domenica, Giugno 16, 2024

Un gruppo ransomware afferma di aver violato Sony

Sony non è estranea alla fuga di dati privati, a volte a scapito dei propri clienti. Un gruppo chiamato Ransomed.vc afferma di aver compromesso tutti i sistemi Sony.

Il gruppo sostiene inoltre che Sony si è rifiutata di pagare e sta quindi tentando di vendere i dati recuperati. Nonostante le attività losche, Ransomed.vc sta tentando di apparire come un’azienda legittima che offre test di penetrazione ed è conforme al GDPR e alle leggi sulla privacy dei dati.

Connessione per la Sicurezza informatica ha riportato per primo la storia, sostenendo che il gruppo “Opera da settembre, nonostante alcuni collegamenti a forum e gruppi precedenti”. Non viene fornito alcun prezzo per i dati, ma esiste una “data di pubblicazione” del 28 settembre, che potrebbe coincidere con la fuga dei dati.

Secondo Cyber ​​Security Connect vengono fornite alcune prove, ma non sono particolarmente convincenti. Presenta “screenshot di una pagina di accesso interna, una presentazione PowerPoint interna che delinea i dettagli del banco di prova e una serie di file Java”. Sony non ha ancora commentato eventuali hack o compromissioni dei dati.

Se Sony è stata compromessa, non sarà l’unica azienda di Videogiochi a scoprire improvvisamente le sue questioni private di dominio pubblico. Recentemente, a causa di quella che sembra un po’ di goffaggine da parte di Microsoft, molti dei piani di Xbox sono trapelati.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: