giovedì, Ottobre 6, 2022
HomeGenerazione ZLa generazione di Netflix non vorrà possedere auto

La generazione di Netflix non vorrà possedere auto

Una rapida occhiata ai tuoi estratti conto rivelerà molto probabilmente un tema coerente nelle transazioni di ogni mese: pagamenti a Netflix, Apple Music o Amazon Prime.

Una generazione di consumatori, e io sono uno di loro, è diventata dipendente dai servizi in abbonamento.

Semplici e senza vincoli, i servizi di abbonamento sembrano esistere per ogni possibile prodotto là fuori. E ora le auto si stanno unendo all’ondata di abbonamenti.

I sconvolgimenti dell’industria automobilistica

I dirigenti automobilistici hanno dedicato la maggior parte del loro tempo e della loro attenzione all’adattamento della struttura fisica e tecnica delle auto che producono, passando dai motori a combustione interna a quelli ibridi o elettrici in risposta a un mercato più attento al clima.

Tuttavia, il cambiamento dell’atteggiamento dei consumatori sta alimentando un altro importante cambiamento con cui il settore deve fare i conti e i dirigenti del settore automobilistico si stanno lentamente rendendo conto di ciò.

Il settore è noto da tempo per la sua resistenza al cambiamento e potrebbe trovare difficile gestire questo cambiamento nel comportamento dei consumatori. La buona notizia è che richiede un cambiamento di marketing piuttosto che operativo, che è più facile da gestire.

I produttori che già si rivolgono a un pubblico più giovane troveranno naturalmente più facile questo cambiamento nel marketing.

Nel settembre 2020, Volvo è diventato uno dei primi marchi a lanciare un modello di abbonamento diretto al consumatore. Sixt, il servizio di noleggio internazionale, ha anche lanciato un servizio in abbonamento nello stesso mese.

Per un canone mensile, Volvo offre agli automobilisti l’accesso a un’auto con tutto tranne il carburante incluso nel pacchetto. La semplicità di questo fa appello alle generazioni più giovani e agli abitanti delle città che vedono le auto con meno emozioni e romanticismo rispetto a quelle di un’annata precedente.

Per i baby boomer, le auto rappresentavano la prosperità del dopoguerra. Il Maggiolino VW è diventato un’icona generazionale negli anni ’60 e ’70.

Per la Generazione X che è entrata nel suo apice economico durante l’era degli yuppie e degli eccessi appariscenti di Margaret Thatcher, le auto simboleggiavano lo status e la ricchezza.

I nuovi stili di vita

Gli stili di vita e i budget dei Millennial e della Generazione Z sono senza dubbio alla base del motivo per cui sono di gran lunga gli utenti più pesanti dei servizi in abbonamento.

Per molti, la bellezza del modello di abbonamento per auto è che conferisce la comodità di viaggiare in auto fornita da app di ride-hailing come Uber o Lyft e di condivisione del viaggio come ZipCar, pur offrendo ai clienti la propria auto che non devono condividere che possono conoscere e a cui affezionarsi.

C’è anche un argomento che, poiché i veicoli a emissioni zero diventano più popolari, il modello di abbonamento è più adatto ai veicoli elettrici.

Nel tempo e dopo un uso eccessivo, le batterie dei veicoli elettrici diventano meno efficaci. Ciò significa che otterrai progressivamente meno chilometraggio da una singola carica.

Piuttosto che sostituire l’intero veicolo, che sarebbe molto costoso e inefficiente, potremmo vedere il leasing delle batterie diventare il modus operandi per gli automobilisti nel prossimo futuro.

Mentre l’intero pacchetto di abbonamenti per auto di Volvo ha creato scalpore, Renault è all’avanguardia quando si tratta di leasing di batterie. Quando acquistano una Renault Zoe, gli acquirenti possono scegliere di noleggiare una batteria in abbonamento anziché possederla a titolo definitivo, riducendo il prezzo di una nuova auto di quasi 10.000 dollari.

Con il modello Netflix che sta diventando così popolare in altri settori, è logico che i consumatori inizieranno a richiedere questo livello di flessibilità per articoli più costosi man mano che le abitudini continuano a cambiare.

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial