mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeGoogleCheat sheet di Google Pixel 6: tutto ciò che devi sapere

Cheat sheet di Google Pixel 6: tutto ciò che devi sapere

Google ha finalmente svelato la sua ultima iterazione della linea telefonica Pixel, e questa volta è tornata a formarsi con un vero dispositivo di punta. Dopo aver preso una deviazione dallo stato di punta con il Pixel 5 (inclusa una CPU meno potente e un sensore della fotocamera obsoleto), Google ha imparato dal suo passo falso e ha seriamente migliorato il suo gioco con la versione più recente del telefono Pixel.

Il Pixel 6 è disponibile in un modello Pro o standard, entrambi includono un chip Google Tensor personalizzato, che lo rende uno dei dispositivi Android più ambiziosi mai creati. Sia il Pixel 6 Pro che la versione standard verranno forniti con Android 12 e includeranno il SoC Tensor, che si basa molto sull’intelligenza artificiale e sull’apprendimento automatico . Il nuovo chip è in grado di compiere alcune prodezze piuttosto notevoli, come l’affilatura automatica di un’immagine sfocata in una foto e la riproduzione di un testo quasi istantaneo.

Quali sono le caratteristiche principali di Google Pixel 6?

Chip tensore

Chiaramente l’elemento più eccitante del Pixel 6 è il SoC Tensor. Questa è la prima volta che Google ha scelto un chip interno per la gamma Pixel e segna il primo passo verso un’esperienza Pixel davvero straordinaria.

Il chip Tensor promette di migliorare notevolmente foto, video, ricerca, sintesi vocale e altre funzionalità del dispositivo. Una parte di questo chip è una versione mobile delle unità di elaborazione del tensore di Google presenti nell’enorme rete di data center di Google. Queste TPU gestiscono il machine learning complesso per l’infrastruttura cloud, quindi Pixel 6 migliora seriamente il gioco AI/ML per un dispositivo mobile.

Il chip Tensor include i seguenti pezzi:

  • TPU: unità di elaborazione principale.
  • ISP: processore di segnale.
  • CPU: 2x2x4.
  • GPU: chip a 20 core.
  • Contesto hub: motore a bassissima potenza.

Il nuovo chip Tensor apporta al Pixel un miglioramento delle prestazioni della CPU dell’80% e un miglioramento delle prestazioni della GPU del 370%.

Come funziona? Prendiamo l’esempio di una foto. Invece del Pixel che scatta un singolo scatto di una persona, il chip Tensor gli consente di catturare diversi scatti del soggetto, a quel punto il chip rileverà il viso del soggetto e combinerà tutti gli scatti che ha scattato in un’immagine valida. Google sta realizzando tali imprese da un po’ di tempo, ma questa è la prima volta che la funzionalità viene aggiunta a un chip mobile integrato.

Altre attività che il chip Tensor può eseguire sono la traduzione vocale in tempo reale tra due lingue in un video e persino la possibilità di modificare sulla tastiera mentre parli (usando la sintesi vocale). Il chip Tensor è anche uno dei più capaci sul mercato nel rilevare schemi vocali naturali. Il Pixel 6 ha un modello di riconoscimento vocale integrato per un’esperienza notevolmente migliorata con strumenti come Google Assistant. La sintesi vocale è ora più accurata che mai. Con l’aiuto del chip Tensor, la sintesi vocale può ora riconoscere parole come clear e inviare come comandi, invece di parole da aggiungere al testo. Ciò significa che la digitazione con la voce ora è più rapida e accurata rispetto alla digitazione con le dita.

Con l’aiuto del chip Tensor, l’app per telefono Pixel 6 ti fornirà anche un tempo di attesa stimato prima di effettuare una chiamata a un’azienda.

Schermo

Il Pixel 6 è dotato di un display Full HD+ da 6,4 pollici con una frequenza di aggiornamento di 90Hz. Il Pixel Pro include un display da 6,7 ​​pollici con una frequenza di aggiornamento di 120 MHz con risoluzione QHD completa. La frequenza di aggiornamento può essere ridotta a 10Hz per risparmiare la durata della batteria.

Sul display troverai una fotocamera perforata che gestisce il riconoscimento facciale e un sensore di impronte digitali sotto il display, il che significa che gli utenti avranno la possibilità di entrambe le funzioni biometriche.

Fotocamere e funzioni fotografiche

Le fotocamere di entrambi i dispositivi sono un significativo passo avanti rispetto al Pixel 5. L’edizione standard di Pixel 6 sfoggerà un obiettivo da 50 MP, un obiettivo ultrawide da 12 MP e una fotocamera selfie da 12 MP. Pixel 6 Pro includerà un obiettivo standard da 50 MP, un obiettivo ultrawide da 12 MP, un teleobiettivo 4x da 48 MP e una fotocamera selfie da 12 MP a 94 gradi. Per gli appassionati di foto seri che desiderano più opzioni per scattare le migliori foto possibili, Pixel 6 Pro sarà la strada da percorrere. Ma in ogni caso, Pixel 6 avrà il chip Tensor per dare una mano.

Una caratteristica molto interessante delle abilità fotografiche di Pixel 6 si chiama Real Tone. Con questa funzione, Google ha collaborato con i principali esperti di immagini per garantire che le fotocamere svolgano un lavoro migliore nello scattare foto accurate di persone di colore. Ciò è stato ottenuto migliorando il rilevamento del volto, migliorando l’esposizione automatica, concentrandosi su come il telefono gestisce il bilanciamento del bianco per prevenire l’eccessiva luminosità delle tonalità della pelle più scure e un migliore rilevamento per i diversi tipi di capelli naturali. Google Foto includerà anche Real Tone integrato.

Un’altra funzione si chiama Motion Mode, che utilizza numerose nuove tecnologie per aggiungere motion blur a una foto che altrimenti sarebbe statica.

Altri miglioramenti della fotocamera del Pixel 6 includono:

  • Risoluzione 4K per selfie.
  • Acquisizione video 4K a 60 fps.
  • Il ritorno della funzione “cancellazione magica”, che consente di cancellare facilmente gli elementi da una foto.
  • Opzione di sfocatura del viso.
  • Regolazione manuale del bilanciamento del bianco.
  • Pixel binning utilizzato per fornire immagini da 12,5 MP da un sensore da 50 MP per una maggiore flessibilità.
  • Tocca due volte sul retro della fotocamera per aprire automaticamente la fotocamera per app come SnapChat.

Batteria

Il Pixel 6 includerà una batteria da 4.614 mAh, mentre il Pixel 6 Pro avrà una batteria più grande da 5.000 mAh. Concesso che la versione Pixel 6 Pro richiederà quel succo extra per alimentare il display a 120 MHz, ma entrambi i dispositivi dovrebbero funzionare tutto il giorno senza carica.

Dettagli ecologici

Le custodie di entrambi i dispositivi sono realizzate in alluminio riciclato per contribuire a ridurre l’impronta di carbonio derivante dal processo di produzione. Puoi anche permutare il tuo vecchio Pixel e Google si assicurerà che venga riciclato in modo responsabile.

Android 12

Entrambi i dispositivi Pixel 6 verranno forniti con Android 12, che porta la piattaforma al livello successivo con Material You. Material You evolve l’interfaccia utente di Android per renderla più personalizzata e moderna, adattando la tavolozza dei colori a qualsiasi immagine utilizzata nella schermata iniziale. Material You migliora anche le animazioni e i gesti e rende l’interazione con l’interfaccia utente molto più intuitiva ed elegante.

Altre funzionalità di Android 12 includono:

  • Una schermata di blocco più giocosa che utilizza l’illuminazione dinamica.
  • Un’ombreggiatura di notifica più intuitiva.
  • Impostazioni rapide ora include Google Pay e i controlli domestici.
  • Google Assistant può essere richiamato premendo a lungo il pulsante di accensione.
  • Il tempo della CPU è stato ridotto del 22% per rendere il sistema operativo più performante.
  • Privacy Dashboard è una posizione centralizzata per gestire le autorizzazioni delle app.
  • Viene visualizzato un indicatore nell’area notifiche quando un’app utilizza la fotocamera o il microfono.
  • Le impostazioni rapide ora includono gli interruttori per disabilitare il microfono e la fotocamera in tutto il sistema.
  • Android Private Compute Core supporta determinate funzionalità (come Android Caption) e non condivide informazioni con altre app o servizi.
  • Supporto per immagini AVIF.
  • Notifica di lettura negli Appunti nell’Ombra di notifica.
  • Un nuovo livello di transcodifica che consente alle app che non supportano la compressione video High Efficiency Video Coding (HEVC) di sfruttare questo standard molto migliorato.
  • Ibernazione e associazione dell’app.
  • Audio aptico.
  • Modalità a una mano per un uso più semplice con una sola mano.

Quali sono le specifiche del Pixel 6?

Pixel 6

  • Sistema operativo: Android 12
  • CPU: Google Tensor e un Titan M2
  • Display: FHD+ da 6,4″ a 90Hz
  • RAM: 8 GB/12 GB
  • Memoria: 128 GB/256 GB
  • Fotocamera posteriore: grandangolare da 50 MP e ultra grandangolare da 12 MP
  • Fotocamera frontale: 8MP
  • Batteria: 4.614 mAh
  • Biometria: sensore di impronte digitali sotto il display e riconoscimento facciale
  • Ricarica: USB-C cablata da 30 W/wireless da 21 W tramite Pixel Stand
  • 5G: Sub6, mmWave (USA)
  • Resistenza all’acqua: IP68
  • Colori: Kinda Coral, Sorta Seafoam, Stormy Black
  • Dimensioni: 158,6 x 74,8 x 8,2 mm

Pixel 6 Pro

  • Sistema operativo: Android 12
  • CPU: Google Tensor e un Titan M2
  • Display: 6,71″ QHD+ a 120Hz
  • RAM: 12GB
  • Memoria: 128 GB/256 GB/512 GB
  • Fotocamera posteriore: grandangolare da 50 MP, teleobiettivo da 48 MP e ultra grandangolare da 12 MP
  • Fotocamera frontale: 12MP
  • Batteria: 5.000 mAh
  • Biometria: sensore di impronte digitali sotto il display e riconoscimento facciale
  • Ricarica: 30 W cablata, 23 W wireless su Pixel Stand
  • 5G: Sub6, mmWave (USA)
  • Resistenza all’acqua: IP68
  • Colori: Stormy Black, Sorta Sunny, Cloudy White
  • Dimensioni: 163,9 x 75,8 x 8,9 mm

Come si confronta il Pixel 6 con il Pixel 5?

Il Pixel 6 è un mondo a parte rispetto al Pixel 5. Google ha imparato un’importante lezione tra Pixel 4 e 5 per rendersi conto che la durata della batteria doveva essere notevolmente migliorata.

Sebbene Pixel 4 includesse (all’epoca) un processore di punta, la durata della batteria era abissale. Il Pixel 5 ha risolto il problema, ma al costo di una CPU sottodimensionata, che ha portato a tempi di elaborazione delle foto più lunghi. Con il Pixel 6, entrambe queste preoccupazioni vengono cancellate. Google è finalmente uscito dall’ombra dei Pixel 4 e 5 per offrire una durata della batteria per tutto il giorno e prestazioni di punta; infatti, Google afferma che il SoC Tensor sarà dell’80% più potente dello Snapdragon 765 di Pixel 5.

Il Pixel 6 è una buona opzione per gli utenti aziendali?

Tutto si riduce a volere la massima potenza e la durata della batteria per tutto il giorno in un dispositivo mobile. Ma i miglioramenti aggiunti che arriveranno dal chip Tensor potenziato dall’intelligenza artificiale, così come il brillante display a 120 MHz del Pixel 6 Pro, dovrebbero avere i professionisti che si battono per questo nuovo telefono.

Aggiungi le nuove funzionalità di sicurezza (come la Privacy Dashboard in Android 12, nonché il chip di sicurezza Titan M2 migliorato) e Pixel 6 urla casi d’uso aziendali.

Qualsiasi utente che richieda foto della massima qualità da un telefono cellulare capirà perché questa prossima evoluzione del telefono Pixel è importante. Se dipendi da un dispositivo mobile per scattare foto per la tua attività, Pixel 6 potrebbe rivelarsi l’opzione migliore sul mercato.

Quanto costa Pixel 6?

Lo standard Pixel 6 è destinato a essere venduto a $ 599,00 e Pixel 6 Pro a $ 899,00, il che significa che otterrai uno dei telefoni di punta più interessanti a prezzi con cui Apple e Samsung non possono competere.

Quando e dove sarà disponibile Pixel 6?

Pixel 6 e Pixel 6 Pro sono ora disponibili per il preordine dal Google Play Store . Puoi acquistare un dispositivo per Verizon, Google Fi o una versione sbloccata progettata per funzionare con tutti i principali operatori. I dispositivi saranno sugli scaffali dei negozi il 28 ottobre.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial