HomeVideogiochiRoblox: consigli per la sicurezza online dei bambini

Roblox: consigli per la sicurezza online dei bambini

Quando si tratta di mantenere i bambini al sicuro online, riteniamo che richieda un approccio collaborativo, richiedendoci di assumerci la responsabilità con altre piattaforme, famiglie, educatori e gli stessi giocatori.

Dovremmo TUTTI mirare a condividere le migliori pratiche, a modellare l’aspetto di un comportamento “buono” e assicurarci di rendere il più semplice possibile per i giovani riconoscere e segnalare tutto ciò che li preoccupa.

E per ribadire, la sicurezza non si applica solo a Roblox, ovviamente. Lo stesso consiglio si applica a tutte le piattaforme online.

Ecco i consigli!

Suggerimenti per la sicurezza in linea

1. Usa password complesse

Molte persone sono ancora colpevoli di utilizzare password predefinite o combinazioni davvero semplici. Infatti, secondo il National Cyber ​​Security Center , le password più popolari del 2019 sono:

  • 123456
  • 123456789
  • Qwerty
  • Parola d’ordine
  • 1111111

Ora, dovrebbe essere una preoccupazione! Speriamo che niente qui sembri familiare!

Se una di queste password sembra appartenere a te o ai tuoi figli, cambiala! Sii creativo quando lo fai. Gli hacker indovineranno il tuo cognome, il nome del bambino o la data di nascita.

Perché non provare qualcosa legato ai tuoi hobby o un libro che ti piace? Una combinazione di lettere maiuscole e minuscole, numeri e simboli è sempre buona (e spesso richiesta dai siti web).

Pensa alla tua password come al tuo spazzolino da denti; non condividerlo con nessuno e cambiarlo regolarmente!

2. Non condividere informazioni personali

Questo sembra ovvio, ma purtroppo, quando la maggior parte delle persone afferma di essere stata violata, di solito ha condiviso informazioni su se stessa online per caso. E davvero, i bambini potrebbero non sapere meglio a seconda della situazione.

Per lo meno potresti essere inondato di spam e chiamate fastidiose o, più problematici, tentativi di phishing o frode reale.

Non vogliamo che nessuno, specialmente i giovani, condivida informazioni di identificazione personale, quindi tieni i loghi della scuola fuori dalle fotografie su Facebook e non condividere i nomi di Snapchat online.

Se il sito utilizzato da tuo figlio richiede informazioni, chiedi loro di eseguire lo scenario da te, quindi valuta attentamente se desideri condividere tali informazioni. Nessuno online ha davvero bisogno di conoscere il tuo indirizzo di casa o i dettagli del tuo conto bancario.

3. Pensa alla sicurezza del dispositivo

Se qualcuno rubasse un cellulare a tuo figlio, cosa ci troverebbe sopra? Foto di te e della tua famiglia, i loro account sui social media (è molto facile reimpostare le password su questi), un’app di online banking?

Forse è il momento di considerare l’impostazione di un PIN o l’utilizzo del riconoscimento facciale o della scansione delle impronte digitali preinstallato ora sulla maggior parte dei dispositivi mobili. Puoi anche utilizzare le app di monitoraggio se dovesse accadere il peggio; potresti benissimo recuperare il dispositivo!

4. Scegli con cura i tuoi amici

Questo vale sia online che offline, ma vale la pena pensare prima di accettare quella richiesta di amicizia.

Parla con tuo figlio delle persone che chiedono loro di essere amici online. Conosci la persona? Perché li stanno aggiungendo?

Alcuni dei giochi a cui giocano potrebbero incoraggiare l’incontro con nuove persone, il che va bene in un ambiente sicuro: potrebbero persino finire per diventare buoni amici! Ma se tali amici chiedono loro di uscire dall’app e chattare altrove, potrebbe essere rischioso.

Ripeti che i tuoi figli in realtà non conoscono queste persone, dopotutto. E, anche se ricevono una richiesta da qualcuno con cui pensavano di essere già amici, assicurati che ricontrolla prima di accettare la richiesta.

Ad esempio, se è qualcuno con cui possono inviare messaggi di testo o chiamare per chattare, invitalo a farlo piuttosto che conversare esclusivamente tramite un’app o una piattaforma online. Potrebbe essere qualcuno che impersona il proprio amico o l’amico potrebbe essere stato violato; non si sa mai. Questa tecnica viene spesso utilizzata anche per diffondere virus dannosi.

5. Considera le app che tu e la tua famiglia utilizzate

Le attività online nel nostro tempo libero sono pensate per essere divertenti. Se non lo sono, forse chiedi perché? I bambini vorranno spesso unirsi alle app popolari utilizzate dai loro coetanei, anche quando potrebbero non essere adatte all’età. Sfortunatamente, potrebbero non essere pronti per alcuni dei contenuti, della lingua o del comportamento che potrebbero incontrare in diversi spazi online.

Questa è una grande opportunità per parlare con i tuoi figli di ciò che gli piace fare online e aiutarli a scegliere ciò che è giusto per loro. Per te, il genitore, fai attenzione alle app e ai giochi non classificati, specialmente se sono solo collegamenti online. Usa app credibili che vengono scaricate direttamente dall’App Store o dal Google Play Store per assicurarti che non siano piene di cose cattive!

6. Trascorri del tempo a leggere le sezioni con caratteri piccoli e sicurezza

Siamo tutti colpevoli di aver superato la stampa fine. Ma prendi l’abitudine di prenderti il ​​tempo e leggere i termini e le condizioni prima di spuntare la casella “OK”.

Sei felice che le tue informazioni vengano condivise con terze parti? L’app è autorizzata a pubblicare le tue foto altrove senza il tuo permesso? Inoltre, controlla le regole e come segnalare tutto ciò che non sembra corretto e aiuta i tuoi figli a fare lo stesso.

7. Parlate insieme di cosa fare se qualcosa li preoccupa; tieni quella porta aperta!

Mostra e incoraggia i tuoi figli a usare gli strumenti sulle piattaforme che usano e assicurati che sappiano che possono parlare con te se qualcosa non va. Se si fidano che li aiuterai e non si arrabbieranno, è molto più probabile che vengano da te se hanno bisogno di te.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial