sabato, Marzo 2, 2024

Vodafone mette all’asta il primo SMS della storia: vale 175.000 euro

Lo scorso marzo è stata battuta all’asta per 69,3 milioni di euro la prima opera d’arte completamente digitale, che il vincitore della gara avrebbe posseduto tramite il formato NFT. EA scommette sugli NFT come futuro del videogioco, Ubisoft li ha già portati e ieri abbiamo appreso che il sequel STALKER 2 includerà un NFT che ti permetterà di diventare un NPC del gioco. Che cos’è un NFT? E come puoi possedere qualcosa che sia intangibile digitale e non tangibilmente fisico?

Token non fungibile

L’acronimo NFT appartiene a Non Fungible Token . Gli NFT sono tipi relativamente nuovi di risorse digitali progettate per rappresentare la proprietà di qualcosa di unico e raro, che si tratti di risorse fisiche tokenizzate, risorse digitali rare, azioni o qualsiasi altra cosa, come l’opera d’arte digitale sopra menzionata.

Poiché gli NFT sono unici, non ce ne sono due uguali e, pertanto, gli NFT non possono essere sostituiti da un altro token identico; Questa proprietà è nota come non fungibilità e viene applicata tramite contratti intelligenti che impediscono la duplicazione, mentre blockchain pubblicamente visibili consentono di dimostrare la scarsità.

Le NFT possono essere utilizzate per dimostrare la proprietà di un bene e i relativi diritti di voto, ad esempio, in modo inalterabile e inequivocabile. Il proprietario di un NFT lo memorizza nel proprio portafoglio blockchain, che è l’equivalente di un portafoglio digitale.

Il primo SMS al mondo

Una volta WhatsApp nell’era pre-iPhone e le app di messaggistica, i messaggi SMS erano un modo per comunicare con messaggi di testo tra “dumbphones” o telefoni non intelligenti senza dover chiamare qualcuno, anche se costavano denaro ed era facile lucidare un 5 -10 euro di ricarica in un attimo di conversazione . Successivamente, quando WhatsApp e cia hanno preso il sopravvento, gli SMS stavano per scomparire, ma hanno finito per avere il loro buco, utilizzati per avvisi e notifiche da banche, agenzie di recapito o servizi di sicurezza come l’autenticazione a due fattori.

Il primo SMS della storia, ed era di Vodafone

Ma lo sapevi che il primo SMS della storia è stato un augurio di Natale? Esattamente un ‘Buon Natale’ inviato il 3 dicembre 1992, 15 lettere che hanno cambiato il mondo della comunicazione e sono state la prima pietra per WhatsApp, Telegram e la messaggistica istantanea. E infatti, verrà messo all’asta come token NFS solo un giorno prima dell’estrazione di Natale 2021.

All’asta il primo SMS di NFT

Vodafone, l’autore del messaggio, lo metterà all’asta come token non fungibile (“NFT”) in una vendita una tantum organizzata dalla casa d’aste Aguttes in Francia. L’acquirente, che potrà pagare con la criptovaluta Ether , ” ottene la proprietà esclusiva di una replica dettagliata e unica del protocollo di comunicazione originale che ha trasmesso il primo SMS al mondo” . L’asta online si svolgerà il 21 dicembre 2021.

Vodafone devolverà il ricavato della vendita all’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, per aiutare gli sfollati. Secondo gli esperti, si stima che l’SMS raggiungerà un prezzo di circa 200.000 dollari, 175.000 euro al cambio.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: