domenica, Maggio 26, 2024

RetroArch e PPSSPP: Il ritorno del retro gaming su iPhone e iPad

**LA NUOVA ONDATA DI EMULATORI DI CONSOLE CLASSICHE SU iPhone E iPad**

Da quando Apple ha deciso di allentare le sue regole sull’App Store, diversi emulatori di console classiche sono entrati nell’ecosistema della Mela. Ma gli ultimi arrivati sono su iPhone e iPad sono due emulatori particolarmente apprezzati dalla comunità di retro gaming: RetroArch e PPSSPP.

**RETROARCH: UN HUB PER I GIOCHI RETRÒ SU IPHONE**

Se la maggior parte degli emulatori punta a simulare il funzionamento di una singola console, c’è un nuovo arrivato su iPhone che punta a emulare (quasi) tutte: RetroArch. Sebbene sia nuovo per l’ecosistema della Mela, è uno dei più famosi e completi “frontend” per l’emulazione su Android, Windows e Linux.

Disponibile gratuitamente sull’App Store, RetroArch non è un semplice emulatore, ma un vero e proprio hub che permette di gestire decine di “core”, ovvero i Motori che simulano l’Hardware delle console originali. Più che una console, è uno scaffale pieno di vecchie console da emulare.

**PPSSPP E GLI ALTRI: LA CARICA DEGLI EMULATORI SU APP STORE È SOLO ALL’INIZIO**

Se RetroArch offre flessibilità per chi vuole testare tanti giochi retrò diversi sul proprio iPhone, ci sono anche emulatori specifici per alcune console. Più semplici da usare, per chi vuole semplicemente rivivere le proprie esperienze passate con una singola console.

Per esempio, su iPhone arriva anche PPSSPP, emulatore della PlayStation Portable, ha fatto il suo debutto sull’App Store. Anche in questo caso, il download è gratuito. Ma a differenza dello spirito open source di RetroArch, presto dovrebbe arrivare una versione Gold a cinque dollari, per funzionalità avanzate, come spiega The Verge. Infatti, non offre il supporto per la Magic Keyboard o i Retro Achievements. Ma permette di giocare ai titoli della console portatile di Sony.

Sempre più emulatori

RetroArch e PPSSPP sono due emulatori molto apprezzati dalla comunità di retro gaming, gli ultimi arrivati su iPhone e iPad. Ma chissà quali altri nomi illustri seguiranno il loro esempio. Se prima l’App Store bloccava il proliferare di questo tipo di Software, l’apertura ha convinto moltissimi sviluppatori a lanciare i propri emulatori su iOS e iPadOS. Cosa che potrebbe far apprezzare vecchi giochi del passato, ma anche far innervosire chi di quei giochi detiene ancora i diritti d’autore. Una discussione che continuerà a evolvere nei prossimi mesi, con altri emulatori in arrivo nell’ecosistema della Mela.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: