whatsapp multi dispositivo

Un semplice messaggio di testo, senza alcun tipo di immagine o video allegato e solo tra due persone, utilizza una quantità molto piccola di dati. Anche se disponi di un piano cellulare con un limite dati o uno che si sposta per rallentare la connessione una volta utilizzata una certa quantità di dati ad alta velocità, l’invio di messaggi su Internet è l’opzione più ovvia rispetto alla natura molto più limitata di SMS. Questo è il motivo per cui vediamo così tanti servizi fare la stessa cosa di WhatsApp e provare a sostituire gli SMS.

WhatsApp non è più solo un semplice client di messaggistica e una nuova funzionalità non può interrompere tutte quelle esistenti.

WhatsApp ha sempre fatto e fa ancora un ottimo lavoro come semplice client di messaggistica, ma può anche fare molto di più. Senza contare le nuove funzionalità che arriveranno presto come la modalità scomparsa per le chat di gruppo, WhatsApp così com’è oggi è una piattaforma a tutti gli effetti a sé stante. Hai pagamenti , videochiamate, condivisione di immagini e video istantanei, messaggi vocali e persino un modo efficace per condividere documenti all’interno dell’applicazione WhatsApp. E tutto questo viene fatto in modo sicuro perché i messaggi e le chiamate sono crittografati end-to-end . WhatsApp afferma che nemmeno l’azienda stessa può mai decifrare ciò che dici o fai attraverso il servizio.

LEGGI  Come cercare i messaggi di chat di WhatsApp

In altre parole, WhatsApp è un software davvero complicato per progettazione. WhatsApp ha anche creato un modo per autenticarti ogni volta che usi l’app, tramite il numero di telefono associato al tuo dispositivo. È sicuro se combinato con una schermata di blocco protetta da password e un buon modo per assicurarsi che un server comunichi con l’utente giusto perché ogni numero di telefono in tutto il mondo è unico.

E tutto esplode quando decidi di consentire agli utenti di avere una connessione attiva su più di un dispositivo o tramite un dispositivo senza un numero di telefono collegato. Puoi vedere parte di come funziona tutto quando installi un’app web WhatsApp su un computer. Come Google Messaggi, un altro servizio legato al tuo numero di telefono, devi scansionare un codice QR con il dispositivo attivo per autorizzare un dispositivo secondario tramite l’ID univoco.

LEGGI  Come sapere se un amico ha cambiato il proprio numero WhatsApp

Non deriderlo, perché aggiungere un adeguato supporto multi-dispositivo mantenendo la sicurezza non è affatto semplice. WhatsApp ha dovuto risolvere come instradare i messaggi al dispositivo registrato e condividerli con un dispositivo registrato secondario senza violare la propria crittografia integrata. Questo lo differenzia da servizi come Telegram, che utilizza anche un numero di telefono per l’autenticazione ma non è crittografato end-to-end.

E ora che ha che parte per lo più capito, lavoro sul test il supporto multi-dispositivo può iniziare. Questa è una grande impresa perché hai a che fare con dispositivi che non hanno sempre una connessione Internet attiva ma devono comunque rimanere sincronizzati per essere utili.

LEGGI  WhatsApp: ecco i nuovi controlli della velocità dei messaggi vocali

Probabilmente avrai sempre bisogno di almeno un dispositivo con un proprio identificatore univoco, come un numero di telefono, e una connessione Internet sempre attiva per configurare e mantenere un account WhatsApp. Ma il team di WhatsApp afferma di essere determinato a trovare un modo per consentire ai dispositivi secondari senza un ID o una connessione stabile di rimanere sincronizzati, anche con funzionalità come la scomparsa dei messaggi sul posto, su più dispositivi, perché è ciò che le persone vogliono davvero.