Zoom ha dichiarato mercoledì che Zoom Apps e la sua nuova piattaforma di eventi virtuali, Zoom Events, sono ora generalmente disponibili. Il gigante delle comunicazioni video ha affermato che gli aggiornamenti sono progettati per offrire agli utenti un maggiore grado di collaborazione, produttività e opzioni di intrattenimento all’interno della riunione Zoom e dell’esperienza desktop.

Per Zoom, le nuove piattaforme illustrano anche come l’azienda stia sfruttando la sua scala e popolarità per costruire un ecosistema per un’ampia gamma di partner, sviluppatori e fornitori di software aziendali.

Le app Zoom, lanciate con il nome Zapps  alla conferenza Zoomtopia 2020 di Zoom, sono diverse dalle oltre 1.500 app offerte nel Marketplace di Zoom. Il mercato esistente di Zoom ruota attorno all’integrazione di Zoom con altre applicazioni, mentre le app Zoom hanno lo scopo di portare le app nell’esperienza Zoom con un clic.

Al momento del lancio sono disponibili 50 app Zoom, tra cui Asana, Dropbox Spaces e SurveyMonkey Enterprise di Momentive.

LEGGI  Gli Stati Uniti potrebbero reprimere le criptovalute "stabili"

zoom-apps-asana.png

La società ha affermato che è intenzionata a far crescere il suo ecosistema di app Zoom mentre lavora per espandere le funzionalità della sua piattaforma, in particolare per le imprese, e per evolversi come fornitore di collaborazione più ampio per il futuro del lavoro. Ross Mayfield, product lead per Zoom Apps and Integrations, ha affermato che sono in corso lavori per aprire Zoom Apps a qualsiasi sviluppatore e che esiste già una pipeline oltre le 50 app che verranno rilasciate nel tempo.

Per quanto riguarda Zoom Events, che è stato annunciato per la prima volta a maggio, la piattaforma consentirà agli utenti di creare un hub eventi per gestire e condividere eventi, personalizzare i biglietti e la registrazione, controllare l’accesso alla fatturazione, ospitare eventi (gratuiti, a pagamento, una tantum o in serie ), riunire i partecipanti con una rete integrata e tenere traccia delle statistiche sugli eventi come la partecipazione e le entrate.

LEGGI  Ecco come Zoom ha battuto Microsoft, Google e Cisco

Gli eventi possono essere mantenuti privati ​​o pubblicati in una directory pubblica. Possono essere utilizzati con una licenza Zoom Meetings o Video Webinar a pagamento esistente. Wei Li, capo della piattaforma Zoom Events, ha affermato che Zoom prevede una serie di casi d’uso per la piattaforma, inclusi grandi eventi come una riunione di relazioni con gli investitori o una conferenza più focalizzata sulla visuale come una fiera di yoga.

“L’anno scorso ha davvero cambiato il modo in cui ci colleghiamo, impariamo, lavoriamo e partecipiamo agli eventi”, ha affermato Li. “Il modello ibrido è destinato a durare. Zoom Events è una soluzione perfetta per questo panorama in evoluzione”.

Zoom ha affermato che OnZoom, la sua piattaforma di eventi Zoom incentrata sul consumatore, rimarrà in versione beta e si concentrerà sul servizio alle piccole imprese e agli imprenditori che desiderano ospitare e pubblicare eventi nella directory degli eventi pubblici di Zoom. Zoom ha  lanciato la versione beta di OnZoom lo  scorso anno per aiutare gli imprenditori e i creatori di contenuti a monetizzare gli eventi con la vendita dei biglietti.

LEGGI  Mark Zuckerberg fa surf con il braccialetto alla caviglia che allontana gli squali

Zoom è diventato un nome familiare nel 2020 dopo che la pandemia di Covid-19 ha costretto scuole e aziende a chiudere e le persone a rimanere fisicamente separate. La sua piattaforma di videoconferenza ha facilitato riunioni virtuali, lezioni e feste di compleanno e alla  fine dell’anno fiscale 2021 dell’azienda , “Zoom” era diventato un verbo e le sue entrate erano aumentate del 326%.

Per Zoom, le integrazioni di eventi e app sono un ulteriore passo nel viaggio dell’azienda per espandersi oltre le videochiamate per diventare una piattaforma di collaborazione più ampia per il futuro del lavoro.