calo vendite smartphone

Probabilmente tutti si aspettavano che la domanda di smartphone sarebbe caduta durante la pandemia di COVID-19, ma ora è più chiaro quanto sia grave il danno.

Strategy Analytics ha determinato che le spedizioni di smartphone sono diminuite del 38% su base annua a febbraio, passando da 99,2 milioni a 61,8 milioni, il calo più marcato nella storia registrata del mercato. La domanda “è crollata” in Asia quel mese perché le persone non erano disposte o incapaci di visitare i negozi, mentre alcune aziende hanno dovuto interrompere temporaneamente la produzione di dispositivi dopo la segnalazione di lavoratori infetti.

Il crollo si è verificato in tutte le categorie di prezzo e non solo nei modelli premium.

Come puoi immaginare, marzo non sta molto meglio. L’epidemia di coronavirus ha raggiunto seriamente l’Europa e il Nord America. La Cina sembra riprendersi, ma l’industria degli smartphone potrebbe soffrire di un dolore significativo fino a quando non sarà chiaro che la pandemia è in declino ovunque. E da tutte le indicazioni, ciò potrebbe non accadere per un po’.