HomeAmazonRecensioni false su Amazon: scoperti gruppi Facebook con migliaia di membri

Recensioni false su Amazon: scoperti gruppi Facebook con migliaia di membri

Amazon sta ampliando la sua repressione dei cosiddetti “truffatori” che pagano per recensioni positive sui prodotti.

Il gigante dell’e-commerce ha intentato una causa contro più di 11.000 persone che, a suo dire, aiutano a gestire gruppi di Facebook che mediano recensioni false sul sito di Amazon.

Secondo il reclamo, gli amministratori dei gruppi di Facebook offrono ai venditori Amazon recensioni di prodotti a 5 stelle da parte dei membri del gruppo in cambio di pagamenti o prodotti gratuiti.

La causa di Amazon descrive in dettaglio i negoziati tra gli amministratori del gruppo Facebook e i venditori Amazon che cercano di acquistare recensioni false. Alcuni amministratori hanno chiesto una commissione di $ 10 per recensione, secondo la causa.

Messaggio dalla causa Amazon

Trattativa tra l’amministratore del gruppo Facebook e il venditore Amazon

Un altro amministratore ha chiesto a un venditore Amazon di pagare una commissione di $ 6 prima di ottenere l’accesso per pubblicare post nel gruppo Facebook, sostiene la causa.

L'amministratore del gruppo Facebook negozia con il venditore Amazon, secondo la causa

L’amministratore del gruppo Facebook negozia con il venditore Amazon

La causa di Amazon afferma che i venditori pubblicherebbero in questi gruppi, chiedendo ai membri del gruppo di acquistare i loro prodotti e di recensirli sul sito Web di Amazon con la promessa di essere rimborsati dopo la pubblicazione di una recensione positiva.

Venditore Amazon che sollecita recensioni da un gruppo Facebook, secondo la causa

Venditore Amazon che sollecita recensioni da un gruppo Facebook, secondo la causaAmazon fa causa agli amministratori e ai moderatori del gruppo Facebook presso la Corte Superiore di King County, Washington

Un gruppo, chiamato “Amazon Product Review”, contava più di 43.000 membri fino a quando Facebook non lo ha rimosso per aver violato le sue regole contro la frode e l’inganno, secondo la causa.

Amazon afferma che i partecipanti a questi gruppi di Facebook confondono alcune parole per evitare di essere sospesi per aver violato le politiche di Facebook. Amazon ha indicato alcuni partecipanti che hanno digitato “R**fund Aftr R**view”, invece della frase “Refund after review” e un gruppo chiamato “Amazon R3vi3w3rs Group (USA ONLY)” come esempi della pratica.

I gruppi di recensioni sui prodotti Amazon cercherebbero di eludere la moderazione di Facebook, sostiene la causa

I gruppi di recensioni sui prodotti Amazon cercherebbero di eludere la moderazione di Facebook

Amazon afferma che, dal 2020, ha segnalato più di 10.000 gruppi di recensioni false su Facebook e la società ne ha rimosso più della metà e continua a indagare su altri.

Un portavoce di Meta ha dichiarato: “I gruppi che sollecitano o incoraggiano le recensioni false violano le nostre politiche e vengono rimossi. Stiamo lavorando con Amazon su questo argomento e continueremo a collaborare in tutto il settore per affrontare lo spam e le recensioni false”.

Tuttavia, in passato, Amazon ha insinuato che Meta, il proprietario di Facebook, potrebbe fare di più per prendere di mira questi gruppi. L’anno scorso, Amazon ha pubblicato un post sul blog in cui criticava le società di social media per non aver speso abbastanza soldi per sradicare i gruppi che incentivavano le persone a scrivere recensioni di prodotti falsi.

Amazon afferma che sta facendo causa per chiudere questi gruppi, identificare i cattivi attori e ottenere il rimborso dei loro “guadagni illeciti”.

Non è la prima volta nella storia recente che Amazon ricorre ai tribunali per fermare la proliferazione di recensioni di prodotti falsi sul proprio sito di e-commerce. A febbraio, la società ha citato in giudizio due siti Web accusati di essere “falsi broker di recensioni”.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial