La registrazione del desktop Linux è una funzionalità molto ricercata, sia per i giocatori che per i professionisti aziendali. Simple Screen Recorder, come suggerisce il nome, è uno strumento di registrazione dello schermo semplice ma solido. Scopri tutto in questo articolo.

Cos’è SimpleScreenRecorder (SSR) ?

SimpleScreenRecorder (in breve SSR) è un’utilità che ti consente di registrare facilmente e in modo diretto il tuo desktop Linux. È disponibile per molti sistemi operativi Linux come pacchetto installabile direttamente, oppure si può anche compilare automaticamente seguendo i passaggi nella pagina GitHub di SSR .

SSR offre anche tutte le funzionalità di cui si ha bisogno, come la registrazione multischermo, senza complicare eccessivamente l’interfaccia. L’interfaccia SSR principale è elegante e ben progettata:

Finestra di dialogo delle opzioni di input di SimpleScreenRecorder 0.3.11

Installazione di SimpleScreenRecorder

Per installare SimpleScreenRecorder sulla tua distribuzione Linux basata su Debian / Apt (come Ubuntu e Mint), esegui il seguente comando nel tuo terminale:

sudo apt install simplescreenrecorder

Se si desidera registrare anche applicazioni OpenGL a 32 bit su sistemi operativi basati su 64 bit, è necessario eseguire anche quanto segue:

sudo apt-get install simplescreenrecorder-lib:i386

C’è anche un repository PPA (funziona sia per Ubuntu che per Mint), che ti consente di ottenere facilmente l’ultima versione:

sudo apt-add-repository ppa: maarten-baert / simplescreenrecorder
sudo apt-get update
sudo apt-get install simplescreenrecorder

La versione corrente nel repository principale di Mint 20 è la 0.3.11 mentre se installi il PPA, la versione è la 0.4.3. Il log delle modifiche completo   è disponibile nel repository GitHub.

L’ultima versione ha una pratica opzione “Salta questa pagina” per la pagina di introduzione. Inoltre, c’è una nuova opzione “Registra intero schermo con cursore” e l’opzione di registrazione del dispositivo V4L2. Ecco come appare la nuova interfaccia rispetto all’interfaccia 0.3.11 sopra:

LEGGI  Sottosistema Windows per Linux 2: le funzionalità della GUI richieste dagli sviluppatori

Interfaccia di input SimpleScreenRecorder 0.4.3

Per le opzioni di installazione per altri sistemi operativi, è possibile consultare la sezione Download della pagina SimpleScreenRecorder sul sito Web dello sviluppatore.

Il profilo di input SSR

Usare SimpleScreenRecorder è semplice e veloce. Una volta avviata l’applicazione, dopo aver chiuso la pagina di introduzione (che può essere saltata nelle versioni successive), viene mostrata una semplice finestra di dialogo che permette di selezionare velocemente eventuali modifiche alle impostazioni necessarie. Diamo un’occhiata alle principali opzioni che probabilmente utilizzeremo in dettaglio:

Selezione dell'ingresso video in SSR

La selezione dell’ingresso video ti consente di impostare la finestra di registrazione su uno schermo specificato, su tutti gli schermi, su un rettangolo fisso ecc. Possiamo anche seguire il cursore e, una volta selezionata questa opzione, la pratica casella di controllo “Registra intero schermo con cursore” diventa disponibile. Possiamo anche registrare direttamente OpenGL e persino un dispositivo V4L2 (ad esempio una webcam o una scheda di acquisizione).

Successivamente, possiamo impostare il nostro frame rate e qualsiasi opzione di ridimensionamento:

Selezione e ridimensionamento del frame rate SSR

Un frame rate di 20-30 dovrebbe essere sufficiente per fare presentazioni aziendali, ecc. Potresti voler aumentare leggermente questo numero per movimenti fluidi nei giochi. Possiamo anche selezionare se vogliamo registrare audio e selezionare la sorgente di ingresso audio:

Impostazioni audio SimpleScreenRecorder

Il profilo di output SSR

Una volta completata la configurazione del profilo di input, è possibile salvarlo con l’ opzione Salva nella parte superiore della finestra di dialogo e, facendo clic sul pulsante Avanti per continuare, si accederà alle selezioni del profilo di output.

LEGGI  Come scegliere tra Ubuntu, Kubuntu, Xubuntu e Lubuntu

Finestra di dialogo del profilo di output di SimpleScreenRecorder

Qui possiamo impostare il nome del file per salvare la registrazione in (1) e selezionare il formato del contenitore video che useremo per farlo (2). Altre opzioni di contenitore video disponibili sono MP4, WebM, OGG e persino una selezione “Altro” che ti consente di selezionare qualsiasi altro formato di contenitore disponibile sul sistema.

Successivamente possiamo selezionare il nostro codec (meglio lasciarlo su H.264 con un formato contenitore Matroska (MKV) o MP4 corrispondente selezionato sopra, a meno che tu non abbia una buona conoscenza dei codec e dei contenitori video).

Successivamente selezioniamo il fattore di velocità costante (importante) (3). Un valore inferiore per il fattore di velocità costante (CRF) si tradurrà in una qualità migliore, con 0 senza perdita, sebbene questo venga abbinato a una dimensione del file risultante maggiore per la registrazione. Un intervallo compreso tra 15 e 23 è solitamente il mezzo felice .

Possiamo quindi impostare la nostra preimpostazione video (4), dove ancora una volta una selezione più lenta si tradurrà in una migliore qualità, anche se la macchina potrebbe essere notevolmente tassata di più nel processo. L’idea migliore è provare sempre alcune diverse combinazioni di impostazioni e vedere come appaiono le registrazioni finali.

Possiamo anche selezionare o Audio codec (5) e bit rate (6). Una velocità in bit di 128 fornirebbe una qualità audio ragionevole, sebbene un’impostazione di 192 o superiore possa fornire una qualità audio migliore. Andare a circa 256 non è consigliato per le registrazioni standard.

LEGGI  I 10 linguaggi di programmazione che gli sviluppatori devono conoscere

L’ interfaccia di registrazione SSR

Al termine della configurazione del profilo di output, è possibile salvarlo con l’ opzione Salva nella parte superiore della finestra di dialogo e, facendo clic sul pulsante Avanti per continuare, si accederà all’interfaccia di registrazione finale.

Interfaccia principale di registrazione SimpleScreenRecorder

In questa finestra di dialogo, iniziamo immediatamente a registrare (1) se scegliamo di farlo. Ci consentirà anche di annullare la registrazione (4), il che ci riporta alla schermata precedente (la finestra di dialogo di selezione del profilo di output). Una volta che la registrazione è finita, può essere salvata (5), e possiamo anche avviare un’anteprima in tempo reale (7). L’anteprima in tempo reale può essere molto utile per avere un’idea dell’area che verrà registrata e per vedere se l’ingresso audio funziona bene e non a basso / alto volume:

Possiamo impostare una pianificazione (6) utilizzando l’opzione di pianificazione ( pulsante Modifica pianificazione ) e attivare la stessa. Possiamo anche vedere un registro eventi dettagliato (3) che può aiutare con la risoluzione dei problemi audio e video se le cose dovessero andare male.

Infine, la panoramica delle informazioni in tempo reale in (2) fornisce molte informazioni utili su come sta andando / funziona la nostra registrazione durante la registrazione e informazioni parziali (come il numero mostrato in FPS in , che ci mostra il numero di fotogrammi di input al secondo ) mentre stiamo visualizzando in anteprima le nostre selezioni, ma non ancora registrando.