mercoledì, Dicembre 7, 2022
HomeCriptovaluteTutto ciò da sapere sulle monete digitali Stablecoin

Tutto ciò da sapere sulle monete digitali Stablecoin

Mentre le criptovalute e l’ecosistema crittografico possono presentare opportunità interessanti e gratificanti, molte criptovalute sono estremamente volatili.

Potresti non voler spendere un bitcoin se pensi che il suo prezzo potrebbe aumentare di 10 volte entro un anno. Oppure potresti non voler prendere in prestito una criptovaluta il cui valore potrebbe diminuire dopo aver ricevuto i fondi. Inoltre, può essere difficile e costoso trasferire denaro tra i sistemi finanziari tradizionali e le reti di criptovalute.

Le stablecoin aiutano gli utenti di criptovalute ad affrontare entrambe queste preoccupazioni.

Cosa sono le stablecoin?

Come suggerisce il nome, le stablecoin sono criptovalute progettate per offrire stabilità all’interno di un sistema di criptovalute. Sono spesso ancorati (cioè hanno un tasso di cambio fisso) a una valuta fiat, come il dollaro USA.

“In un ecosistema come le criptovalute, in cui la volatilità è tipicamente elevata, questa è una proprietà importante”, afferma Paul Brody, principale e leader globale della blockchain presso Ernst & Young . “Se vuoi sfruttare la tecnologia blockchain senza esporti alla volatilità dei prezzi delle criptovalute, questo è il modo per farlo.”

Ad esempio, una moneta USD (USDC) è destinata a valere sempre $ 1. Sebbene il potere d’acquisto del dollaro possa cambiare nel tempo, è molto meno volatile delle criptovalute.

Ci sono anche stablecoin ancorate a una merce, come oro o petrolio, ma le stablecoin fiat sono attualmente le opzioni più popolari.

Come funzionano le stablecoin?

Il valore ancorato di una stablecoin è ciò che la rende utile nel mondo delle criptovalute. Ma questo è possibile solo se i possessori di monete possono essere certi che saranno in grado di incassare le loro stablecoin. Per garantire che ciò possa accadere, i creatori di stablecoin detengono riserve di altre valute o attività.

“Questa si chiama garanzia”, ​​spiega Stephen Stonberg, CEO di Bittrex Global , una piattaforma di trading di criptovalute. “Oltre ad essere legato a un altro bene, la garanzia include anche l’acquisto e la vendita di beni affiliati attraverso meccanismi algoritmici”.

Ad esempio, un emittente di stablecoin può promettere di detenere $ 1 in un conto bancario per ciascuna delle monete di criptovaluta che crea. Finché la garanzia – o le riserve – sono disponibili, i possessori di monete sanno che saranno in grado di scambiare una moneta per $ 1. Tuttavia, c’è il rischio che l’emittente di stablecoin non disponga effettivamente di riserve sufficienti.

Le agenzie governative hanno discusso i modi per regolamentare le stablecoin e hanno intrapreso azioni contro le organizzazioni che potrebbero aver travisato le loro riserve. E gli emittenti di stablecoin potrebbero condividere alcuni dettagli su cosa e dove detengono le loro riserve.

Tuttavia, se stai pensando di acquistare stablecoin, la mancanza di riserve adeguate è un potenziale rischio di cui essere a conoscenza. “Secondo me, l’unica risposta veramente accettabile è con un audit indipendente”, afferma Brody. “Non solo è necessario sapere quali attività supportano un particolare token, se si tratta di un token supportato da attività, ma è anche necessaria la certezza che tali attività non siano impegnate contro altre passività”.

Due approcci comuni alle garanzie sulle stablecoin

Gli emittenti di stablecoin possono scegliere come desiderano detenere le garanzie collaterali per le loro stablecoin nelle riserve. Le specifiche variano a seconda della stablecoin, ma la maggior parte rientra in due categorie:

  • Garanzie off-chain o garantite da attività. Le stablecoin garantite da asset mantengono riserve in asset non blockchain. Le opzioni più sicure possono essere quelle che detengono valuta legale in conti regolamentati. Ma alcuni possono detenere materie prime, come l’ oro , in riserva. Oppure alcuni mantengono parte dei fondi in valute legali e investono il resto della garanzia. “C’è un po’ più di rischio qui perché importanti variazioni di prezzo in tali attività potrebbero minacciare la capacità dei possessori di token di incassare”, afferma Brody.
  • Garanzia su catena o cripto-backed. Le stablecoin supportate da criptovalute utilizzano le criptovalute come garanzia. Puoi depositare e bloccare altre criptovalute per creare queste stablecoin e generalmente sono eccessivamente garantite per tenere conto della volatilità. Ad esempio, lo stablecoin DAI è ancorato all’USD (un DAI equivale a $ 1). Ma potresti dover bloccare $ 150 di ether (ETH) per creare $ 100 di DAI.

“Un’altra variazione delle stablecoin sono le stablecoin on-shore e off-shore”, afferma Stonberg, riferendosi al fatto che gli emittenti di stablecoin mantengano le riserve al di fuori degli Stati Uniti, il che potrebbe influire sulla supervisione normativa. “Alla fine, ci sarà un mercato per entrambi i tipi di stablecoin”.

C’è un altro tipo di stablecoin che non ha alcuna garanzia. Invece, usano algoritmi automatizzati per cercare di creare o diminuire l’offerta e mantenere un prezzo costante. Tuttavia, queste stablecoin algoritmiche o “stile signoraggio” non hanno preso piede.

In che modo le persone usano le stablecoin?

Le stablecoin vengono utilizzate principalmente in due modi.

Innanzitutto, potresti voler conservare denaro nel sistema di criptovaluta, ma non pensi che abbia senso investire in bitcoin (o in una criptovaluta diversa) in questo momento. Tenere i fondi in una stablecoin potrebbe limitare il rischio. È un po’ come tenere contanti in un conto di intermediazione in attesa di fare un investimento.

L’altro e forse più popolare modo in cui le persone usano le stablecoin è partecipare a progetti di finanza decentralizzata (DeFi), come piattaforme di prestito e prestito di criptovalute. Ridurre al minimo il rischio di volatilità per gli utenti potrebbe rendere più semplice la comprensione del costo (o profitto) che può derivare da queste transazioni.

“Per la maggior parte delle aziende e dei singoli utenti, la possibilità di utilizzare stablecoin per gestire il rischio durante l’accesso a DeFi e ad altri servizi online sarà la proposta di valore chiave ed è sicuramente ciò a cui sono interessati i nostri utenti aziendali”, afferma Brody.

Conclusioni

Sia per gli individui che per le istituzioni, le stablecoin consentono alle persone di rimanere nel mondo delle criptovalute senza il rischio comunemente associato alle criptovalute. Agli occhi di Stonberg, “la cosa unica e importante delle stablecoin è che rappresentano il ponte tra due mondi: le criptovalute e la finanza tradizionale”.

Tuttavia, se stai pensando di acquistare stablecoin o di utilizzarli per prestare o prendere in prestito denaro tramite una piattaforma DeFi, sappi che c’è ancora del rischio.

Le stablecoin garantite da asset potrebbero in realtà non detenere abbastanza asset per garantire completamente il loro saldo di monete in sospeso. E anche se sono eccessivamente garantite, le stablecoin supportate da criptovalute potrebbero avere problemi se altre criptovalute subiscono forti ribassi.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial