Un rapporto della CNBC ha rivelato oggi che TikTok ha presumibilmente scelto un offerente per rilevare le sue attività negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda e in Australia – e rivelerà chi è molto presto. Si dice che la scelta sia tra Walmart e Microsoft o Oracle.

CNBC riferisce che i dirigenti di TikTok potrebbero annunciare l’accordo già dal 1 settembre. Anche se non sappiamo ancora chi sia il fortunato corteggiatore. L’altro probabile contendente è Oracle. Secondo i termini del primo ordine esecutivo del presidente Donald Trump in materia, la società madre di TikTok ByteDance avrebbe dovuto chiudere un accordo con il suo offerente americano entro la metà di settembre. Da allora è stata estesa quella scadenza a novembre, ma è certamente nel miglior interesse di ByteDance che l’accordo venga firmato prima piuttosto che dopo.

L’interesse di Walmart per TikTok è emerso la scorsa settimana, quando è emerso che stava unendo le forze con Microsoft. Apparentemente spera di utilizzare l’app dei social media per aumentare il suo profilo di e-commerce e il suo fascino per i giovani. Come ha affermato Walmart nella sua dichiarazione aziendale : ” Siamo fiduciosi che una partnership Walmart e Microsoft soddisferà entrambe le aspettative degli utenti di TikTok statunitensi, soddisfacendo al contempo le preoccupazioni dei regolatori del governo degli Stati Uniti”. Esprime anche ammirazione per il modo in cui TikTok ha “integrato capacità di e-commerce e pubblicità in altri mercati”, presumibilmente riferendosi alla sua app gemella solo in Cina, Douyin. Douyin usa il suo creatore di contenuti per promuovere il suo merchandising, e il New York Times lo descrive come avere “il tipo di portata tra i giovani acquirenti che Walmart vorrebbe avere”.

LEGGI  Quanto costa fare pubblicità su TikTok? Ecco le tariffe

L’ interesse di Microsoft per TikTok è precedente all’ordine esecutivo di Trump. Ha messo in pausa l’accordo quando Trump apparentemente ha espresso disapprovazione, ma in seguito ha annunciato che stava continuando le discussioni con ByteDance. Secondo CNBC, Walmart ha dovuto collaborare con Microsoft poiché il governo degli Stati Uniti voleva che una società tecnologica guidasse l’accordo. Presumibilmente (il governo) spera che il trasferimento dei dati a server con sede negli Stati Uniti possa alleviare alcuni dei problemi

Tuttavia, questo non vuol dire che da questo momento in poi la navigazione sia tranquilla. Venerdì scorso, il ministero del Commercio cinese ha ampliato la sua lista di esportazioni controllate per includere la tecnologia AI, che è la spina dorsale di TikTok. In altre parole, ByteDance dovrebbe ottenere una dispensa speciale dal governo cinese per vendere i suoi interessi americani. Potrebbe complicare l’affare nell’ultima ora. TikTok in seguito ha rilasciato una dichiarazione in cui diceva (tradotto) che avrebbe rispettato rigorosamente le nuove regole.

Dovremo aspettare e vedere chi sarà il nuovo genitore americano di TikTok.