venerdì, Luglio 19, 2024

Robot da marciapiede per il food delivery: Tokyo e non solo

Uber Eats COLLABORA CON MITSUBISHI ELECTRIC E LA Startup CARTKEN PER INTRODURRE ROBOT DA MARCIAPIEDE AUTONOMI A TOKYO

Il servizio di food delivery di Uber Eats sta per ricevere un notevole upgrade, e lo farà grazie alla collaborazione con Mitsubishi Electric e la startup di Robotica autonoma Cartken. Un’innovazione che presto porterà i robot da marciapiede nelle strade di Tokyo.

MODELLO C: IL ROBOT DA MARCIAPIEDE AUTONOMO

Il Modello C di Cartken è dotato di un contenitore isolante da 27 litri e viaggia a una velocità di 5,3 chilometri all’ora. Grazie all’impiego di avanzati sensori e telecamere, il robot è in grado di rilevare, percepire e navigare nell’ambiente circostante. Inoltre, è possibile monitorare e guidare il robot a distanza tramite un sistema di teleoperazioni.

LA VISIONE DI MITSUBISHI ELECTRIC

Shoji Tanaka, direttore generale senior del centro di sviluppo di applicazioni avanzate di Mitsubishi Electric, ha sottolineato l’ampio potenziale di utilizzo dei robot per le consegne. A suo parere, questi dispositivi potrebbero essere impiegati non solo per il food delivery, ma anche all’interno di edifici e fabbriche, integrandosi ai sistemi degli smart building.

L’UTILIZZO DEI ROBOT PER LE CONSEGNE

I robot e i Droni per le consegne stanno diventando sempre più comuni in diversi luoghi del globo. Startship Technologies ha avviato nel 2019 un test per le consegne robotizzate all’interno della George Mason University. Con l’inizio della pandemia, altre società come Kiwibot e Grubhub con Yandex hanno avviato servizi simili in diverse unità negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

UBER EATS E LE CONSEGNE IN PARTNERSHIP CON SERVE ROBOTICS

Con la partnership con Serve Robotics, Uber Eats ha avviato i propri servizi in California, utilizzando tecnologie simili e un robot dotato di Tecnologia di Guida Autonoma di Livello 4. Il robot è in grado di muoversi per le strade, collegando oltre 200 ristoranti dopo oltre un anno di test a West Hollywood.

BOLT E IL LANCIO DEI PROPRI ROBOT

Anche Bolt ha lanciato la propria versione di robot, in collaborazione con Starship Technologies, facendo partire le consegne a Tallinn, in Estonia. In quest’area, gli utenti potevano aprire il portavivande del robot con un tasto digitale sull’App.

LE CONSEGNE NELLE CITTÀ E L’IMPATTO DEI ROBOT

Mentre le consegne robotizzate stanno prendendo sempre più piede, è importante sottolineare che attualmente si trovano ancora in fase di test. Anche Amazon ha lanciato i robot Scout per alcune consegne, affiancandoli alle consegne via drone. La complessità delle consegne in contesti urbani, unita ai costi elevati dei dispositivi, fanno sì che al momento le attività di consegna con robot siano ancora in una fase sperimentale.

Il futuro delle consegne robotizzate dipenderà non solo dall’avanzamento tecnologico, ma anche dalle dinamiche di mercato. Una volta che i robot avranno raggiunto un buon livello di efficienza a costi contenuti, potrebbero diventare parte integrante delle consegne di cibo. Al momento, però, continuiamo a premiare con la mancia i rider che si impegnano nel consegnare i nostri pasti.

Concludendo, l’introduzione dei robot da marciapiede per le consegne di cibo rappresenta un passo significativo nell’evoluzione del settore del food delivery. Anche se al momento non sono ancora ampiamente diffusi, l’impiego di tali tecnologie apre a nuove opportunità e si inserisce in un contesto di ricerca e sviluppo continuo per migliorare e rendere più efficienti le operazioni di consegna.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: