domenica, Ottobre 2, 2022
HomeCinemaUno sguardo al nuovo hotel Disney Star Wars da $ 6.000 a...

Uno sguardo al nuovo hotel Disney Star Wars da $ 6.000 a notte

Una galassia molto, molto lontana si avvicina molto

Sono entrato in Star Wars: Galactic Starcruiser pronto a fingere. Sarei stato Ch’aim Garteenbar, un contrabbandiere riformato che festeggiava l’andare dritto con una lussuosa crociera sull’Halcyon, orgoglio della Chandrila Star Line.

Sfortunatamente, a causa della natura compressa dell’anteprima media, ho trascorso la maggior parte del mio tempo a bordo della più grande scommessa della Disney degli ultimi anni nella mia solita veste di “Chaim Gartenberg, giornalista”. In parte hotel, in parte LARP, in parte parco a tema, Star Wars: Galactic Starcruiser vuole essere niente di meno che l’ultima esperienza di Star Wars , una che ti risucchia in una storia di fantascienza viva e palpitante che si svolge intorno a te – e per il prezzo che Disney sta mettendo su di esso, uno che ha molte aspettative da soddisfare.

L’atrio principale dell’Halcyon e cosa vedrai quando salirai a bordo per la prima volta.

Per essere estremamente chiari fin dall’inizio: questa non è una recensione dell’intera esperienza di Galactic Starcruiser. L’anteprima multimediale a cui ho partecipato è stata un “piatto campione” curato di quattro ore di ciò che gli ospiti riceveranno in un soggiorno di due giorni. Non sono riuscito a dormire in hotel e il mio tempo “a bordo” si è concentrato sul vedere le scene principali e i componenti interattivi nelle ambientazioni di gruppo invece delle trame più piccole basate sulla scelta che gli ospiti potranno costruire nel corso del viaggio completo di due giorni.

In quanto tale, questa non è una valutazione del fatto che l’intero pacchetto valga l’incredibile prezzo di partenza di $ 4.809 che la Disney addebita per un soggiorno Galactic Starcruiser. ( Il prezzo esorbitante non era mai lontano dalla mia mente quando stavo visitando la “nave”.)

Anche se non posso dirti tutto sui dettagli minuto per minuto delle trame interattive e ramificate su cui Galactic Starcruiser sta ponendo così tanta enfasi, sono riuscito a viaggiare a bordo dell’Halcyon e vedere alcuni dei più grandi successi ed elementi unici dell’esperienza.

Galactic Starcruiser, proprio come Galaxy’s Edge prima, non è solo una creazione per i parchi a tema Disney. Il moderno desiderio di collegare insieme ogni elemento dei media e della narrazione fa parte dell’esperienza di Galactic Starcruiser e la Disney sta già lavorando per seminare la nave di lusso attraverso decenni di storia di Star Wars .

L’Halcyon gioca un ruolo nella trama multimediale dei libri dell’Alta Repubblica in corso ; c’è già una serie di fumetti che spiega il retroscena e mostra personaggi iconici come Anakin Skywalker, Padme Amidala e i soggiorni di Lando Calrissian a bordo della nave. C’è anche il romanzo recentemente annunciato The Princess and the Scoundrel , che rivelerà la storia mai raccontata della luna di miele di Han e Leia sull’Halcyon. Al ritmo attuale dei tie-in di Galactic Starcruiser, metterei anche le probabilità che la nave appaia in un episodio di uno spettacolo Disney Plus prima della fine dell’anno.

Tuttavia, stabilire l’Halcyon come una parte fondamentale della tradizione di Star Wars non significa solo creare pubblicità e marketing per il suo costoso hotel in modo non così sottile. È una base per una parte fondamentale del discorso di vendita agli ospiti. Non puoi semplicemente vivere in una storia di Star Wars per un giorno due ; il tuo tempo a bordo dell’Halcyon fa parte della saga di Star Wars , tanto parte del canone quanto qualsiasi film, videogioco o libro.

L’idea di vivere in un hotel interattivo ha visto Galactic Starcruiser fare molti confronti con Westworld , l’omonimo parco a tema della serie HBO. I due hanno molto in comune: la promessa di un’immersione totale in un mondo immaginario (completo di fazioni e costumi), l’idea che gli ospiti possano forgiare le proprie storie all’interno dell’ambientazione e il prezzo alle stelle che limita la partecipazione degli ospiti con tasche eccezionalmente profonde. Galactic Starcruiser ha persino i suoi compagni di intelligenza artificiale e robot vagabondi (sebbene siano molto meno assassini di quelli di Westworld.)

Ma il parco impossibile di Westworld promette un posto dove puoi fare qualsiasi cosa o essere chiunque nel selvaggio West. Galactic Starcruiser pone più enfasi sulla “scelta” rispetto all'”agenzia”. Un personaggio può portarti ad aiutare a sabotare il motore o salvare Chewbacca, ma non sarai tu a prendere quelle decisioni. Gli ospiti avranno un certo controllo su quali trame partecipano e da che parte stanno, ma tu sei ancora solo un personaggio secondario; stai partecipando a eventi ma non li dai mai veramente forma.

L’esperienza di Galactic Starcruiser inizia in uno spazioporto dove cavalcherai una capsula di trasporto fino all’Halcyon vero e proprio: i confini tra “hotel” e “cavalcata” si confondono sin dall’inizio.

Uscire dal baccello ti porta all’Atrium, la “lobby” di Halcyon, dove ti imbatterai direttamente negli ospiti e i membri del cast si aggirano allo stesso modo, pronti a coinvolgerti nella trama. In rapida successione, ho incontrato Gaya (la pop star galattica in visita), il suo manager Raithe Kole, un aspirante musicista di nome Sandro Alimander (che, come me, era al suo primo viaggio fuori dal pianeta), e il capitano della nave Riyola Keevan. Tutti avevano una storia e, soprattutto, volevano provare a coinvolgermi in essa. Nonostante i costumi e l’ambientazione elaborati, all’inizio mi ha comunque sbilanciato. Ho dovuto prendermi qualche minuto per capire come mi sarei adattato al gioco di ruolo.

In un certo senso, la “nave” è un po’ troppo lucida e pulita. In un panel, Brad Schoeneberg, vicepresidente del merchandising del marchio Disney, ha affermato di essersi ispirato a “dare uno sguardo al lato più bello della vita in Star Wars “, come le sale reali di Naboo e (cosa più strana) lo yacht di lusso di il signore del crimine Dryden Vos e le sale problematiche di Canto Bight. Sembrava che il linguaggio visivo di tanto in tanto tendesse più alle navi scintillanti di Star Trek che allo stile vissuto che è il segno distintivo di Star Wars. C’è un aspetto di plastica lucida che non ti fa mai dimenticare di essere in quello che è essenzialmente un giro in un parco a tema molto grande e molto lungo.

L’Halcyon è anche più piccolo di quanto potresti aspettarti. La sala da pranzo principale ha le dimensioni di un ristorante di medie dimensioni, mentre il bar intriso di neon dell’atrio offre posti a sedere per un paio di dozzine di persone al massimo. (E solo un singolo tavolo sabacc!) Ci sono spazi “ristretti” che si aprono per elementi della storia, come la stiva, il brigantino e la baia di ingegneria, ma ci sono davvero solo due o tre spazi “pubblici” principali in cui trascorrere del tempo al di fuori di quei momenti della trama.

Una stanza al Galactic Starcruiser non è grande, ma probabilmente non vorrai passare molto tempo lì comunque.

Anche le stanze che ho visto erano piuttosto compatte. C’è spazio per un letto, un tavolo estraibile e letti a castello chiusi integrati in una delle pareti. Sembra essersi spinto troppo oltre nell’emulare i progetti spazio-sensibili di una vera nave da crociera. Non ho mai alloggiato in una camera d’albergo da $ 2.000 a notte, ma mi aspetterei molto di più.

Nessuno scambierà il Galactic Starcruiser per un tradizionale hotel di lusso per gli standard terrestri. Non c’è molto in termini di normali servizi: niente piscine, palestre o spa e praticamente nessuna luce naturale. (C’è un unico spazio all’aperto, denominato “Simulatore climatico” per evitare di rompere il personaggio.) Certo, non andresti al Galactic Starcruiser per una normale esperienza in hotel, ma il prezzo sembra comunque imperdibile.

La Disney sta dando molta importanza al cibo e alle bevande a bordo (entrambi inclusi nel prezzo del biglietto, anche se le bevande alcoliche e speciali non lo sono). La presentazione mira ad andare al di là di un menu standard di un hotel. Proprio come Pandora o Galaxy’s Edge , il cibo presenta forme, colori e consistenze uniche per evocare una galassia lontana, molto lontana dalla nostra, come i colorati gamberetti blu (presumibilmente provenienti da Felucia) o il pane nero di roccia lavica che evoca il mondo vulcanico di Mustafar .

All’hotel Star Wars , anche il cibo ha una tradizione.

Sala da pranzo della corona di Corellia.

Ogni viaggio su Galactic Starcruiser seguirà lo stesso ampio arco narrativo. Gli ospiti sono passeggeri a bordo del viaggio per il 275° anniversario dell’incrociatore stellare di lusso, l’Halcyon, che sta emulando il suo viaggio originale da Chandrila a Batuu. Ambientato tra Gli Ultimi Jedi e L’Ascesa di Skywalker , la nave entra in conflitto con il Primo Ordine: ne consegue il dramma di Star Wars .

Le trame, ci è stato detto, si svilupperanno organicamente durante il viaggio di due giorni, in base a come i giocatori interagiscono e reagiscono ai membri del cast e alle azioni che intraprendono lungo il percorso. Ci sono più percorsi diramati, solo alcuni dei quali ho avuto modo di prendere parte: contrabbandare un alleato della Resistenza a bordo e intrufolarsi nella sala macchine per riavviare i sistemi della nave, ma c’erano altre trame che apparivano nell’evento finale, come rubare l’accesso codici o sbloccare un olocron Jedi, che non erano nel mio (breve) viaggio. Qualcun altro durante una storia di Resistance potrebbe aver visto più di quelle avventure, mentre un ospite allineato al Primo Ordine avrebbe avuto le proprie interazioni per cercare di sventare quelle trame.

Il tutto culmina in un finale di spettacolo dal vivo ricco di azione: non sarebbe Star Wars senza un duello con la spada laser (che include la “vera” spada laser dall’aspetto spettacolare che la compagnia ha mostrato alcuni mesi fa ). “Potrete guardare tutti gli stessi grandi eventi, ma non state guardando le stesse cose”, ha detto Cory Rouse, direttore creativo di Walt Disney Imagineering, osservando che un ospite che si è schierato con la Resistenza vedrà guadagni che potrebbero non fare senso per un personaggio mascalzone, mentre un alleato del Primo Ordine vivrà il finale sotto un’altra luce.

La magia del film Disney prende vita quando Rey brandisce la sua “vera” spada laser retrattile nel finale dell’evento.

Immersion è il nome del gioco qui: ogni segno è scritto sia in inglese che nell’immaginario alfabeto Aurebesh; ogni membro del cast, cameriere, addetto al servizio in camera e barista è nel personaggio per tutto il tempo; e gli ospiti in costume elaborato chiacchierano con te delle loro vite per aiutarti ad attirarti nel mondo. Come ti aspetteresti da un’esperienza al parco Disney, c’è un’incredibile attenzione ai dettagli. Tutte le porte della nave sono scorrevoli, invece che su cardini, per adattarsi meglio all’universo di Star Wars .

Ma quel livello di teatro è una posta in gioco per Disney World. Galactic Starcruiser mira a fare un ulteriore passo avanti cercando attivamente di attirare ospiti. I visitatori sono incoraggiati a vestirsi con un cosplay completo di Star Wars per abitare il mondo, almeno per un giorno o due. (La Disney, ovviamente, è felice di venderti abbigliamento a tema Star Wars se non lo hai già.) E il fattore chiave di differenziazione è la possibilità di partecipare all’avventura.

La Disney ti venderà volentieri tutti gli accessori o gli abiti di cui avrai bisogno nel negozio di articoli da regalo The Chandrila Collection.

Il film medio di Star Wars dura circa due ore. Due stagioni di The Mandalorian su Disney Plus ti dureranno circa mezza giornata. Galactic Starcruiser mira a una portata molto più ampia: due giorni di storia di Star Wars . Ciò significa trasformare molte delle parti ordinarie della tua giornata, inclusi mangiare e dormire, che non troveresti in un film in qualcosa di più speciale e Star Wars .

“[I film] sono una fetta di vita con tutte le parti noiose tagliate fuori”, ha detto Rouse a The Verge . “Ogni volta che proviamo a costruire un mondo come questo, vogliamo che tu abbia tutto l’extra – ciò che chiamiamo il magico mondano”, trasformando quelle “parti noiose” in qualcosa di più. Potrebbe essere un commento dal tuo server (in-personaggio) al bar sugli eventi a bordo della nave o uno scorcio di un personaggio come Rey che ti fa cenno da dietro l’angolo per aiutarla con una missione.

“Quello che ti stanno davvero chiedendo è ‘Vuoi giocare a Star Wars?'”, dice Rouse.

La parola che la Disney usa per la maggior parte degli aspetti più unici di Galactic Starcruiser è un “invito”. Come ha osservato Ann Morrow Johnson, produttrice esecutiva e direttrice creativa di Walt Disney Imagineering, in un pannello stampa, “Penso che gran parte di questa esperienza viva in questi momenti più piccoli e sottili in cui questi personaggi esistono, vivono le loro vite e ti sto invitando a venire a giocare con loro, se vuoi.

A un certo punto del nostro breve viaggio, alcuni membri del mio gruppo sono stati messi da parte da un membro dell’equipaggio per assistere a un’evasione per un membro della Resistenza catturato. Insieme, abbiamo hackerato un terminale, passato il codice di esclusione del brigantino attraverso una stanza in un breve gioco di telefono e aperto la porta in modo che potessero scappare. Presumibilmente, avrei potuto decidere di non aiutare se avessi voluto aiutare invece il Primo Ordine.

Galactic Starcruiser chiede molto ai suoi ospiti. In pratica ti stai immergendo in un gigantesco esercizio di improvvisazione con dozzine di estranei. E quello che otterrai dall’esperienza è in gran parte quello che ci hai messo dentro. Nel mio breve tempo lì, è stato difficile scrollarsi di dosso la sensazione che stavo solo facendo i movimenti per la particolare traccia della storia assegnata al mio gruppo. Forse i gruppi più piccoli, il tempo aggiunto, il contesto aggiuntivo e il ritmo più graduale della narrazione che l’esperienza completa ha contribuito a rendere il processo più organico. Ma quella natura guidata che ti inserisce in ruoli specifici è almeno parte del punto.

Secondo Sara Thacher, una senior R&D Imagineer e il direttore creativo dietro tutte le scelte narrative ramificate a bordo, Galactic Starcruiser è concepito in modo che “puoi presentarti e non avere un personaggio, non devi conoscere battute, non devi sapere nulla sulla storia” e divertiti ancora. Lo ha descritto quasi come un videogioco tradizionale: i giocatori ricadono in un ruolo del gioco e possono fare delle scelte ma hanno comunque la struttura e la guida di cui hanno bisogno per divertirsi. Tuttavia, il mio breve tempo a bordo non mi ha dato la possibilità di prendere quelle decisioni da solo.

La Disney vuole anche assicurarsi che gli ospiti siano in grado di capire quali scelte stanno facendo: Thacher ha spiegato che un obiettivo importante è assicurarsi che quando si prende una decisione (aiutare qualcuno o meno), sarà chiaro quale sarà il risultato più ampio è: “Vogliamo che tu sappia, ‘Sì, questo significa che se faccio questo, sto aiutando la Resistenza’ e presentando quelle scelte il più chiaramente possibile e davvero, il più spesso possibile, mentre tu incontri diversi pezzi della storia, diversi pezzi della narrativa”. In altre parole, se stai cercando di combattere con la Resistenza, non dovresti preoccuparti che parlare con la persona sbagliata ti bloccherà per tutto il tuo viaggio come simpatizzante del Primo Ordine.

L’addestramento con la spada laser era (non sorprendentemente) il migliore di loro. Guidati da un Saja (un seguace della Forza simile a un Jedi), agli ospiti viene data una spada laser da girare e colpire per bloccare i dardi dei blaster. Gli effetti e la sensazione tattile qui rendono l’attività, non solo luce e suono, ma puoi effettivamente sentire la sciabola che blocca ogni fulmine mentre lampeggia nel mondo reale.

L’area del ponte, nel frattempo, è un’attività di gruppo più cooperativa sulla scia del Millennium Falcon: Smugglers Run ride at Galaxy’s Edge, con quattro ruoli diversi tra i quali gli ospiti ruotano. Rimbalzare tra le diverse stazioni mi ha permesso di fare a turno per bloccare gli asteroidi, allineare i sensori della nave abbinando pulsanti e interruttori, far esplodere laser e altro ancora.

Queste attività a bordo, oltre a offrire intrattenimento a tutti gli effetti, aiutano a fungere da catalizzatori per attirare ulteriormente gli ospiti in quegli archi narrativi. Un esercizio di addestramento sul ponte, ad esempio, potrebbe finire con l’aiutare il capitano della nave in una missione di salvataggio clandestina in una cintura di asteroidi.

Gli ospiti viaggeranno anche fino al parco Galaxy’s Edge a Disney World, dove potranno cavalcare le giostre Millennium Falcon: Smugglers Run e Rise of the Resistance (gli ospiti di Galactic Starcruiser potranno utilizzare l’acquisto premium ” Lightning Lanes ” per evitare di fare la fila, ovviamente), oltre a portare a termine le proprie missioni date loro dai personaggi sulla nave attraverso il “Datapad” basato su smartphone integrato nell’app Play Disney Parks. La Disney afferma che quelle attività si legheranno anche alle trame individuali e in corso degli ospiti quando torneranno a bordo della nave.

L’integrazione di narrativa, giostre tradizionali del parco a tema, intrattenimento dal vivo e soggiorno in hotel rendono Galactic Starcruiser una miscela di praticamente ogni aspetto di un viaggio a Disney World tutto in una volta. Sembra il prossimo passo per le moderne e onnicomprensive macchine della cultura pop che sono arrivate a dominare l’intrattenimento: un franchise che non puoi semplicemente amare, ma in cui vivere.

È anche importante ricordare che Galactic Starcruiser è solo il primo degli sforzi della compagnia qui, uno che, come i parchi in cui è ambientato, presumibilmente crescerà e cambierà nel tempo. Ed è facile immaginare che sia la Disney (che i suoi concorrenti) penseranno a come portare questo tipo di esperienza di prima mano dei fan in più proprietà in futuro.

Tuttavia, quell’esperienza coinvolgente ha un costo molto letterale. Quando la Disney ha annunciato per la prima volta i prezzi, un soggiorno di due notti è stato quotato a partire da $ 4.809 per due adulti, mentre una famiglia di quattro persone (tre adulti, un bambino) costava $ 5.999. Ciò include solo l’esperienza “base” – relativamente parlando – di Galactic Starcruiser. Cose come bevande alcoliche o “speciali”, abiti per adattarsi meglio all’universo di Star Wars a cui ti unisci per il tuo soggiorno ed esperienze come Savi’s Lightsaber Workshop su Baatu sono extra a cui dovrai aggiungere un budget, aggiunte anche per tuffarti più in profondità nel mondo.

La fine del nostro viaggio Galactic Starcruiser si è conclusa più o meno allo stesso modo di qualsiasi giorno a Disney World: un grande spettacolo pirotecnico che celebra un viaggio di successo. Le esplosioni sono luminose e colorate, con forme e disegni ben al di là di qualsiasi cosa possano fare i fuochi d’artificio terrestri. Ma sono anche falsi: sono illusioni digitali che giocano sugli enormi schermi “viewport” sul ponte, mascherate dall’impennata colonna sonora di John Williams e dalla realtà accresciuta in cui ti trovi.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial