HomeMissioni SpazialiL'astronave della NASA si è tuffata nel sole scattando queste foto inedite

L’astronave della NASA si è tuffata nel sole scattando queste foto inedite

Per la prima volta, un’astronave è entrata nell’atmosfera esterna ostile del sole, chiamata corona, e ha catturato immagini scintillanti dello scenario interno. La NASA ha annunciato l’evento epocale , raggiunto dalla pionieristica missione Parker Solar Probe dell’agenzia spaziale, il 14 dicembre.

La sonda della NASA ha uno scudo spesso 4,5 pollici per proteggere le sue fotocamere e altri strumenti da temperature che raggiungono i 2.500 gradi Fahrenheit. L’imbarcazione in corsa ha scattato le immagini senza precedenti nell’aprile 2021, quando ha oscillato per 6,5 milioni di miglia dalla superficie del Sole. All’interno della corona, possiamo vedere strutture chiamate “pseudostreamer”, che sono lunghi raggi radianti che fuoriescono dal sole. La sonda è passata sopra, sotto e intorno alle stelle filanti.

Nella riga superiore delle immagini, la NASA ha spiegato che gli pseudostreamer sono visti muoversi verso l’alto e nella riga inferiore sono inclinati verso il basso.

La Parker Solar Probe sta facendo molto di più che catturare scene solari selvagge. La missione più grande intende migliorare notevolmente la comprensione da parte degli scienziati dell’attività intensa e dinamica del sole, in particolare del suo potente vento solare. Il vento solare è un flusso di particelle energizzate che viaggiano costantemente fuori dall’atmosfera solare che, durante le tempeste meteorologiche spaziali, può “interrompere tutto, dai nostri satelliti nello spazio, alle comunicazioni delle navi sui nostri oceani, alle reti elettriche a terra”, scrive la NASA .

Gli esperti di meteorologia spaziale e gli scienziati solari vogliono comprendere meglio i venti solari e persino prevedere quando potrebbero verificarsi eventi di tempesta estremamente dannosi.

“Le misurazioni del vento solare di Parker, a pochi milioni di miglia dalla superficie del Sole, riveleranno nuovi dettagli che dovrebbero aiutare a far luce sui processi che lo mandano ad accelerare nello spazio”.

Per gran parte dei viaggi della Parker Solar Probe intorno al sole (e nel vento solare), ha attraversato una “impegnativa raffica di particelle”. Ma le cose sono cambiate radicalmente una volta che l’astronave è entrata nella corona, sebbene fosse lì solo per poche ore. Tutto si è calmato.

“Passare attraverso lo pseudostreamer è stato come volare nell’occhio di un ciclone.”

“Passare attraverso lo pseudostreamer è stato come volare nell’occhio di un ciclone”, ha riferito la NASA. Nella corona, i campi magnetici dominanti del sole controllano il movimento delle particelle emanate dal sole, quindi c’è più organizzazione e meno caos.

Nei prossimi anni, il viaggio della sonda spaziale intorno al sole la porterà in picchiata entro 3,8 milioni di miglia dalla superficie della nostra stella. Aspettati immagini più intense e scoperte.

“Sono entusiasta di vedere cosa troverà Parker mentre passa ripetutamente attraverso la corona negli anni a venire”, ha dichiarato in una nota Nicola Fox, direttore della divisione di eliofisica della NASA . “L’opportunità di nuove scoperte è sconfinata.”

RELATED ARTICLES

Ultime Notizie

Ultimi Tutorial