HomeEcommerceGoogle Merchant: nuove norme sulle disponibilità dei prodotti poco precise

Google Merchant: nuove norme sulle disponibilità dei prodotti poco precise

Google Merchant Center ha una nuova politica denominata “Disponibilità imprecisa” causata “a causa della disponibilità incoerente tra la pagina di destinazione e le pagine di pagamento sul tuo sito web”, ha affermato la società . Questa norma sostituisce l’attuale violazione della norma “Problemi di consegna” ed entra in vigore il 1° settembre 2021.

Cos è la politica di disponibilità imprecisa

Google ha spiegato che un account Google Merchant Center può ricevere un avviso o una sospensione quando “uno o più dei tuoi prodotti risultano non disponibili per l’acquisto al momento del pagamento anche se vengono visualizzati come disponibili sulle tue pagine di destinazione”. Se stai mostrando agli utenti che un prodotto è disponibile nella pagina di destinazione del prodotto, ma quando fanno clic per aggiungerlo al carrello, tale disponibilità viene modificata come non disponibile, il che può portare alla violazione di questa politica.

Google ha affermato che “è una brutta esperienza per il cliente se la disponibilità del prodotto cambia da “disponibile” sulla pagina di destinazione a “non disponibile” o “non disponibile” dopo che il prodotto è stato aggiunto a un carrello e i clienti avranno meno probabilità di provare e acquistare dal tuo negozio in futuro.”

Motivi per cui potresti aver violato questa politica

Google ha illustrato alcuni motivi comuni per cui potresti aver violato questa norma, tra cui:

  • Utilizzo del rilevamento IP / geolocalizzazione.  Non modificare la disponibilità del prodotto in base alla posizione dell’utente. Se scegli come target solo determinate località all’interno di un Paese, utilizza  prezzi e disponibilità regionali .
  • Pulsante di acquisto non funzionante.  Il prodotto sembra disponibile sulla pagina di destinazione, ma dopo aver premuto il pulsante Acquista, viene visualizzato come esaurito o non disponibile.
  • Il prodotto non può essere spedito a un indirizzo di casa.  Durante il checkout, dopo aver fornito l’indirizzo di spedizione, il prodotto non è più disponibile e non può essere consegnato direttamente a casa dell’utente, escluse le caselle postali. Se hai un prodotto disponibile solo per il ritiro in negozio o che viene spedito a un punto di ritiro, controlla le linee guida sui costi di spedizione  per vedere se queste opzioni sono consentite nel tuo paese di vendita. In caso contrario, assicurati che il tuo prodotto sia escluso dalle offerte online utilizzando l’attributo di destinazione esclusa [excluded_destination]. In alternativa, potresti provare a provare gli annunci di prodotti disponibili localmente .
  • I prodotti non sono disponibili per il check-out nell’intero paese di vendita.  Se vendi prodotti che sono disponibili solo in alcune regioni del paese di vendita, controlla se la disponibilità e il prezzo regionali  sono disponibili nel tuo paese di vendita.

Anche i prezzi cambiano. A febbraio, abbiamo segnalato che Google può anche sospendere i commercianti che mostrano prezzi più alti nel carrello rispetto a quelli mostrati nella pagina di destinazione del prodotto.

Ricevi una violazione. Se hai ricevuto una violazione per questo, puoi saperne di più su come gestirla qui in questo documento di aiuto .

Perché ci interessa. Se gestisci un sito di e-commerce o hai un cliente che gestisce un sito di e-commerce, devi assicurarti che la disponibilità del prodotto visualizzata al momento del pagamento corrisponda a quella visualizzata nella pagina di destinazione.

Non turbare i tuoi utenti dicendo loro che un prodotto è disponibile e solo dopo aver cliccato sulla pagina del carrello, mostra che il prodotto non è più disponibile.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial