giovedì, Ottobre 6, 2022
HomeAppleSamsung, Apple e Xiaomi, chi vende più cellulari?

Samsung, Apple e Xiaomi, chi vende più cellulari?

Sebbene ci sia ancora un calo nella distribuzione mobile, il mercato globale degli smartphone ha mostrato segni di miglioramento nel terzo trimestre (luglio-settembre) del 2020, con spedizioni in calo solo dell’1,3% anno su anno, secondo i rapporti. dati preliminari da Tracker Quarterly Mobile Phone World International data Corporation (IDC).

In totale, nel terzo trimestre dell’anno sono stati distribuiti 353,6 milioni di smartphone e, sebbene il mercato sia in calo, i risultati sono stati migliori rispetto alla precedente previsione di IDC di un calo del 9% anno su anno. Ciò è in gran parte attribuito alla riapertura delle economie in tutto il mondo poiché le restrizioni COVID-19 sono state gradualmente allentate.

India, mercato chiave

Una delle principali tendenze sulla strada per la ripresa del mercato è, secondo il rapporto, “un rimbalzo più rapido del previsto in alcuni mercati emergenti chiave “. Mercati come l’India, attualmente il secondo mercato più grande al mondo, e che ha registrato “volumi molto forti durante il trimestre, nonostante le nuove preoccupazioni per la pandemia COVID”. Anche altri mercati emergenti, come Brasile, Indonesia e Russia, che sono al quarto, quinto e sesto posto nel mondo, hanno registrato una forte crescita.

“Sebbene ci fosse un elemento di domanda repressa che ha guidato la crescita del mercato, è stato principalmente l’insieme di grandi promozioni e sconti che hanno accelerato la crescita in questi mercati”, ha affermato Nabila Popal, direttore della ricerca per IDC Worldwide Mobile Device Trackers. “In India, l’apprendimento a distanza ha effettivamente guidato la domanda di smartphone di fascia bassa in quanto sono un’opzione più conveniente rispetto ai tablet. L’aumento della domanda di dispositivi di fascia bassa aumenta solo la domanda di dispositivi di fascia bassa. concorrenza e aumenta la pressione sui profitti dei venditori “.

I mercati più grandi e sviluppati come la Cina, l’Europa occidentale e il Nord America hanno registrato i maggiori cali nel terzo trimestre. Poiché questi sono i mercati più grandi per Apple, il ritardo di un mese nel lancio dell’iPhone 12 ha contribuito al declino. Tuttavia, in molti di questi mercati, le promozioni 5G stanno iniziando a riscaldarsi e una gamma completa di prodotti sta rapidamente diventando disponibile per i consumatori a tutte le fasce di prezzo.

Samsung, di nuovo leader

Tra i mesi di aprile e giugno 2020, l’azienda cinese Huawei ha superato per la prima volta Samsung ed è diventata il più grande produttore di telefoni cellulari al mondo. Ma la leadership non è durata a lungo, da quando Samsung è riuscita nell’ultimo trimestre a riconquistare la prima posizione con una quota di mercato del 22,7% dopo aver spedito 80,4 milioni di smartphone, il 2,9% in più rispetto a nell’anno precedente.

In India, il più grande mercato per Samsung e che rappresenta il 15% del volume totale, il marchio ha notevolmente migliorato la sua posizione con una crescita prossima al 40% anno su anno grazie alla sua forte performance nel segmento di prezzo inferiore a $ 250 e il canale online in cui i modelli della serie M sono andati abbastanza bene. Negli Stati Uniti, il secondo mercato più grande di Samsung, lo slancio è stato forte per la serie A con buoni risultati anche dal Note 20 e Note 20 Ultra, contribuendo quasi al 20% del volume totale nel 3Q20.

Huawei ha perso il primo posto e si è classificata seconda nel trimestre con 51,9 milioni di smartphone spediti e una quota del 14,7%. Il venditore ha subito un forte calo – 22% anno su anno – con continui cali nei mercati internazionali e un calo di oltre il 15% in Cina. L’azienda continua ad affrontare sfide a causa del crescente impatto delle sanzioni statunitensi, che stanno influenzando le sue prestazioni anche in Cina, poiché il marchio sta cercando di accelerare il ritmo delle sue spedizioni per un periodo più lungo.

Xiaomi batte Apple

Xiaomi è riuscita a distribuire 46,5 milioni di dispositivi fino a raggiungere la posizione numero 3 a livello globale, superando per la prima volta Apple con una quota del 13,1% e una crescita del 42,0%. Ciò è dovuto ai forti guadagni in India e alla continua presenza in Cina, che ha rappresentato il 53% del volume dell’azienda durante il terzo trimestre. In India, la capacità produttiva di Xiaomi è risalita a quasi l’85% del suo livello pre-pandemia, aiutandola a soddisfare la forte domanda.

Il portafoglio di prodotti entry-level di Xiaomi, in particolare la serie Redmi 9, ha ottenuto buoni risultati sia in India che in Cina. Xiaomi ha anche lanciato in Cina il Redmi K30 Ultra di fascia media e l’MI 10 Ultra di fascia alta, che hanno catturato ancora più attenzione dei consumatori.

Apple ha venduto 41,6 milioni di iPhone nel terzo trimestre , in calo del 10,6% anno su anno, posizionandosi al quarto posto per la prima volta con una quota dell’11,8%. Questo calo era previsto ed è dovuto principalmente al ritardo nel lancio della nuova serie di iPhone 12 , che di solito è nel terzo trimestre.

Nonostante ciò, la serie iPhone 11 “ha fatto eccezionalmente bene” , contribuendo alla maggior parte del volume di Apple, seguita dal dispositivo SE. Guardando avanti ai prossimi trimestri del 2020 e del 2021, Apple dovrebbe crescere con una forte domanda iniziale per l’iPhone 12.

Infine, il marchio Vivo è tornato tra i primi 5 in questo trimestre con 31,5 milioni di unità vendute, con una crescita del 4,2% su base annua e una quota di mercato dell’8,9%. Sebbene la società stia cercando di aumentare la sua presenza in altri mercati, l’India ha registrato una crescita massiccia di quasi il 30% anno su anno nei suoi modelli di fascia bassa sotto i $ 200. In Cina, il marchio ha migliorato le posizioni di mercato dei suoi telefoni delle serie S, iQOO e X che hanno contribuito a continuare la sua forte presenza lì.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial