sabato, Marzo 2, 2024

TV Samsung: Stop al Supporto dell’Assistente Google da Marzo 2024 – novità e commenti

TV Samsung: addio all’Assistente Google il prossimo mese

Per i possessori di TV Samsung, prodotti tra i più apprezzati del settore, sono in arrivo pessime Notizie. Dal primo marzo 2024, infatti, questi dispositivi non supporteranno più l’Assistente Google.

L’annuncio è apparso nella pagina delle FAQ proposta dal sito di Samsung, con una spiegazione che fa riferimento a un “Cambiamento della politica di Google” al momento ben poco chiara.

TV SAMSUNG E ASSISTENTE GOOGLE? ENTRAMBE LE AZIENDE SEMBRANO AVERE ALTRE PRIORITÀ

Nonostante quanto sta per avvenire con le TV Samsung non vada ad influenzare altri produttori, da molti viene interpretato come un ulteriore segnale delle intenzioni di Google di eliminare in modo graduale il suo assistente vocale.

A tal proposito, il nome dell’Assistente Google sembra sempre meno presente nei progetti dell’azienda, gradualmente sostituito da Bard o da Gemini. Altro segnale di queste intenzioni è la recente eliminazione di funzionalità dell’assistente, con il colosso di Mountain View che ha voluto tagliare i costi rispetto al suo mantenimento.

In generale, sembra che l’azienda voglia puntare forte proprio sul già citato Gemini, ponendo la propria attenzione sul contesto aziendale. L’assistente vocale di Samsung, Bixby, dal canto suo non sembra avere il focus sull’Intelligenza Artificiale e vi è la sensazione che il colosso coreano non abbia intenzione di concentrarsi più di tanto in questo senso.

D’altronde, il marchio sta lavorando in modo concreto per offrire il meglio possibile per quanto concerne le funzioni di AI Galaxy. Le TV, di fatto, al momento non sembrano una priorità né per Google che per Samsung.

OFFERTISSIMA: KIT TASTIERA E MOUSE WIRELESS LOGITECH SU Amazon A MENO DI 50 EURO!

La decisione di Samsung di non supportare più l’Assistente Google sulle sue TV a partire dal prossimo mese ha scosso la community degli utenti, ma non è un caso isolato. Già in passato, il marchio coreano ha fatto scelte che hanno portato all’esclusione di alcune funzionalità chiave. Ad esempio, è noto il caso del rilascio di alcune TV senza il supporto alle App di Netflix 4K, a causa di una mancata collaborazione tra le due aziende.

Allo stesso tempo, Google sembra essere intenzionata a spostare il proprio focus su altre aree, con la graduale eliminazione dell’Assistente Google a vantaggio di Bard e Gemini. Un cambiamento che sta influenzando non solo Samsung, ma anche numerosi altri produttori di dispositivi tecnologici.

SOLO SU AMAZON: iPhone 15 A MENO DI 850 EURO, CORRI A PRENDERLO!

Nonostante queste novità, sia Google che Samsung sono impegnate su altri fronti. Nel caso del colosso americano, la scelta di investire su altre soluzioni sembra essere in linea con una strategia di taglio dei costi e riorganizzazione delle proprie risorse. Mentre per Samsung, l’attenzione sembra essere puntata verso altre aree come la gamma di prodotti Galaxy.

Ciò nonostante, gli utenti attuali di TV Samsung si trovano di fronte a una situazione in cui dovranno ripensare all’utilizzo dell’Assistente Google e probabilmente cercare alternative. Tuttavia, resta da vedere se altre novità arriveranno nel frattempo, magari con nuove funzionalità e assistenti vocali sviluppati direttamente da Samsung.

ECCO QUAL È L’ALTRO Smartphone CHE AVRÀ LO SNAPDRAGON 8 GEN 4 E SFIDERÀ IL GALAXY S25

Con la data del primo marzo sempre più vicina, la notizia dell’abbandono dell’Assistente Google da parte delle TV Samsung continua a sollevare dubbi e interrogativi. Gli utenti, però, avranno sicuramente modo di valutare le proprie alternative, sia all’interno dell’ecosistema Samsung che con soluzioni sviluppate da terze parti.

In definitiva, la decisione di Samsung e il cambiamento di strategia di Google sembrano indicare un mutamento nei progetti delle due aziende. Un mutamento che coinvolge anche gli utenti e che richiede loro di adattarsi e cercare nuove soluzioni per continuare a godere di una buona esperienza d’uso con i propri dispositivi TV.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: