HomeCriptovaluteBitcoinQuanti Bitcoin possiede ancora il suo inventore Satoshi Nakamoto?

Quanti Bitcoin possiede ancora il suo inventore Satoshi Nakamoto?

L’enigmatico creatore di Bitcoin, Satoshi Nakamoto, è stata la prima persona a estrarre la criptovaluta, in un momento in cui ogni blocco estratto dava una ricompensa di 50 BTC.

A differenza dei minatori di Bitcoin di oggi, Satoshi non ha diviso queste ricompense con potenzialmente migliaia di altri utenti di mining pool, ma ha invece beneficiato dell’intera ricompensa. All’epoca Bitcoin aveva un valore praticamente nullo; oggi, il prezzo del Bitcoin si trova a metà della fascia del dollaro a cinque cifre.

Tra gennaio e luglio 2009, si pensa che Satoshi abbia estratto più di 1 milione di BTC in totale, rendendolo probabilmente il minatore più prolifico nella storia di Bitcoin. Ricerche recenti hanno suggerito che Satoshi avrebbe potuto estrarre ancora più Bitcoin, ma ha deliberatamente trattenuto, frenando il suo hashrate per dare agli altri minatori una giusta possibilità di bloccare i blocchi.

Il modello Patoshi

Sebbene non sia sicuro al 100% esattamente quanti Bitcoin Satoshi abbia estratto da solo, gli sforzi del principale ricercatore di sicurezza e criptovaluta Sergio Demian Lerner potrebbero aver generato la stima migliore.

Nel suo rapporto , intitolato “The Well Mererved Fortune of Satoshi Nakamoto, Bitcoin creator, Visionary and Genius”, Lerner ha esaminato i blocchi estratti tra il 1 ° gennaio 2009 e il 25 gennaio 2010 (blocchi da 1 a 36288) nel tentativo di identificare che sono stati estratti dalla stessa entità. In questo modo, Lerner ha scoperto che una singola entità che utilizzava un singolo impianto di perforazione mineraria ha estratto migliaia di blocchi in questo periodo e ha accumulato circa 1 milione di BTC in ricompense per blocchi mentre lo faceva.

No, Satoshi Nakamoto non si è limitato a spostare il suo Bitcoin

Il ritorno di Satoshi Nakamoto sarebbe appropriato per il 2020, no? Nel caso te lo fossi perso, qualcuno che ha estratto Bitcoin nel 2009, appena un mese dopo la sua creazione, ha deciso di spostare le monete oggi …Lerner ha coniato il termine “Patoshi Pattern” per descrivere il modello di blocchi che sembrano essere stati estratti da questa singola entità. Poiché lo schema inizia con il blocco della genesi, si presume che Patoshi possa essere lo stesso Satoshi Nakamoto.

Lerner ha ulteriormente approfondito questa ricerca nell’aprile 2019, quando ha pubblicato il pezzo successivo : “Il ritorno dei negazionisti e la vendetta di Patoshi”. Qui, l’autore scopre che Patoshi ha estratto circa 22.000 blocchi da solo, ottenendo un totale di 1,1 milioni di BTC in ricompense per blocchi. Per metterlo in prospettiva, la ricompensa del blocco è stata dimezzata tre volte da allora e i minatori di Bitcoin ora guadagnano solo 6,25 BTC per ogni blocco estratto.

Al valore attuale di Bitcoin, ciò porrebbe la fortuna di Satoshi Nakamoto a oltre $ 10 miliardi, quasi certamente rendendo Satoshi il proprietario di Bitcoin più ricco in termini di partecipazioni pure in BTC.

Il tesoro intatto di Satoshi di Bitcoin

La recente speculazione secondo cui Satoshi potrebbe aver spostato 50 BTC da un blocco dell’era 2009 è stata recentemente smentita quando si è scoperto che questi Bitcoin non rientrano in quelli coperti dal modello Patoshi. Invece, quei Bitcoin sembrano essere stati spostati da un altro early adopter, che è stato collegato a dozzine di altri blocchi estratti durante il periodo in cui Satoshi era attivo.

 

Nonostante si trovi su oltre $ 10 miliardi in Bitcoin, non ci sono prove evidenti che Satoshi abbia spostato nulla di tutto ciò, dimostrando una moderazione impressionante e una genuina beneficenza. Ovviamente, ciò presuppone che Satoshi abbia ancora accesso alle chiavi private che contengono questi fondi.

Finora, numerose persone hanno affermato pubblicamente di essere Satoshi Nakamoto, tra cui Craig Wright, Jörg Molt, Bilal Khalid e Debo Guidos. Altri sono stati individuati come probabili candidati da una varietà di ricercatori. Ma fino ad oggi, nessuno è riuscito a dimostrare in modo definitivo di detenere le chiavi private di nessuno degli indirizzi che si ritiene fossero di proprietà di Satoshi: la prova più convincente che dimostrerebbe che sono Satoshi Nakamoto.

In ogni caso, è probabile che Satoshi sia incapace o riluttante a spendere i suoi Bitcoin, forse per il rischio che così facendo possa portare alla sua eventuale identificazione . Se l’identità di Satoshi fosse mai stata rivelata pubblicamente , probabilmente avrebbe ripercussioni drammatiche per Bitcoin.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial