manciata di canali che non si dividono. Li ottieni tutti o nessuno.

Ecco perché l’idea del “cavo à la carte” non è mai stata possibile. Affinché YouTube TV ti offra TBS, deve stipulare un accordo con Turner Broadcasting che includa i suoi altri canali, come TNT, AMC e CNN. Non puoi pagare solo per TBS perché YouTube non può pagare solo per TBS.

Quindi, per colmare le lacune nella programmazione che potrebbero impedire ad alcune persone di iscriversi, i servizi di streaming fanno accordi per ottenere più canali.

Pacchetti più grandi con cartellini dei prezzi più grandi

Canali TV YouTube.

Nel 2018, YouTube TV ha aumentato i prezzi a $ 40 al mese con l’aggiunta di TBS, TNT, CNN e altri canali. Un anno dopo, il prezzo è salito a $ 50 al mese con l’aggiunta dei canali Discovery. Poi, nel 2020, il prezzo è aumentato a ben $ 65 al mese con l’aggiunta dei canali Viacom.

In soli tre anni il prezzo di YouTube TV è passato da $ 35 a $ 65 al mese. Quello che era iniziato come un piccolo pacchetto di circa 40 canali è aumentato a oltre 85. Questa stessa storia è stata riprodotta su Sling TV, Hulu Live TV, Fubo TV e Playstation Vue (fino alla chiusura).

Perché Playstation Vue si è spenta? Sony ha citato “contenuti costosi e accordi di rete” come la causa principale per uscire dal settore. Questo è lo stesso motivo per cui la tua bolletta mensile continua a salire sempre di più. Stai pagando per quegli accordi di rete, che siano importanti per te o meno.

Le società di media chiamano i colpi

Quando i servizi aumentano i prezzi, le persone comprensibilmente si arrabbiano per il servizio, ma non è del tutto giusto. I servizi di streaming e gli abbonati come te sono tutti essenzialmente alla mercé delle società proprietarie dei canali.

La gente dice “se avesse solo ESPN sarebbe un servizio perfetto!” Bene, non è possibile nemmeno per un’azienda colosso come Google ottenere solo ESPN per YouTube TV. La Disney possiede ESPN e lo raggruppa con un sacco di altri canali. Quindi ottieni il tuo desiderio di ESPN, ma ora stai pagando anche per un sacco di altri canali.

Potresti pensare che i servizi di streaming stiano combattendo per ridurre i loro concorrenti, ma i prezzi sono fuori dalle loro mani in una certa misura. Un servizio di streaming che ha canali Viacom, Disney e FOX costerà più o meno lo stesso di qualsiasi altro servizio che ha quegli stessi canali. Le società di media stanno fissando i prezzi.

Anche i servizi di streaming non hanno molto vantaggio. Se non sono d’accordo sui prezzi, la società di media può semplicemente dire “va bene, allora non ottieni i nostri canali”. E cosa succede quando si verificano queste situazioni come è quasi successo con YouTube TV e Disney ? Le persone si arrabbiano con il servizio di streaming e vanno da qualche parte che ha i canali. Per lo più danneggia il servizio di streaming, non la società di media.

I costi stanno aumentando ovunque

I costi di gonfiaggio della TV in diretta potrebbero non essere esclusivi della TV in streaming. Anche i prezzi della TV via cavo “vecchia scuola” sono aumentati lentamente nel corso degli anni. In alcuni casi, i servizi di streaming TV costano lo stesso o più del cavo.

Comcast, uno dei maggiori fornitori di TV via cavo, ha aumentato i prezzi della TV del 3% su tutta la linea alla fine del 2021. Le tariffe delle trasmissioni televisive – ABC, CBS, FOX e NBC – e le tariffe sportive regionali sono aumentate considerevolmente negli ultimi cinque anni. Comcast è nella stessa posizione di YouTube TV; non è quello che fissa quei prezzi.

Quindi sembra che la TV stia diventando più costosa, non importa come la ottieni. Le società di streaming TV e via cavo sono tutte in balia delle società di media. La differenza principale è che i servizi di streaming TV iniziavano con costi bassi, ma era insostenibile aggiungere contenuti e mantenere quei prezzi aggressivi.

Andrà mai meglio?

Le società dei media sono quelle che rendono questa situazione così grave e non ci sono molti incentivi per risolverla. Le persone vogliono i canali che vogliono e si aspettano che il loro servizio di streaming li abbia. La pressione è su quei servizi per ottenere i canali e le società di media sono più che felici di costringerli a concedere licenze più di quanto vogliono.

Sling TV è uno dei pochi servizi che ti dà la possibilità di pagare solo per i canali che desideri, ma è ancora solo scegliere tra pacchetti gonfi. Tutti vogliono il sogno di una “TV à la carte”, ma non c’è nulla che spinga le società di media a offrirlo, e se lo facessero, sarebbe probabilmente molto più costoso di quanto vorresti.

Il modo più economico per guardare la TV oggi è ancora il buon vecchio OTA TV . Un’antenna semplice ed economica può portare più canali di quanto potresti pensare, compresi quelli più grandi come ABC, CBS, FOX e NBC. La qualità dell’immagine a volte è molto migliore rispetto al cavo o allo streaming.

La morale della storia è che i prezzi continuano a salire perché il costo del contenuto continua ad aumentare. Non ci sono molti vincitori in questa situazione. Siamo tutti costretti a scegliere tra pagare più di quanto vogliamo o rinunciare.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: