youtube vendere prodotti ecommerce

Con una mossa che non sorprenderà la maggior parte degli osservatori del settore, YouTube sta lavorando a un nuovo processo che consentirà ai creatori di taggare i prodotti visualizzati nei loro video clip, portando infine a opzioni di acquisto più dirette sulla piattaforma video.

Come riportato da Bloomberg :

“[YouTube] ha recentemente iniziato a chiedere ai creator di utilizzare il software YouTube per taggare e monitorare i prodotti presenti nei loro clip. […] L’obiettivo è convertire la generosità di video di YouTube in un vasto catalogo di elementi che gli spettatori possono esaminare, fare clic e acquistare direttamente, secondo persone che hanno familiarità con la situazione. L’azienda sta anche testando una nuova integrazione con Shopify Inc. per la vendita di articoli tramite YouTube “.

Questa non è la prima volta che YouTube si avventura nell’eCommerce. Nel 2018, YouTube ha aggiunto uno “ scaffale ” di merchandising per i collegamenti dei prodotti , che consente ai creatori di mostrare i loro prodotti di marca sotto i loro video clip.

LEGGI  Il coronavirus colpisce il cuore operativo di Amazon: la sua macchina per le consegne

YouTube ha anche aggiunto ” avvisi di merchandising ” per i live streaming all’inizio di quest’anno come un altro mezzo per aiutare i creatori ad aumentare la consapevolezza dei loro prodotti, mentre ha anche video di prova AR  per tutorial di trucco e altri strumenti pubblicitari relativi all’eCommerce, che potrebbero inoltre essere utilizzato per fornire più percorsi ai creatori per generare entrate dirette dai loro contenuti.

Ma taggare i prodotti all’interno dei video stessi potrebbe aggiungere un altro livello. Con questo, YouTube essenzialmente cercherebbe di individuare elementi specifici all’interno di un fotogramma video, che gli utenti potrebbero quindi toccare durante la riproduzione del clip per ottenere maggiori informazioni su quel prodotto specifico.

In realtà, questo è ciò verso cui si sta muovendo ogni piattaforma video: TikTok, ad esempio, che sta ancora cercando di stabilire il suo processo di generazione di entrate per garantire che i suoi creatori vengano pagati, ha iniziato a testare i collegamenti ai prodotti toccabili sui suoi video clip alla fine dell’anno scorso.

LEGGI  Come guardare i video di YouTube dal cellulare alla TV

L’eCommerce sarà un elemento chiave nella futura espansione di TikTok. In Cina, la versione cinese dell’app, chiamata “Douyin”, ha registrato un significativo successo di monetizzazione  tramite le integrazioni di eCommerce nell’app.

Douyin ha generato oltre $ 122 milioni  di entrate lo scorso anno, principalmente generate dall’eCommerce, che è più del doppio di quello che ha portato TikTok. Questo è un indicatore abbastanza chiaro di dove TikTok cercherà di evolversi, e con Walmart che cerca di acquistare nella piattaforma , con Con l’obiettivo di espandere le sue ambizioni di eCommerce, sembra evidente che la fase successiva di una più ampia monetizzazione dei video si concentrerà sull’acquisto in-stream e fornendo agli spettatori i mezzi per acquistare gli articoli visualizzati in queste clip.

Anche Instagram ha segnalato la sua intenzione di includere presto le opzioni di acquisto nei video di Reels .

Detto questo, non è una sorpresa vedere anche YouTube che cerca di avanzare in questo senso, anche se a giudicare dai suoni, l’iniziativa di YouTube andrà un po ‘oltre il semplice inserimento di un pulsante per lo shopping sovrapposto alla riproduzione del video.

LEGGI  Come cancellare il tuo abbonamento Amazon Prime se non ne hai più bisogno

Come osserva Bloomberg , il processo di YouTube “taggerà e terrà traccia” dei prodotti all’interno dei video clip. Ciò potrebbe portare a un nuovo processo abituale, in cui gli utenti si abituano a poter semplicemente toccare qualsiasi prodotto che vedono in una clip per ulteriori informazioni.

Come, esattamente, funzionerà nella pratica non è chiaro, ma sembra che YouTube stia adottando un approccio più avanzato all’eCommerce video, che potrebbe essere un’evoluzione significativa di nota. Ciò fornirà più opzioni di generazione di entrate per i creatori, che saranno in grado di includere più articoli nelle loro clip e nuove opportunità pubblicitarie per i marchi, taggando su YouTuber popolari per mostrare i loro prodotti.

Potrebbe essere uno sviluppo importante: dovremo aspettare maggiori dettagli, ma sicuramente gli elenchi di prodotti integrati nei video, in generale, sono destinati a diventare un obiettivo principale in futuro.