sabato, Aprile 20, 2024

iOS 17.4 porta le versioni complete di Chrome e Firefox su iOS: ecco cosa cambia

iOS 17.4: UN NUOVO CAPITOLO PER IL WEB SU iPhone E iPad

A marzo Apple rilascerà un aggiornamento destinato a cambiare totalmente o quasi l’esperienza degli utenti che ogni giorno usano iPhone e/o iPad. iOS 17.4 introduce infatti numerose modifiche, come la possibilità di utilizzare marketplace di terze parti e Browser web davvero “completi”, quindi potenzialmente più versatili ed efficienti rispetto a quanto lo siano ora. Una svolta di un certo peso, che travolge anche alternative a Safari molto note e utilizzate, come Chrome e Firefox.

IL RUOLO DI SAFARI E LE ALTERNATIVE

Safari è il browser web predefinito su iOS e iPadOS ma, tramite App Store, c’è la possibilità di scaricare delle alternative. Eppure, nonostante siano tali, queste sono tutte basate sul motore di rendering WebKit di Apple, che è lo stesso di Safari per intenderci. Questa però non è l’unica Tecnologia sul mercato: Chrome ad esempio è basato su Chromium, che è ad oggi il motore più impiegato (Edge, Brave, Arc, Opera, per dirne alcuni). Firefox invece sfrutta il suo motore proprietario, chiamato Gecko.

LE NUOVE POSSIBILITÀ PER GLI SVILUPPATORI

C’è un “però”. Come si apprende dalla dettagliata nota diffusa in queste ore, ogni sviluppatore otterrà l’autorizzazione da Apple a cambiare motore solo “dopo aver soddisfatto criteri specifici” e dopo aver dimostrato di aver integrato tutti quegli strumenti per garantire la privacy e la Sicurezza degli utenti.

“Poiché i Motori dei browser sono costantemente esposti a contenuti non attendibili e potenzialmente dannosi e hanno accesso ai dati sensibili degli utenti, sono uno dei vettori di attacco più comuni. Per aiutare gli sviluppatori a implementare motori di rendering alternativi, Apple autorizzerà gli sviluppatori a farlo dopo aver soddisfatto criteri specifici, come il rispetto di una serie di requisiti di privacy e sicurezza, inclusi aggiornamenti di sicurezza tempestivi per affrontare minacce e nuove vulnerabilità.”

L’AMBITO GEOGRAFICO DELLE NOVITÀ

Al pari dei marketplace alternativi (sideloading), le novità legate ai browser web che iOS 17.4 porterà con sé saranno disponibili unicamente per gli utenti dell’Unione Europea. Questo significa che Chrome, Firefox, Arc e così via, nel resto del mondo continueranno ad usare WebKit come motore di rendering.

SITUAZIONI SIMILI NEL MONDO DEI BROWSER

La situazione in cui Apple si trova ora non è troppo differente da quella che Google affronta nel mondo Android, dove Chrome ha una posizione di predominio. La differenza sostanziale sta nell’approccio della società di Mountain View, che non vieta l’uso di motori alternativi, ma allo stesso tempo li ostacola in vari modi. Microsoft, con il suo Edge basato su Chromium, intraprende un’altra strada ancora, avendo a disposizione un sistema operativo su cui può esercitare un maggior controllo.

CONCLUSIONI

L’impatto di iOS 17.4 sull’ecosistema iOS e sull’esperienza utente sarà notevole. Da un lato aprirà nuove possibilità agli utenti offrendo una maggiore scelta di browser web, dall’altro trasformerà il campo di gioco per gli sviluppatori, ponendo delle sfide uniche nel garantire la sicurezza e la privacy degli utenti. È un momento di svolta, che determinerà nuovi rapporti di forza nel mondo dei browser su dispositivi Apple.

ARTICOLI COLLEGATI:

ULTIMI ARTICOLI: